Connect with us

Flash News

Infortunio Wijnaldum Roma, i tempi di recupero da una frattura della tibia

Pubblicato

:

Wijnaldum

INFORTUNIO WIJNALDUM ROMA – L’esperienza di Georginio Wijnaldum in maglia giallorossa inizia nel peggiore dei modi. Il centrocampista olandese, arrivato nella Capitale dopo un’annata complicata passata al Paris Saint-Germain, rappresentava uno dei grandi colpi della sessione estiva di calciomercato della Roma. Grazie all’eccelso lavoro della propria dirigenza, la Lupa ha drasticamente alzato l’asticella riuscendo ad acquistare profili adatti alle richieste del tecnico José Mourinho: un mix di esperienza ed anche appeal mediatico, con i vari MaticCelikDybala e appunto Wijnaldum che sono sbarcati a Trigoria.

Tuttavia nel calcio, così come nella vita, bisogna sempre fare i conti con gli imprevisti. Nel corso di una sessione di allenamento in vista della prima gara casalinga contro la Cremonese è successo ciò che nessuno si sarebbe mai augurato. In uno scontro di gioco con Felix Afena-Gyan, la tibia di Wijnaldum ha ceduto. Tutti, compreso lo Special One, si sono resi subito conto della gravità dell’infortunio. Un episodio sfortunato che rischia di creare non poche difficoltà ai piani del club giallorosso, che aveva deciso di puntare con decisione sulle qualità del centrocampista classe 1990.

INFORTUNIO WIJNALDUM ROMA – I TEMPI DI RECUPERO

Come annunciato dalla Roma attraverso un comunicato ufficiale, Georginio Wijnaldum ha riportato una frattura composta della tibia destra. Seguiranno ulteriori accertamenti, ma l’olandese sarà sicuramente costretto a rimanere ai box per un lungo periodo. Allo stato attuale non è prevista alcuna operazione; società e calciatore dovranno prendere una decisione in merito. Le ipotesi sul tavolo sono due: operazione immediata, con conseguente stop di circa due mesi e mezzo, oppure terapia conservativa.

La seconda opzione non è da escludere, visto che la nazionale olandese non vorrebbe rinunciare ad uno dei suoi principali punti di riferimento in vista di Qatar2022. Gli Orange credono fortemente che l’ex Liverpool possa unirsi al gruppo entro dicembre, proprio in concomitanza della fase ad eliminazione diretta del Mondiale. Allo stesso tempo, anche il PSG detentore del cartellino spera che Wijnaldum possa recuperare al meglio e il prima possibile. Il club transalpino, che attualmente paga la metà del salario del centrocampista, lo ha ceduto in prestito con diritto di riscatto. Dunque è anche nell’interesse dei campioni di Francia che l’olandese faccia bene in Italia, in modo da alleggerire il proprio monte ingaggi e da liberare un calciatore che non è riuscito ad ambientarsi a Parigi così come ci si aspettava.

La decisione sulla strategia da adottare arriverà a breve. Nel frattempo l’intero ambiente giallorosso non fa mancare la propria vicinanza al calciatore, protagonista di un difficile inizio del nuovo capitolo della sua carriera.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Giroud top scorer della Francia: “Un sogno che avevo da bambino”

Pubblicato

:

Giroud

Con la rete di oggi pomeriggio segnata contro la Polonia negli ottavi di finale, Olivier Giroud diventa il miglior marcatore all-time della Francia, con ben 52 gol. L’attaccante del Milan ha superato la leggenda francese Thierry Henry e sta dimostrando di attraversare un ottimo periodo di forma. Nel post-partita, il centravanti della Francia ha parlato ai microfoni di BeIN Sport:

É il sogno che avevo da bambino. Ora penso soltanto a portare avanti la mia squadra; l’avventura continua. Oggi siamo stati ripagati per gli sforzi fatti“.

Contento per il successo individuale, ma Giroud non dimentica mai il gruppo.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Francia, c’è un record mondiale

Pubblicato

:

Francia

La Francia campione in carica si qualifica ai quarti di finale che giocherà sabato prossimo contro una tra Inghilterra e Senegal.

Nel frattempo i Transalpini si godono il particolare record di prima squadra a qualificarsi per i quarti per la terza volta di fila. Come fatto notare da OptaJean, non era mai successo prima.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Koundé loda la sua Francia: “Vittoria meritata”

Pubblicato

:

Koundé

Jules Koundédifensore francese del Barcellona, ha commentato ai microfoni di TF1 il 3-1 della Francia contro la Polonia. Ha iniziato l’intervista post-partita lodando la prestazione della sua nazionale: “Penso che sia una vittoria meritata, anche se nel primo tempo abbiamo sofferto per un po’ contro una buona squadra”.

Successivamente si è concentrato sulla seconda frazione di gara, quella con più gol: “Credo che, soprattutto nel secondo tempo, siamo riusciti a far male nei momenti importanti. È una vittoria meritata. Abbiamo dovuto cancellare le palle perse e mettere più intensità, questi sono stati i due elementi chiave. Ora siamo contenti di avere tempo per recuperare e poi di prepararci bene per questo quarto di finale. Ci decomprimeremo, quindi ci concentreremo rapidamente su di esso”.

Infine gli è stato chiesto chi preferisse tra Inghilterra e Senegal come avversaria ai quarti: “Non c’è preferenza, torneremo tranquillamente in albergo e guarderemo la partita con attenzione perché amiamo il calcio. È un bel momento vedere tutta la gente dell’hotel festeggiare con noi e applaudirci, è sempre un momento di condivisione”. Riposo meritato per i ragazzi di Deschamps che non hanno sottovalutato l’avversario portandosi a casa il risultato che desideravano.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Zielinski con dispiacere: “Usciamo dopo la nostra gara migliore”

Pubblicato

:

10 CURIOSITÀ SULLA 7ª GIORNATA

Piotr Zielinski, centrocampista polacco del Napoli, ha commentato la sconfitta subita dalla sua Polonia contro la Francia per 3-1 ai microfoni di Rai1. Nelle sue parole possiamo notare dell’amarezza ma anche molto orgoglio per i suoi compagni che hanno dato tutto in campo: “Questa partita è stata fatta bene, preparata bene. È la nostra miglior prestazione in questo Mondiale, purtroppo abbiamo affrontato i campioni del mondo. Qualche volta li abbiamo messi in difficoltà, ma si vedeva che sono troppo forti”. 

Proprio Zielinski avrebbe potuto sbloccare il match, ma Lloris ha respinto il tiro abbastanza centrale, pur avendo gran parte della porta vuota. Gli è stato appunto chiesto di se avesse un po’ di rammarico per quell’occasione sprecata, ma lui si è giustificato dicendo: “Sì, sì, ho voluto tirare forte. Di collo… magari è stata un’idea sbagliata. Peccato, potevo fare gol e potevamo andare in vantaggio. Però forse non sarebbe cambiato tanto”.

Ha concluso l’intervista facendo un bilancio di questo Mondiale: “Positivo, dopo 36 anni siamo usciti dalla fase a gironi. Penso che dobbiamo essere orgogliosi, poi l’ultima gara che abbiamo fatto è stata la migliore, dobbiamo giocare con più coraggio e determinazione, voglia di fare male. Così possiamo fare belle cose”. Infatti quattro anni fa hanno concluso il Mondiale da ultimi nel girone con solo 3 punti, invece quest’anno hanno raggiunto i tanto desiderati ottavi.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969