Connect with us

Calcio Internazionale

Il Trabzonspor degli “italiani” campione di Turchia

Pubblicato

:

Dopo un’attesa di 38 anni il Trabzonspor è di nuovo campione di Turchia. La squadra di Trebisonda conquista matematicamente il titolo in virtù degli 11 punti di distacco nei confronti del Fenerbache a tre giornate dalla fine del campionato.

La squadra allenata da Abdullah Avcı è forse il simbolo di ciò che è diventata la Süper League turca. Un’oasi per molti giocatori dei maggiori campionati europei. Non è però solo una prestigiosa vetrina che permette alle vecchie glorie ormai a fine carriera di splendere un’ultima volta, ma anche un’opportunità di riscatto per quei giocatori che poco hanno brillato in altri contesti.

La rosa della Karadeniz Firtinasi, soprannome della squadra tradotto come La tempesta del Mar Nero è forse quella che più di tutte è pregna di giocatori di questo tipo, di cui molti provenienti dalla nostra Serie A, che si sono ritagliati un posto importante nella storia di questa competizione.

Quanta Serie A a Trebisonda!

In questi ultimi due anni il Trabzonspor ha completamente rivoluzionato il proprio organico. Sono infatti più di 70 le operazioni di mercato in questo periodo, che hanno portato il club ad avere una rosa altamente attrezzata per la scalata vincente. Non passa inosservata ai tifosi italiani la presenza tra i giocatori di vecchie conoscenze del nostro calcio. Su tutti Marek Hamsik. L’ex capitano del Napoli, arrivato a parametro zero dopo essersi svincolato dal Göteborg, grazie a questa sua nuova esperienza è riuscito, a 34 anni, a vincere il suo primo campionato nazionale in carriera.

Ha ancora molto da dare (e lo sta dimostrando) il capocannoniere della squadra Andreas Cornelius. Dopo anni altalenanti fra Atalanta e Parma, il centravanti danese sembra aver trovato in Turchia il luogo adatto per trovare continuità. Sono 15 i gol in campionato, che lo portano al primo posto della classifica capocannonieri del torneo e che, a tre giornate dal termine, può ulteriormente aumentare il suo score.

Sempre dal Parma arriva un altro rinforzo che porta esperienza al gruppo, quello dell’ivoriano Gervinho. Nonostante il durissimo infortunio al legamento crociato, a causa del quale ha terminato anzitempo la stagione, L’ex Roma ha comunque dato il suo contributo nella corsa al titolo nazionale, il suo secondo personale dopo quello ottenuto col Lille in Francia nella stagione 2010/11. Protagonista è un altro ex giallo-rosso, Bruno Peres, che con le sue falcate sulla fascia si è reso indispensabile per la squadra.

É in difesa che si completa la carrellata dei giocatori ex Serie A. Il reparto arretrato è diretto dall’ex Fiorentina Vitor Hugo, ormai alla seconda stagione al club turco, e dall’ex Bologna Stefano Denswil, che in Italia non ha particolarmente colpito mister Mihajlovic.

Un trionfo tanto atteso

Con il pareggio interno per 2-2 contro Antalyaspor alla 35esima giornata di campionato, il Trabzonspor si è laureato campione di Turchia per la settima volta nella sua storia con tre giornate d’anticipo. Un trionfo che libera l’urlo di gioia dei tifosi trattenuto ormai da ben 38 anni. Bisogna infatti risalire alla stagione 1983/84 per l’ultimo trionfo della squadra di Trebisonda, la prima squadra non originaria di Istanbul a vincere il titolo.

Da quel momento in poi una lunga serie di delusioni per i bordo-mavililer. Come quella della stagione 2010/11 in cui il club si vide rimontare in classifica dal Fenerbache chiudendo al secondo posto. Ma non è tutto. A seguito di un clamoroso caso di calcio scommesse il club della capitale  fu ritenuto colpevole da tutti i tribunali ed escluso anche dalla Champions League dell’anno successivo. Incredibilmente il titolo non venne però revocato ai canarini gialli, con i tifosi del Trabzonspor che si sono così visti ingiustamente derubati del titolo. Nelle successive stagioni, inoltre, la squadra subì il blocco del mercato in entrata per non aver rispettato i termini di pagamento di una precedente operazione. Successivamente, nella stagione 2019/20, nonostante il secondo posto in campionato, gli fu preclusa la partecipazione alla Champions per delle violazioni al Fair play finanziario.

