Connect with us
Infantino: "Mondiale in Qatar per la globalizzazione. E sulla Serie A..."

Flash News

Infantino: “Mondiale in Qatar per la globalizzazione. E sulla Serie A…”

Pubblicato

:

Presente al Festival dello Sport di Trento per un incontro dal titolo “Il calcio e i Mondiali“, insieme a Pierluigi CollinaGianni Infantino ha parlato di molti argomenti inerenti al mondo del calcio con uno sguardo soprattutto alla Serie A e ai prossimi Mondiali in Qatar del 2022. Accolti tra tante polemiche, l’attuale Presidente della FIFA si è soffermato sulla missione umanitaria, oltre che sportiva, che tutta la federazione si impegnerà a portare a termine attraverso la manifestazione. Ha poi parlato dell’Inter, della Juve, della situazione San Siro e della crescita che ha avuto il calcio femminile.

LE PAROLE DI INFANTINO

Inizialmente Infantino si è soffermato sulla particolarità del prossimo Mondiale e su come potrà essere più avvincente dei precedenti.

“Il Mondiale in Qatar sarà diversamente bello. Sarà giocato in inverno dal 21 novembre al 18 dicembre. In Qatar in quel periodo le temperature saranno dai 15 ai 25 gradi. Il fatto di essere all’inizio della stagione e non alla fine farà essere i giocatori più freschi e in forma, rispetto a quanto accade oggi durante Mondiali ed Europei. Vedremo una competizione spettacolare dal punto di vista tecnico ma anche bellissimo da un punto di vista umano perché scopriremo una parte del mondo che non conosciamo”.

Successivamente, ha parlato di come una manifestazione del genere possa promuovere la globalizzazione e su come il calcio possa far aprire il cervello ad alcune persone.

“La mia parola d’ordine è globalizzazione. Questa è la sfida più bella e affascinante: la globalizzazione del calcio, lo sport numero uno al mondo. Spesso però è molto eurocentrico. Dobbiamo cercare di globalizzarlo veramente, la passione per il calcio è in tutto il mondo e deve essere vissuta ovunque. Se mi preoccupa la cultura del Qatar per le donne? No, se c’è qualcosa che può fare aprire il cervello ad alcune persone penso che sia il calcio. Riusciremo a buttare giù delle barriere anche al mondo arabo, che preoccupa un po’ le persone. In Russia le cose sono andate benissimo. In un periodo dove c’è un po’ di crisi delle istituzioni credo che il calcio possa essere una via per avvicinare le persone”.

Passato l’argomento Mondiali, il numero uno della FIFA è passato ad analizzare la situazione delle squadre di Serie A, con un occhio particolare verso quelle che sono state le due protagoniste di questo inizio di campionato: Juventus e Inter.

“L’Inter non ha ancora colmato il gap con la Juve, anche perché i bianconeri hanno vinto. Il campionato pero è ancora lungo, so che sono frasi fatte ma è così. I conti si fanno alla fine comunque”.

Qualche parole, poi, sulla situazione di San Siro.

“Se mi dispiacerebbe la demolizione di San Siro? Bisogna analizzare bene la questione: da nostalgico sì, ma dall’altra parte pensiamo a Wembley: era storico ma è stato ricostruito. Messa da parte la nostalgia e i ricordi Milano, con due squadre molto importanti, meriti uno stadio tra i più belli d’Europa”.

Infine, qualche battuta sul calcio femminile, con una promessa d’investimento per aumentare ancora la crescita che ha avuto nell’ultimo anno.

“Il calcio femminile è una realtà vera, uno sport bellissimo che dà le stesse emozioni di quello maschile. Il Mondiale ha dato grande visibilità: investiremo un miliardo di dollari nei prossimi 4 anni”.

