Connect with us
Numeri storici per l'Inter: sarà incasso da record nel ritorno dell'Euroderby

Champions League

Numeri storici per l’Inter: sarà incasso da record nel ritorno dell’Euroderby

Pubblicato

:

Inter

L’Euroderby di Champions tra Milan e Inter sta mandando letteralmente in delirio i tifosi delle due squadre milanesi. In occasione del match d’andata andato in scena questa settimana, i rossoneri hanno registrato un record di incassi pari a 10 milioni e mezzo di euro. Come riporta La Gazzetta dello Sport, l’Inter si appresta a “sbriciolare” tale cifra per il secondo atto che andrà in scena martedì prossimo alle ore 21:00. Difatti, per accontentare le richieste dei tifosi nerazzurri servirebbe un numero sette volte più grande della capienza di San Siro:

“Ci si aspetta che i 12 milioni di incasso saranno abbondantemente raggiunti e il record sarà aggiornato. L’ultimo Clasico di Liga al Camp Nou ha fatto incassare 8,2 milioni con 95.745 spettatori: è stato il top di sempre in Spagna; un’inezia in confronto a Inter-Milan. Di fronte a questa richiesta definita “epocale” l’Inter ha cercato, da un lato, di premiare i veterani del tifo a San Siro, ma dall’altro ha voluto colpire con decisione certi tifosi—bagarini. Purtroppo sono stati tanti, al punto da costringere il club ad intervenire con una nota ufficiale: la società ha infatti comunicato che impedirà di rinnovare l’abbonamento ai tesserati che, dopo avere acquistato legittimamente biglietti per parenti e amici in fase di prelazione, li hanno poi rivenduti a prezzo maggiorato sui canali del secondary ticketing”.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Champions League

ESCLUSIVA – Giovanni Bia: “Inter, il campionato è chiuso. Su Napoli-Juve…”

Pubblicato

:

Inter, in foto: Hakan Calhanoglu, Denzel Dumfries, Nicolò Barella, Stefan De Vrij, Carlos Augusto, Lautaro Martinez, Marcus Thuram, Benjamin Pavard Serie A Champions League

ESCLUSIVA GIOVANNI BIA – Giovanni Bia è stato un difensore rilevante del panorama calcistico italiano degli anni ’90. Il classe ’68 ha indossato le maglie di vari top club del Belpaese, come il Napoli e l’Inter, passando per realtà solide del nostro campionato, come ParmaUdineseBologna, tra le altre.

Oggi è un agente sportivo e assiste giocatori come Andrea Cambiaso, che sarà impegnato nel big-match contro il Napoli. Pertanto, Bia ha rivelato in esclusiva alla nostra redazione la sua preferenza in vista della gara, oltre ad analizzare il percorso di esponenziale crescita degli uomini di Inzaghi e le situazioni dubbie tra promozioni e retrocessioni in Serie A Serie B. Di seguito riportata l’intervista esclusiva di Giovanni Bia ai microfoni di Numero Diez.

ESCLUSIVA GIOVANNI BIA – IL PERCORSO DELL’INTER

Il campionato di Serie A è già indirizzato a favore dell’Inter?

“Sì, i discorsi sono chiusi. È davvero difficile che l’Inter possa inceppare in qualche passo falso, senza escludere la possibilità di sconfitte. Ha 12 punti di vantaggio, troppi, considerando che significherebbe perdere 4 partite”.

nerazzurri possono arrivare nuovamente in finale di Champions League?

Per me sì. L’Inter di Inzaghi ha vissuto una trasformazione veramente molto importante nell’arco degli ultimi 3 anni. Inizialmente praticava un gioco stantio e di posizione, mentre ora fa un calcio molto molto bello, al quale non eravamo abituati in Italia. Tutti partecipano al gioco, le mezzale diventano trequartisti. Hanno tutte le capacità per arrivare di nuovo in finale. Tuttavia, bastano episodi ai quarti o in semifinale e puoi uscire da un momento all’altro. Però, la Beneamata ha tutte le carte in regola per arrivare in finale anche quest’anno”.

ESCLUSIVA GIOVANNI BIA – LA PROMOZIONE DEL PARMA

La promozione del Parma in Serie A è ancora in discussione oppure ormai è cosa fatta?

“Nel calcio, soprattutto in Serie B, tutto è sempre in discussione. Mancano ancora 11 partite e, di conseguenza ci sono ancora 33 punti in palio. Tutto può succedere. Però, personalmente, mi auguro con tutto il cuore che il Parma possa centrare l’obiettivo. In primis per mister Pecchia, mio grandissimo amico ed ex compagno di squadra, perché è una persona straordinaria e un grande allenatore. Mi vanto di essere suo amico. Inoltre, anche la città e i tifosi lo meritano dopo tanti anni di purgatorio nel campionato cadetto”.

ESCLUSIVA GIOVANNI BIA – IL NUOVO NAPOLI

Alla luce delle ultime prestazioni, il Napoli è in ripresa? Cosa possono fare gli azzurri in questo finale di campionato, spinti anche dal pubblico che lei conosce bene?