Il club può però ora mettersi alle spalle le delusioni di questi ultimi anni e godersi il meritato titolo insieme alla città. Sono già virali le immagini e i video del clima di festa che c’è fra i cittadini. Con Hamsik vero mattatore dei festeggiamenti oltre che in campo.

La Süper Lig è un campionato di culto

Se vogliamo dare uno sguardo anche alle altre squadre del campionato non passeranno inosservati veri e propri giocatori di culto. Molti di questi provengono dal campionato italiano e, rinforzando le file di molte squadre turche, rendono la Süper Lig un campionato estremamente nostalgico, ma anche molto competitivo.

Nel Fenerbache, secondo in classifica, figura l’ex Empoli Miha Zajc in un centrocampo composto anche dall’ex Napoli e Milan Josè Sosa, oltre che da un veterano come Luiz Gustavo. Finito purtroppo fuori rosa Mesut Özil, a causa di dissidi con l’allenatore Ismail Kartal. Sempre restando nelle zone alte della classifica nel Basaksehir figurano Salih Ucan e Leo Duarte, quest’ultimo ancora di proprietà del Milan, e Stefano Okaka a completare un attacco in cui figurano anche Nacer Chadli e Pizzi. Mentre nel Besiktas, oltre Miralem Pjanic in prestito dal Barcellona, sono presenti l’ex fiorentina Rachid Ghezzal, Alex Texeira (che ricorderete essere stato pagato ben 50 milioni dallo Jiangsu Suning nel 2016) e Michy Batshuayi. Anche qui è presente un giocatore fuori rosa ma che ben ricordiamo in Serie A, Adem Ljajic.

Un’altra squadra piena di “italiani”: il Faith Karagümrük

É inoltre presente una vera e propria “enclave italiana” in turchia, il Fatih Karagümrük. La squadra, allenata dal leggendario portiere turco Volkan Demirel, occupa attualmente la settima posizione in classifica. La dirigenza del club sembra aver pescato a piene mani dal nostro campionato.

In porta gioca Emiliano Viviano che comanda una difesa composta da Davide Biraschi, Ervin Zukanovic e dall’ex Inter Caner Erkin. A dettare le geometrie del gioco del club rosso-nero è Lucas Biglia, al club dal 2020 e capitano della squadra. Il reparto avanzato è poi composto, oltre che da Emre Mor e Ahmed Musa, dal nostro Fabio Borini e da Yann Karamoh, autore in questa stagione di 4 gol e 2 assist. Ceduto al Kayserispor, invece, Andrea Bertolacci, che sta però vivendo un’ottima annata con 8 gol in 25 partite.

Balotelli e gli altri “italiani” in Turchia

Come non parlare poi dell’Adana Demirspor, la squadra dove ben sta figurando Mario Balotelli, che con 12 reti è ancora in lotta per il titolo di capocannoniere, sotto la guida del capitano della squadra, l’ex Napoli e Udinese Gokhan Inler. Buona stagione nello stesso club anche per l’ex brescia Bjarnason, autore di 5 reti. Solo due presenze invece per un giocatore di culto come Loïc Remy, l’ex Chelsea arrivato a titolo gratuito a febbraio, dopo che nel 2020 fu a un passo dal Benevento.

Altra squadra non indifferente è l’Antalyaspor che in rosa presenta gli ex milanisti Andrea Poli e Luiz Adriano, oltre a un veterano come Nuri Sahin. Mentre al Galatasaray, che sta vivendo una stagione da dimenticare, oltre il solito Muslera, trova posto in rosa anche Erick Pulgar in prestito dalla Fiorentina. E ancora, come non ricordare altre nostre vecchie conoscenze come Valentin Eysseric al Kasimpasa, Isaac Cofie al Sivaspoor e Godfred Donsah allo Yeni Malatya.

Insomma, un campionato decisamente da non sottovalutare. E se volete una squadra di culto a cui affezionarvi, magari anche per una carriera allenatore su Fifa 22 o su Football Manager, in Turchia non avete che l’imbarazzo della scelta.

 

 

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Pronostico Marocco-Spagna, statistiche e consigli per la partita

Pubblicato

:

Pronostico Marocco-Spagna

PRONOSTICO MAROCCO-SPAGNA, STATISTICHE E CONSIGLI PER LA PARTITA – Qatar 2022 entra nel vivo. Martedì 6 dicembre, alle ore 16 allo stadio Education City Stadium di Al Rayyan, andrà in scena il penultimo ottavo di finale, tra Marocco e Spagna. Analizziamo nel dettaglio le statistiche e il pronostico di Marocco-Spagna, un match che promette spettacolo.

