Connect with us

Flash News

Il Torino cala il poker contro il Brescia

Pubblicato

:

Apre il sabato di Serie A una sfida ad alta tensione al Rigamonti, per uscire dalla crisi. Il Brescia, dopo il passo falso contro il Verona, ha affidato la squadra a Fabio Grosso, per cercare punti importanti e per ridare stimoli all’ambiente. Il Torino, invece, vuole invertire il trend negativo dell’ultimo periodo con Mazzarri sempre più in bilico, nonostante la buona prova contro la Juventus. Brescia-Torino è anche la sfida tra due bomber italiani: Balotelli contro Belotti, sette gol in due e tanta voglia di dimostrare qualcosa, anche in vista dei prossimi Europei. L’esordio del neo-allenatore delle Rondinelle vede subito un cambiamento negli uomini in campo: dentro Špalek alle spalle di Ayé, preferito a Donnarumma, e Balotelli. In difesa torna Magnani al posto di Mangraviti. Per i granata, invece, due cambi rispetto al derby di settimana scorsa: dentro N’Koulou in difesa al posto di LyancoLukic al posto di Baselli, infortunato, in mediana. In attacco Verdi, alle spalle dell’unica punta Belotti.

PRIMO TEMPO

La partita inizia subito con ritmi alti, con il Brescia che si riversa in attacco, ma è il Torino a farsi subito pericoloso con Meïté. I granata continuano a spingere e al 14′ trovano un calcio di rigore. Sulla conclusione di Verdi la palla colpisce Bisoli, per poi rimbalzare sul braccio di Cistana: per l’arbitro è rigore, dal dischetto va il Gallo Belotti che non sbaglia, portando i suoi in vantaggio per 0-1. I biancazzurri provano a riorganizzarsi con Špalek cercato molto dai suoi compagni. Tuttavia, è ancora il Torino a trovare il gol, di nuovo su calcio di rigore. Al 24′ Cistana perde una palla sanguinosa, sulla quale si avventa Lukic che serve al centro dell’area Belotti, calciando in porta, ma Mateju, in caduta, tocca la palla con il braccio. Dal dischetto va di nuovo il Gallo che anche stavolta non sbaglia, spiazzando Joronen. Partita decisamente in salita per gli uomini di Grosso che in mezz’ora di gioco non sono mai riusciti a concludere verso la porta di Sirigu. Il Torino gestisce la gara, con un Brescia che prova frettolosamente a ripartire, senza mai concretizzare nulla. Al 41′ la partita si fa ancora più dura per le Rondinelle. Mateju commette un fallo su Belotti, il ceco viene quindi espulso per somma di ammonizione, lasciando i suoi in 10 e sotto di due reti. Finisce così un primo tempo da incubo per il Brescia, che al di là dei due rigori assegnati in situazioni rocambolesche, non è mai riuscito a fare paura alla squadra di Mazzarri.

SECONDO TEMPO

Il secondo tempo inizia con il Toro che prima difende bene sul forcing bresciano di Romulo prima e di Tonali poi, per poi tentare di addormentare il gioco con lunghi fraseggi. Al 53′ Verdi sciupa il gol del possibile 3-0: lancio perfetto di Ansaldi per il compagno al limite dell’area. Tuttavia, l’ex-Napoli calcia male con il pallone che finisce fuori. Due minuti dopo è il Brescia a trovare un’ottima occasione per accorciare le distanze: Ayé serve Sabelli che si gira e calcia di sinistro, ma Sirigu salva sia su di lui che sulla seconda conclusione di Špalek. Dopo questa occasione la partita cambia, con i granata che, nonostante la superiorità numerica, stanno subendo la reazione d’orgoglio dei bresciani. Nonostante ciò, però, il Torino riesce di nuovo ad essere pericoloso al 67′ con il solito Belotti, ma Joronen dice no alla tripletta dell’attaccante. Il Brescia si spegne e i granata pungono: al 75′, infatti, arriva lo 0-3 degli uomini di Mazzarri. Accelerazione sulla destra con Laxalt, subentrato al posto di Lukic, che scarica in mezzo per Berenguer, anche lui entrato dalla panchina al posto di uno spento Verdi, che si gira e conclude in rete. Notte fonda per i biancazzurri, che, nonostante la reazione, non sono riusciti a far male al Toro. Il Brescia è allo sbando e il Toro ne approfitta per calare il poker ancora con Berenguer, entrato alla grandissima in partita. Sugli sviluppi di un corner del Brescia, all’80’, la palla viene lanciata in avanti da Meïté, su cui arriva lo spagnolo, che approfitta di un’ingenuità di Sabelli per lanciarsi in porta e mettere a segno lo 0-4. Il tempo scorre senza particolari sussulti e la gara termina con il Torino che sbanca il Rigamonti. Esordio da incubo per Grosso sulla sua nuova panchina.

