Come sappiamo, l’Inter ha appena ultimato la cessione di Achraf Hakimi al Paris Saint-Germain per circa 70 milioni di euro. La società di Viale della Liberazione, però, non si è fermata un secondo ed ha subito avviato i casting per sostituire il treno marocchino. Abbiamo già parlato in un precedente articolo di tutti i possibili nomi per le corsie esterne nerazzurre, ma dopo pochi giorni possiamo dare aggiornamenti importanti sulla questione Héctor Bellerin.

BELLERIN HA UFFICIALMENTE CHIESTO LA CESSIONE

Il terzino destro classe 1995 ha ufficialmente chiesto la cessione all’Arsenal. Non possiamo che interpretarlo come un segno di apertura verso i campioni d’Italia, che però non hanno ancora presentato un’offerta vera e propria al club londinese. Conosciamo perfettamente i problemi finanziari in cui naviga la società di proprietà Suning. La cessione di Hakimi probabilmente non basterà a coprire l’intera finestra di mercato e ne dovranno seguire altre se l’Inter volesse poi concentrarsi sulla campagna acquisti. Le due società dovranno lavorare soprattutto sulla formula dell’operazione. I nerazzurri chiedono un prestito con diritto di riscatto, consapevoli dei problemi fisici che tormentano lo spagnolo. Il club londinese, invece, ha aperto solo ad un prestito con obbligo di riscatto a venti milioni. E’ chiaro che, vista la necessità di spendere anche per la fascia sinistra, l’Inter non possa pagare così tanto un unico giocatore in questo momento. Héctor Bellerin ha fatto la prima mossa del domino, ora tocca a Marotta & co fare la seconda, sperando in uno sconticino da parte dell’Arsenal.

L’ESTERNO DESTRO PERFETTO PER SIMONE INZAGHI

Héctor Bellerin è senza dubbio il giocatore più vicino al prototipo ideale di esterno destro di Simone Inzaghi. Esattamente come Manuel Lazzari, lo spagnolo è più propenso alla fase offensiva che alla fase difensiva, ma nelle ultime stagioni ha sviluppato anche una buona tecnica da difensore. Un terzino alto solo 1,78 m, ma proprio per questo agilissimo e capace di arrivare fino a fondo campo per cercare in mezzo la coppia di bomber Lukaku-Lautaro Martinez. Questa sua abilità nei cross e nei passaggi decisivi gli ha permesso di siglare 36 assist in 284 partite con l’Arsenal. “Solo” 14 gol, ma ricordiamo che in Inghilterra gioca da terzino puro. All’Inter sarebbe più un’ala che un difensore.

(fonte immagine in evidenza: GettyImages)