Connect with us
Southgate stravolge l'Inghilterra: Bellingam verso la panchina?

La nostra prima pagina

Southgate stravolge l’Inghilterra: Bellingam verso la panchina?

Pubblicato

:

Bellingham

L’Inghilterra si sta preparando ad affrontare il delicatissimo match contro il Galles. Domani alle 20 le due squadre si scontreranno per giocarsi l’accesso agli ottavi di finale nell’ultimo match del Gruppo B. Attualmente gli inglesi si trovano in testa al girone a quota quattro punti, seguiti dall’Iran (tre punti), USA (due punti) e Galles (bloccato a quota uno).

CAMBIAMENTI IN VISTA

Possibile che dopo la deludente sfida contro gli Stati Uniti, il c.t. Gareth Southgate apporti dei cambiamenti alla rosa. Secondo il The Sun, il primo stravolgimento potrebbe riguardare la mediana. Jude Bellingham è talentuoso, ma la sua giovanissima età (stiamo parlando di un classe 2003) potrebbe tradire un po’ di emozione e far venir meno l’esperienza necessaria in queste gare. Ecco allora che dalla panchina scalpita Jordan Henderson, il capitano del Liverpool ha collezionato appena ventuno minuti in questo Mondiale, ma è pronto a scendere in campo. In Inghilterra alcuni dubbi di formazione vorticano anche attorno all’attacco. Secondo diversi insiders, uno tra Saka e Sterling potrebbe accomodarsi in panchina, in favore della prima presenza da titolare di Phil Foden.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Brutte notizie per Conte: Lloris out almeno un mese

Pubblicato

:

Lloris

Arrivano brutte notizie dall’infermeria del Tottenham: Hugo Lloris sarà out per il prossimo mese. Un duro colpo, in particolare, per Antonio Conte che dovrà fare a meno del suo portiere in vista della doppia sfida di Champions League contro il Milan, in programma il 14 febbraio e l’8 marzo. Stando a quanto riferito dal quotidiano inglese The Telegraph, l’intervento al ginocchio che subirà l’estremo difensore francese potrebbe tenerlo fuori addirittura per due mesi.

Al suo posto giocherà, con ogni probabilità, Fraser Forster, ex Southampton e Celtic. In maglia biancoverde, in particolare, il portiere inglese ha disputato un match di Champions proprio contro i rossoneri, durante la fase a gironi dell’annata 2013-14.

Continua a leggere

Altri Sport

LeBron James supera Kareem: i 5 canestri più iconici della carriera del Re

Pubblicato

:

Nella notte LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar diventando così il miglior marcatore di tutti i tempi nella storia dell’NBA. Nella partita persa dai suoi Lakers in casa alla Crypto.com Arena contro gli Oklahoma City Thunder, il Re ha riscritto la storia: con un canestro in fade-away ha raggiunto quota 38.388 punti in carriera, aggiungendone due poco dopo, così da superare l’ex Bucks. Riviviamo insieme i cinque canestri più iconici della sua straordinaria carriera.

I 5 CANESTRI PIÙ ICONICI DI LEBRON JAMES – TOMAHAWK DUNK CONTRO MILWAUKEE

Probabilmente la giocata più conosciuta del Re: il celebre passaggio dal suo compagno di mille avventure Dwayne Wade a inizio partita con i Milwaukee Bucks. Questa giocata ha dato vita ad una delle foto più iconiche della storia del basket e non è un caso che ci sia proprio LeBron a schiacciare in contropiede, mentre Wade esulta già a mani aperte.

I 5 CANESTRI PIÙ ICONICI DI LEBRON JAMES – FADE-AWAY DEL PAREGGIO CONTRO GLI WASHINGTON WIZARDS

Come dimenticare uno dei canestri forse più complicati della sua carriera. Immaginiamo il momento: 117-120 per gli Wizards con 3.4 secondi sul cronometro. I Cleveland Cavaliers di LeBron James non hanno più timeout e devono rischiare la giocata. Sarà Kevin Love a lanciare la palla stile football americano per trovare LBJ che riceve spalle a canestro. Trova il tempo di guardare dove si trova, per poi mettere i piedi dietro la linea dei tre punti e sparare una tripla impossibile in fade-away. Risultato? Canestro con sponda sul tabellone e pareggia la partita (poi vinta 140-135) per forzare i tempi supplementari. Un canestro fuori dall’ordinario, un canestro da Re.

I 5 CANESTRI PIÙ ICONICI DI LEBRON JAMES – SCHIACCIATA CONTRO HOUSTON IN MEMORIA DI KOBE BRYANT

LeBron James, come in generale tutti gli amanti del basket, è sempre stato molto legato alla figura di Kobe Bryant. Dopo la sua morte il 26 gennaio 2020, l’ex Miami Heat si è mostrato tra i più commossi durante le celebrazioni allo Staples Center (ora Crypto.com Arena). Qualche giorno dopo la sua morte, esattamente il 7 febbraio 2020, LeBron ha voluto ricreare una schiacciata che fece lo stesso Kobe ben diciannove anni prima. Il Re ruba palla, parte indisturbato in contropiede e piazza una schiacciata all’indietro sullo stesso parquet, nello stesso canestro di Kobe Bryant. Un tributo apprezzato da tutti i tifosi, una schiacciata che verrà ricordata da tutti con un significato particolare.