Il Torino porta a casa una vittoria che da ossigeno puro alla classifica e a Mazzarri. Trionfo convincente, nonostante qualche difficoltà a inizio secondo tempo. Certamente positivo l’atteggiamento dei granata che hanno corso su ogni pallone fino al 90′. Brutta sconfitta, invece per il Brescia, penalizzato anche dagli episodi del primo tempo. Il tecnico Grosso avrà ora due settimane per raccogliere i pezzi di questa battuta d’arresto e cercare di ricostruire la sua squadra.

Fonte immagine di copertina: profilo Twitter ufficiale del Torino

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

De Rossi: “I playoff non sono un miraggio”

Pubblicato

:

De Rossi

In occasione della sfida contro il Brescia, Daniele De Rossi, tecnico della SPAL, ha parlato in conferenza stampa, sottolineando l’aspetto obiettivi stagionali. Ecco le sue dichiarazioni:

Parlare di obiettivi è un boomerang, rischio di parlare di obiettivi miseri per il valore della rosa ma anche di obiettivi utopistici che ci fanno rimanere poi col cerino in mano. Certo, i playoff non sono un miraggio, la consapevolezza dei mezzi della squadra c’è, a livello di valore può stare negli spareggi promozione, ma guardiamo la classifica ora: meglio  non parlare di niente, se non del Brescia che è l’unica cosa che mi interessa“.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

La Juventus punta Estupinan ma il Brighton fa muro

Pubblicato

:

Juventus Estupinan

La Juventus si sta muovendo già per il mercato di gennaio. Allegri, ormai, ha individuato nel 3-5-2 il modulo giusto su cui puntare per la rinascita dei bianconeri. Come riportato da Eurosport, una delle richieste fatte esplicitamente dall’ex allenatore del Milan è l’acquisto di Pervis Estupinan.

Il laterale ecuadoregno sta sorprendendo al Mondiale e dall’arrivo di De Zerbi ha trovato continuità di buone prestazioni anche al Brighton. I Seagulls, però, non vogliono privarsene e vogliono 20 milioni per l’ex Villarreal anche se il desiderio primario sarebbe quello di trattenere il giocatore e non venderlo dopo una sola stagione di Premier League in Inghilterra.

Continua a leggere

Flash News

[VIDEO] Scontri tra inglesi e gallesi a Tenerife

Pubblicato

:

Tunisia-Australia

Brutta pagina del calcio quanto successo a Tenerife ieri sera: in vista della sfida di settimana prossima, le tifoserie di Galles e Inghilterra, dopo una serie di istigazioni reciproche, si sono scontrate fuori da un pub dell’isola spagnola. Ecco il filmato:

 

Continua a leggere

Bundesliga

Lucas Hernandez avrebbe pensato al ritiro dopo l’infortunio

Pubblicato

:

Lucas Hernandez

Lucas Hernandez si è rotto il legamento crociato nella partita di debutto della Francia al Mondiale contro l’Australia. A sostituirlo è stato il fratello Theo. Il difensore del Bayern si è già operato, con l’intervento chirurgico che è perfettamente riuscito, ma la sua stagione è già finita.

Come riportato da L’Equipe, Lucas avrebbe pensato seriamente al ritiro, dopo essere stato vittima dell’ennesimo grave infortunio ma dopo un colloquio con la madre ci avrebbe ripensato. Vengono così confermate le dichiarazioni del dirigente del Bayern, Hasan Salihamidzic, che vogliono Lucas pronto a tornare più forte e sempre con la maglia dei bavaresi.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969