Una Liga che sembra non avere padrone. Quattro squadre in lotta per conquistare un titolo storico, il primo dopo un’intera stagione senza il pubblico. Nella partita che avrebbe dovuto indirizzare il campionato verso Barcellona o Madrid, sponda Atletico, i blaugrana e i colchoneros si sono annullati a vicenda. Il pareggio per 0-0 lascia tutto aperto. Real Madrid e Siviglia, alle spalle, cercano di avvicinarsi nel posticipo, rendendo il finale di Liga uno dei più spettacolari di sempre.

A Valdebebas va in scena una partita sensazionale, ricca di colpi di scena e ribaltamenti di fronte. Il primo squillo è del Real Madrid che passa in vantaggio con il solito Benzema. Il Var, però, annulla per una posizione di fuorigioco di Odriozola. I ragazzi di Lopetegui, sempre ottimi nella costruzione del gioco, sono i primi a mettere la freccia, segnando la rete che stappa il match. Al 22′ un cross di Suso viene deviato, con intelligenza calcistica fuori dall’ordinario, da Rakitic. L’appoggio finisce sui piedi di Fernando e il centrocampista brasiliano, in area piccola, non perdona Courtois.

fonte: onefootball

Lo 0-1 resiste fino all’ora inoltrata di gioco, quando al 67′, Asensio pareggia la partita con un sinistro di prima intenzione su assist di un monumentale Toni Kroos. Il Real Madrid sembra in controllo, pronto a ribaltare la partita. Poi, al 73′, accade l’impensabile.

fonte: aa.com

I blancos partono in contropiede con Benzema che, a tu per tu con Bono, viene steso in area di rigore. Il direttore di gara non ha dubbi, penalty. Ancora una volta, però, il Var capovolge tutto. L’inizio dell’azione è viziato, infatti, da un tocco di mano di Eder Militao nella propria area di rigore. L’arbitro cambia idea e assegna il rigore al Siviglia. Rakitic, dagli undici metri, è glaciale. 1-2 e rojiblancos davanti. Sembra finita, ma nel recupero il Real Madrid acciuffa il pareggio. Un tiro del solito Kroos trova la fortunata e fortunosa deviazione di Hazard, beffando l’impotente estremo difensore degli andalusi.

fonte: instagram

Il triplice fischio lascia l’amaro in bocca a entrambe le squadre. Gli uomini di Zidane non sfruttano l’occasione di portarsi in testa alla classifica, perdendo la possibilità di essere padroni del proprio destino. Il Siviglia, con una vittoria che sembrava ormai acquisita, vede sfumare le residue possibilità di trionfo finale. La Liga infinita continua a regalare emozioni e, a tre giornate dal termine, Atletico Madrid, Barcellona e Real sono racchiuse in tre punti.

Fonte immagine in evidenza: calcioweb.eu