Connect with us

La nostra prima pagina

Inizia il Roland Garros, due settimane di grande tennis

Pubblicato

:

Oggi, domenica 28, prende il via l’edizione numero 116 dell’Open di Francia. Il secondo Slam dell’anno nonché l’unico sulla terra rossa. Il Roland Garros si presenta in un momento particolare della stagione, caratterizzata da alti e bassi sia per quanto riguarda gli uomini che le donne.

I BIG

Il torneo maschile parte con un favorito d’obbligo. Si tratta di Rafa Nadal. Lo spagnolo ha dominato la stagione sulla terra nonostante lo scivolone con Thiem a Roma e più in generale è stato il migliore fin qua nel 2017. Solo uno straordinario Federer è stato al suo livello nei primi 3 mesi dell’anno. Il grande assente invece sarà proprio Federer, che dopo aver saltato tutti i tornei sulla terra, ha preferito non andare neanche a Parigi per preservarsi. Nadal è a caccia del decimo titolo al Roland Garros. Sarebbe un’impresa leggendaria. Mai nessuno infatti è arrivato a vincere così tante volte in un solo torneo dello Slam.

Ad impedire ciò a Nadal ci sarà Djokovic. Il serbo a Roma è parso in netto miglioramento rispetto all’inizio dell’anno, nonostante ancora troppi alti e bassi psicologici. Lo stesso Nole ha ammesso che il suo problema è di testa. Per questo ha deciso di collaborare con il grande Andre Agassi anche se pare solo per Parigi. L’americano è uno che nella sua carriera ha avuto problemi e si è ripreso tornando a vincere quindi può essere l’uomo giusto per lui. Solo il campo potrà dire altro, Djokovic rimane fuori da ogni pronostico proprio per questo grande punto interrogativo.

Un altro decisamente in crisi è Murray. Il numero 1 del mondo in questo 2017 è parso decisamente non in palla. Ha fallito praticamente tutti i grandi appuntamenti dell’anno e sembra difficile che possa riprendersi proprio a Parigi. Negli ultimi due anni si è scoperto anche terraiolo con la finale dell’anno scorso ma sembra comunque indietro rispetto agli altri. La cura Lendl può guarirlo come ha fatto nella seconda parte del 2016.

LE POSSIBILI SORPRESE

Tanti possono essere gli outsider. Il ventenne tedesco Zverev dopo la vittoria di Roma è candidato per arrivare in fondo anche lui, quanto in fondo non possiamo dirlo. Il fattore terra e 5 set sono due variabili troppo forti che possono influire sui risultati di Zverev come di chiunque altro. Uno che sa come vincere il Roland Garros è Stan Wawrinka. Anche lo svizzero ha il gioco per arrivare in fondo al torneo parigino ma è stato troppo altalenante quest’anno per aspettarsi qualcosa di più da lui. L’unico in grado di battere Nadal sulla terra a Roma deve essere per forza candidato per arrivare in fondo. Si tratta dell’austriaco Thiem. La vera domanda è se sarà quello devastante visto contro Rafa o quello spento del giorno dopo contro Djokovic.

Non dimentichiamoci mai dei vari Nishikori, Cilic, Raonic Del Potro. Tutti tennisti in grado di arrivare in fondo in qualsiasi torneo. Tra questi ci sono due vincitori di Slam e due finalisti. Ovviamente non partono tra i primi favoriti ma attenzione anche a loro. La seconda settimana la raggiungono sempre.

GLI ITALIANI

Saranno 5 gli azzurri al via. Si tratta di Fognini, Lorenzi, Seppi, Bolelli e Napolitano. Questi ultimi due passati dal tabellone di qualificazione. Fognini, il nostro numero uno, è l’unico che parte da testa di serie nel torneo. Il ligure esordirà con la giovane promessa del tennis americano Tiafoe. Non dovrebbero esserci molti problemi per Fabio che sembra molto in forma negli ultimi mesi. Attenzione però perché il primo turno di un torneo riserva sempre insidie, quindi Fognini dovrà dare il massimo, cosa che non sempre accade. Sembra che il cambio di allenatore gli abbia giovato quindi ci aspettiamo che raggiunga almeno la seconda settimana al Roland Garros, dove ha anche raggiunto il suo miglior risultato in uno Slam. Vittorie che Fognini potrà dedicare al neo-nato figlio Federico avuto da Flavia Pennetta, cui facciamo i nostri migliori auguri.

Al secondo turno ci potrebbe essere subito un derby azzurro se Fognini vincerà contro Tiafoe e Seppi batterà il colombiano Giraldo. Non un cliente facile per Andreas che ha bisogno di ritrovare la fiducia. Non un grande 2017 per lui fin qua colpa anche degli infortuni. Sicuramente la terra avvantaggerà Giraldo, esperto terraiolo, ma Seppi in condizione può batterlo. Lorenzi giocherà il suo match d’esordio contro il lituano Berankis. In questo caso il favorito è Paolo soprattutto grazie alla terra, da sempre sua alleata.

Match sicuramente più difficili quelli che aspettano Bolelli e Napolitano. Simone vuole ritornare nel circuito principale e abbandonare i challenger. Affronterà il francese Mahut, noto doppista ma che anche in singolare ha ottenuto discreti risultati. Gran servizio ma poco gioco da fondo campo. Bolelli dovrà dare il massimo se vorrà avere qualche chance di vittoria. La partita più difficile è quella di Stefano Napolitano che dovrà vedersela con Misha Zverev, fratello di Alexander. Si tratta dell’esordio assoluto in un main draw di uno Slam per il tennista piemontese. Il tedesco possiamo definirlo un veterano del circuito che sta ritrovando buoni risultati spinto anche dal fratello sicuramente con un futuro più promettente.