I 5 CANESTRI PIÙ ICONICI DI LEBRON JAMES – POSTER SU JASON TERRY

Bisogna dire che LeBron James potrebbe riempire le pareti di casa sua con tutti i poster che ha collezionato in carriera, ma probabilmente il più iconico e “cattivo” è quello contro i Boston Celtics nel 2013. I suoi Miami Heat rubano palla e dopo aver ricevuto da Mario Chalmers, Norris Cole alza per LBJ che arriva a schiacciare sulla testa di Jason Terry. Il giocatore dei Celtics prova a saltare per contrastarlo, ma c’è poco da fare. Dopo aver aggiunto alla sua collezione uno dei poster più conosciuti della storia dell’NBA, James guarda per terra il povero Terry, spazzato via dal suo strapotere fisico. Dominante e fisicamente incontenibile sono due definizioni che probabilmente contraddistinguono il Re.

I 5 CANESTRI PIÙ ICONICI DI LEBRON JAMES – BUZZER BEATER NELLA VITTORIA CONTRO I MAGIC NEL 2009

Si poteva mettere il fade-away di questa notte come ultimo canestro iconico, ma sarebbe troppo scontato. La scelta ricade su uno dei buzzer beater più decisivi della carriera di LBJ. Contro Orlando nel 2009, sul punteggio di 95-93 per i Magic con un 1.0 sul cronometro, la palla arriva al Re. La serie di playoff era partita male, sotto 1-0 dopo la prima sconfitta in casa e ci pensa proprio James a pareggiare momentaneamente la serie (poi persa 2-4). Rimessa per i Cavaliers, palla a LeBron che in “catch and shoot” spara da tre punti e sancisce la vittoria dei suoi Cavs per 96-95. Un buzzer beater da ricordare, il primo della sua carriera, per LBJ, nonostante poi la serie si sia conclusa con una sconfitta alle finali di conference.

Continua a leggere

Flash News

Le designazioni arbitrali della 22esima giornata di Serie A

Pubblicato

:

Alle porte della ventiduesima giornata arrivano le designazioni arbitrali per una giornata che potrebbe risultare già decisiva per la corsa alla Champions League. Il big match tra Lazio e Atalanta ci saprà dire molto sulla condizione fisica e mentale delle due squadre, una partita che potrebbe rivelarsi molto accesa e sarà condotta da Daniele Orsato di Vicenza. Queste le altre designazioni per l’intero weekend di A:

MILAN – TORINO

AYROLDI

LO CICERO – SCARPA M.

IV:      VOLPI

VAR:     CHIFFI

AVAR:       PRONTERA

EMPOLI – SPEZIA

GIUA

ALASSIO – COLAROSSI

IV:      GARIGLIO

VAR:     DI PAOLO

AVAR:       PATERNA

LAZIO – ATALANTA

ORSATO

PALERMO – MOKHTAR

IV:     RAPUANO

VAR:     PAIRETTO

AVAR:     MARINI

LECCE – ROMA

AURELIANO

VECCHI – PERROTTI

IV:       SACCHI

VAR:      GUIDA

AVAR:       PRONTERA

BOLOGNA – MONZA

ZUFFERLI

BINDONI – PAGLIARDINI

IV:     MASSA

VAR:     MARIANI

AVAR:      DI MARTINO

JUVENTUS – FIORENTINA

FABBRI

MELI – PERETTI

IV:      CAMPLONE

VAR:     MAZZOLENI

AVAR:     MUTO

NAPOLI – CREMONESE

MASSIMI

BERTI – BOTTEGONI

IV:     MARCENARO

VAR:      BANTI

AVAR:       DOVERI

UDINESE – SASSUOLO

PEZZUTO

BRESMES – MASSARA

IV:      DI BELLO

VAR:     MARINI

AVAR:     LONGO S.

SAMPDORIA – INTER

MARESCA

ROSSI M. – ROSSI C.

IV:     FELICIANI

VAR:     DOVERI

AVAR:       PAGANESSI

VERONA – SALERNITANA

VALERI

VIVENZI – DE MEO

IV:       ABISSO

VAR:      ABBATTISTA

AVAR:      MARIANI

Continua a leggere

Flash News

Inter, Cordoba sulla corsa scudetto: “C’è ancora lo scontro diretto col Napoli”

Pubblicato

:

Il campionato di Serie A sta avendo per il momento un solo padrone: il Napoli di Spalletti sembra non volersi fermare più, addirittura a +13 dall’Inter seconda. Un dominio incontrastato, che però secondo Ivan Cordoba, ex difensore centrale nerazzurro, non sarebbe ancora definitivo. Un corsa scudetto che, leggendo le parole del colombiano su La Gazzetta dello Sport, non sarebbe ancora chiusa.

CORSA SCUDETTO – “Loro sanno di essere forti e di poter recuperare terreno, poi c’è anche lo scontro diretto col Napoli, verso la fine, che potrebbe anche essere decisivo tra qualche mese per la corsa scudetto”.

SULL’INTER – “Io dico che l’Inter non mollerà, che ci crederà fino alla fine, come è sempre stato. Se gli altri saranno più forti allora vinceranno, ma dovranno dimostrarlo sul campo visto che manca ancora molto. L’Inter ha vinto un trofeo, è in semifinale di Coppa Italia e pure in Europa può fare strada e giocarsi le sue carte. Io non ho dubbi: l’Inter resterà viva finché l’aritmetica lo permetterà”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969