Fonte immagine di copertina: immagine contrassegnata per essere riutilizzata

 

 

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

De Vrij verso l’addio all’Inter: c’è un club spagnolo su di lui

Pubblicato

:

Sono giorni di mercato intensi quelli dell’Inter. La rottura con Skriniar, il tentativo per Smalling, il rinnovo di Acerbi e l’incognita Dumfries: quello difensivo è senza dubbio il reparto che più sarà rivoluzionato nelle prossime sessioni di calciomercato. Ad aggiungersi alla lista è anche De Vrij, il quale vedrà il proprio contratto scadere a giugno 2023.

SIRENE SPAGNOLE PER DE VRIJ

Secondo Nicolò Schira ad aver manifestato il proprio interesse nei confronti del centrale olandese sarebbe il Villareal di Setièn. Il sottomarino giallo è alla ricerca di una figura esperta che possa completare il pacchetto difensivo e avrebbe segnato sul proprio taccuino proprio il nome del classe ‘92. L’idea prendere un giocatore della caratura dell’ex Lazio fa gola ai dirigenti del club spagnolo, il quale vorrebbe attendere giugno per mettere a segno il colpo a zero. 

L’Inter prende tempo, De Vrij si guarda intorno. E il prossimo anno due difensori su tre del reparto nerazzurro potrebbero non essere più giocatori della Beneamata. 

 

Continua a leggere

Flash News

Maleh esce infortunato durante Lecce-Salernitana: le ultime

Pubblicato

:

Non inizia nel migliore dei modi  l’esperienza al Lecce di Youssef Maleh. Il ventiquattrenne marocchino, arrivato in questa sessione di mercato in prestito dalla Fiorentina, è infatti uscito al 55′ minuto della partita contro la Salernitana, in seguito ad un contrasto in cui ha cercato di fermare l’avanzata di Coulibaly (per il quale, ironicamente, è stato anche ammonito).

Il giocatore marocchino è stato trasportato in braccio fuori dal campo dallo staff medico della squadra salentina e sembra avere accusato un problema piuttosto grave alla caviglia, anche se le sue condizioni dovranno essere analizzate attentamente nelle prossime ore.

Continua a leggere

Bundesliga

L’Union Berlino sogna il colpo Isco a parametro zero

Pubblicato

:

Isco

Una vera e propria bomba di mercato quella lanciata da Sky Sport Deutschland, che parla dell’interesse da parte dell’Union Berlino per Isco.

Il club tedesco, che occupa la seconda posizione in Bundesliga, starebbe sognando l’ingaggio dello spagnolo a parametro zero sulla trequarti. Isco è rimasto svincolato dopo i pochi mesi passati al Siviglia, in cui ha collezionato 1 gol e 3 assist in 19 presenze totali.

Il trequartista spagnolo, prossimo ai 31 anni, potrebbe dunque approdare in Germania, dopo un’intera carriera in Liga in cui ha stregato tutti con i suoi numeri nella competizione: 51 reti e 50 assist in 331 presenze.

Continua a leggere

Flash News

Il vice di Gotti: “Holm e Reca si portavano dietro degli infortuni”

Pubblicato

:

vice di Gotti

Lo Spezia cade in casa del Bologna. Le Aquile di mister Gotti non spiegano le ali e incassano un 2-0 all’inglese, a segno per i felsinei Posch e Orsolini. Ad analizzare la debacle dopo la partita è il vice di Gotti Fabrizio Lorieri.

LE PAROLE DI LORIERI

LA SCONFITTA –Le difficoltà sono iniziate già durante la settimana, abbiamo perso diversi elementi. Credo che la squadra in un primo momento abbia anche interpretato bene la gara, abbiamo fatto quello che era nelle nostre possibilità. In campo è stato fatto il massimo, la sconfitta non ci fa piacere”. 

GLI INFORTUNI –Moutinho dovrá fare esami più approfonditi, così come Holm e Reca che si portavano dietro degli infortuni. Abbiamo sentito l’assenza di Ekdal e Bastoni, ma senza dubbio il giocatore che più ci manca é Nzola”. 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969