IL TABELLONE

Come sappiamo negli Slam non esistono i bye quindi tutti gli iscritti partono dal primo turno. Molti gli incroci interessanti già nei primissimi giorni. Da segnalare due match per intenditori. Baghdatis-Almagro, due tennisti in fase di discesa che per anni ci hanno deliziato con il loro talento. Ancora con più talento è il match tra Thiem e Tomic. Due giovani del circuito che aspirano a grandi risultati.

Tutti facili sulla carta i match d’esordio dei big. Con particolare attenzione a Djokovic-Granollers e Nadal-Paire. Due match che sicuramente valgono più di un primo turno Slam. Da seguire soprattutto perché due big come Nole e Rafa preparano il torneo per arrivare in fondo e usano i primi match per carburare quindi attenzione a qualche possibile sorpresa. Ancora una volta i due rivali si trovano nella stessa parte di tabellone con un possibile scontro in semifinale ricco di significati. Mentre dall’altra parte la semifinale possibile è Murray-Wawrinka. Il sogno azzurro è un terzo turno tra lo svizzero e Fognini, sarebbe un match molto interessante.

Le premesse ci sono tutte ora sta ai tennisti dare spettacolo in questa edizione del Roland Garros che può farci capire molto sulle sorti della stagione in corso. Da Nadal a Djokovic, i giovani che spingono, gli azzurri che vogliono far bene, tutto racchiuso in due settimane a Parigi.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Roma-Shomurodov, Monza e Torino fiutano il colpo!

Pubblicato

:

Shomurodov

Anche a Mondiale in corso c’è spazio per il calciomercato, e questa volta c’entra la Roma di Mourinho impegnata nella tournèe giapponese.

Secondo quanto riportato da TuttoMercatoWeb, i giallorossi non sono disposti a cedere in prestito l’attaccante Eldor Shomurodov, bensì si potrebbe incanalare una trattativa solo qualora si parlasse di cessione definitiva.

Tuttavia l’ex-Genoa ha catturato l’interesse di Monza Torino che hanno chiesto informazioni sullo stesso calciatore.

Shomurodov è sempre più lontano nelle gerarchie del tecnico portoghese, complici le sole 6 presenze in SerieA con nessuna rete all’attivo, mentre è riuscito a sbloccarsi in Europa League in casa del Ludogorets.

Continua a leggere

Flash News

Italia, Mancini. “Il Mondiale senza noi non è lo stesso!”

Pubblicato

:

Mancini

In questa serata Mondiale c’è anche un pò di Italia, grazie alla presenza di Roberto Mancini agli studi Rai, il quale ha fatto il punto della situazione su ciò che abbiamo visto in questo Qatarr 2022 fino ad ora.

“Finora il bel gioco si è visto, ma è complicato proporlo. Perdere la prima gara rischia di mandarti fuori subito. Per questo non si prendono rischi, c’è più tensione e meno spettacolo.
È un mondiale strano, con le Nazionali che sono arrivate senza preparazione. Questo è uno dei motivi per il quale non c’è molto bel gioco: probabilmente arriverà nel corso del torneo. Con cinque giorni di preparazione si riesce a fare davvero poco. Quanto fa male l’assenza dell’Italia in questo Mondiale? Non abbiamo vinto le due gare che avremmo dovuto vincere. È un grande dispiacere, ma speriamo che sia d’aiuto. Anche perché il Mondiale senza l’Italia non è un Mondiale. Abbiamo fatto bene con la vittoria dell’Europeo dove non eravamo la squadra più forte. Abbiamo il record di gare senza sconfitte. Poi c’è stato l’inghippo con la Svizzera dove meritavamo di vincere. Abbiamo commesso degli errori che ci sono costati troppo cari”

Continua a leggere

Flash News

Il giornalista terrorizza la Juventus: “Situazione pericolosa come quella del 2006”

Pubblicato

:

Juventus

Il terremoto in casa Juventus ha destabilizzato il mondo bianconero. A seguito di un rapidissimo Cda straordinario, tutte le cariche più importanti della dirigenza si sono dimesse dai propri ruoli. La motivazione è ancora sconosciuta ufficialmente, anche se alcune voci ipotizzano dei guai seri a bilancio. In molti, quindi, si stanno chiedendo i reali motivi che si celano dietro la vicenda e diversi tifosi cercano risposte sui social.

“COME NEL 2006”

In questo senso, le risposte provenienti dal web non sono rassicuranti, anzi. Farà scalpore un Tweet del noto giornalista Tancredi Palmieri che preoccupa tutto l’ambiente bianconero. In poche righe, Palmieri terrorizza il tifo Juventino con le seguenti parole.

Secondo il direttore di Sky Italia, la situazione della Juventus potrebbe essere pericolosa come quella del 2006, qualcosa di enorme sta per scoppiare”.

Ricordiamo che nel 2006 la compagine bianconera venne retrocessa in Serie B a seguito dello scandalo Calciopoli.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

Luis Enrique da Twitch: “Francia e Brasile le favorite, ma non abbiamo paura!”

Pubblicato

:

Luis Enrique

Ormai le dirette Twitch di Luis Enrique stanno diventando molto celebri, rivoluzionando anche un po’ i metodi della comunicazione tra tifosi e squadre di calcio.

Dopo la bella partita culminata con un pareggio conro la Germania in cerca disperata di punti, l’allenatore della Spagna è tornato a comunicare con i suoi tifosi sulla celebre piattaforma di streaming.

Le favorite per il Mondiale sono ovviamente Francia e Brasile. Hanno vinto le prime due partite ed è così. Però non abbiamo paura di nessuno, abbiamo giocato di recentre contro la Francia e punteremo a batterli. Noi intendiamo fare i punti che servono per passare il girone, intanto”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969