COME ARRIVANO LE DUE SQUADRE

L’inizio della competizione della Spagna, lasciava presagire al meglio. Dopo il 7-0 inflitto alla Costa Rica, infatti, nemmeno i più scettici avrebbero pensato che gli iberici sarebbero passati a fatica, pareggiando 1-1 con la Germania e perdendo 2-1 con il Giappone. Di fronte a Morata e compagni, ci sarà una delle soprese di questo Mondiale, il Marocco di Regragui.

La Nazionale nordafricana, sino ad ora, ha stupito tutti. Dopo il pareggio iniziale con la Croazia, sono arrivate due vittorie in altrettante gare, contro Belgio e Canada. Il Marocco ha passato il girone come prima del raggruppamento e adesso, Ziyech e compagni sono attesi da una partita storica.

I PRECEDENTI TRA MAROCCO E SPAGNA

Sino ad ora, le due Nazionali si sono affrontate soltanto 3 volte nel corso della loro storia. Il Marocco non ha mai vinto, ma l’ultimo incrocio potrebbe far ben sperare i nordafricani. Ai Mondiali del 2018 gli iberici furono costretti a rimontare per ben due volte, prima di fissare il punteggio sul definitivo 2-2.

Prima di allora, ci furono altre due sfide, entrambe vinte dalla Spagna. Nel 1962, nel doppio confronto per l’accesso ai Mondiali, le Furie Rosse si imposero 0-1 in Marocco e ipotecarono il passaggio del turno vincendo 3-2 in casa.

PRONOSTICO MAROCCO-SPAGNA

Sulla carta, e secondo i bookmakers, gli spagnoli sono favoriti. Il segno 2 paga infatti 1,60 volte la posta mentre per il segno X la quota è 3.75 e per il segno 1 6.25. Sino ad ora, il Marocco ha dimostrato di esprimere un bel gioco, che che lascia esprimere al meglio le qualità individuali.  La Spagna, invece è il migliore attacco del torneo e, qualitativamente, una delle migliori squadre dal punto di vista del gioco. Motivo per il quale, il pronostico consigliato è GOAL, cioè entrambe le squadre segnano. In alternativa, ci allineiamo alle previsioni dei bookmakers consigliando il segno 2.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Sterling lascia il ritiro dell’Inghilterra: svelato il motivo

Pubblicato

:

Gulacsi

Stando a quanto riferito da Rai Sport, Raheem Sterling avrebbe lasciato il ritiro della Nazionale inglese perché dei rapinatori armati avrebbero fatto irruzione nella sua abitazione in Inghilterra.

L’attaccante inglese ha voluto accertarsi di persona delle condizioni dei suoi familiari ed è tornato in patria. Nei prossimi giorni non è escluso un suo rientro, in vista del big match contro la Francia di sabato 10 dicembre.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Kane post Inghilterra-Senegal: “Abbiamo mostrato grande maturità”

Pubblicato

:

Harry Kane è intervenuto ai microfoni della RAI dopo la brillante vittoria della sua Inghilterra contro il Senegal.

L’attaccante inglese, che stasera ha trovato il primo gol nella competizione, ha dichiarato:

“Una partita eliminatoria non è mai facile, ma abbiamo mostrato grande maturità. Stasera abbiamo incontrato difficoltà fin dai primi minuti ma, appena abbiamo avuto la possibilità di fare gol, l’abbiamo sfruttata”.

Ai quarti di finale, l’Inghilterra sfiderà la Francia in un match da brividi, in programma sabato 10 dicembre alle 20:00.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Real Madrid, occhi su Rashford in uscita dallo United

Pubblicato

:

Marcus Rashford, attaccante inglese classe 97′ del Manchester United, potrebbe essere venduto durante la prossima finestra di mercato, in modo tale da non perderlo a parametro zero a giugno. Il talento ingelse sta fornendo ottime prestazioni in questo Mondiale, segnando già tre gol nelle due vittorie dell’Inghilterra. Dopo la scorsa stagione al di sotto delle aspettative, è tornato ad essere il giocatore che era prima di infortunarsi nel luglio del 2021. Infatti ha già segnato otto gol tra coppe e campionato attirando così l’attenzione di varie squadre. Stando a quanto riporta il Sunday Mirror il Real Madrid di Carlo Ancelotti sarebbe interessato ad acquistarlo, per rinforzare il reparto d’attacco dato l’infortunio di Benzema. 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969