“Il nuovo allenatore ha diffuso coraggio ed entusiasmo nello spogliatoio, oltre alla spensieratezza che contraddistingueva già la squadra di Spalletti. Quindi, li vedo in grande risalita, come dimostrato a Sassuolo qualche giorno fa. Hanno disputato una partita con la P maiuscola perché, nonostante i demeriti neroverdi, ci sono tantissimi meriti del Napoli. Calzona sta portando tranquillità, valorizzando i grandi singoli che ci sono in rosa. Se si ritrova questo spirito, è  una squadra che può dare molto fastidio“.

Da ex giocatore del Napoli e, al tempo stesso, agente dello juventino Cambiaso, per chi tiferà domenica?

Spero molto per Andrea, come succede sempre per i miei giocatori. I miei assistiti sono anche miei amici e persone con cui ho un rapporto straordinario. Vincere questa partita gli darebbe spinta in campionato e nella corsa Chammpions”.

ESCLUSIVA GIOVANNI BIA – LA CRISI UDINESE

L’Udinese sta deludendo le aspettative ma, alla fine, riusciranno a mantenere la categoria?

“Credo di sì, l’Udinese uscirà con tranquillità da questa zona di classifica. Non è facile fare bene e ripetersi per molti anni, guarda il Sassuolo. Tuttavia, i friulani hanno tutte le possibilità per allontanarsi dalla posizione in cui sono e portare a casa la salvezza senza problemi”. 

Continua a leggere

Champions League

Lewandowski avvisa il Napoli: “Se giocheremo come all’andata passeremo noi”

Pubblicato

:

Juan Jesus e Lewandowski, giocatori di Napoli e Barcellona, Serie A, La Liga, Coppa Italia, Champions League, EURO2024

LEWANDOWSKI AVVISA IL NAPOLI – Il Napoli è avvisato, parola di Robert Lewandowski. E se a dirlo con così tanta convinzione e fermezza è proprio il bomber polacco, allora bisogna cominciare a studiare delle serie contromisure in vista della partita di ritorno. Il 13 marzo prossimo lo Stadio Olimpico Lluís Companys de Montjuic sarà una bolgia per spingere i propri beniamini al passaggio del turno. Ed è proprio in queste notti europee che Lewandowski si esalta maggiormente, come ha raccontato ai canali ufficiali del Barcellona.

SENSAZIONI –Mi sento bene, ho vinto tante cose e segnato tanti gol. Ora sono felice e contento. La squadra però deve segnare di più, io per primo. Segnare di più significa vincere più partite. E poi è arrivato non solo il momento di vincere, ma anche quello di giocare meglio perché ora arrivano le partite importanti”.

NAPOLI E PASSAGGIO DEL TURNO – All’andata abbiamo giocato molto bene, soprattutto nei primi 30 minuti. Ci è mancato solo il secondo gol. Se giocheremo la gara di ritorno come quella prima mezzora di Napoli penso che riusciremo a vincere e passare il turno. Il Napoli resta comunque una squadra pericolosa, con buoni giocatori, ma noi possiamo solo vincere”.

Mi sa che Rrahmani e Juan Jesus, i due probabili designati alla marcatura sul numero nove, non dormiranno sonni tranquilli in vista del 13 marzo. Anzi tutt’altro, si prospetta una serata tra le più difficili della loro carriera.

Continua a leggere

Champions League

UEFA, che stangata per il Bayern: maxi multa e trasferta vietata

Pubblicato

:

UEFA

UEFA, PUNIZIONE PESANTISSIMA PER IL BAYERN – L’UEFA Control, Ethics and Disciplinary Body ha reso pubbliche le sanzioni ufficiali circa gli avvenimenti durante la partita di andata degli ottavi di Champions League tra Lazio e Bayern Monaco. I fatti, risalenti a mercoledì 14 febbraio, giorno del match, hanno visto protagonisti i tifosi ospiti in modo molto negativo. Come si evince dal comunicato, i sostenitori bavaresi sono stati ritenuti responsabili di comportamento antisportivo nei confronti dei tifosi di casa. Ecco i punti salienti del comunicato ufficiale.

I PROVVEDIMENTI UFFICIALI

Il lancio di oggetti e l’accensione di alcuni fumogeni hanno procurato una sanzione pecuniaria per la società tedesca pari 50.750 euro complessivi, ma soprattutto il divieto di partecipare alla prossima trasferta europea. Un pesante fardello per il Bayern Monaco, che in primo luogo dovrà curarsi di ribaltare il risultato di andata tra le mura amiche. Match di ritorno in cui non sarà presente Dayot Upamecano, il difensore francese espulso in occasione del rigore assegnato alla Lazio. Per lui la canonica squalifica di una giornata, come da regolamento per le espulsioni per eccessiva imprudenza. Con l’augurio in casa biancoceleste che la prossima trasferta europea in cui ritorneranno i tifosi tedeschi sarà la prima della nuova Champions League 2024/25.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

De Laurentiis attacca: “La Juve non merita il Mondiale per Club!”

Pubblicato

:

De Laurentiis Napoli

DE LAURENTIIS – Aurelio De Laurentiis non le manda a dire nei confronti del sistema calcio internazionale. Il numero uno del Napoli ha inveito contro l’attuale organizzazione, sostenendo come l’attuale impalcatura che regge questo sport è da rivedere quantomeno da un punto di vista economico e finanziario. A suo modo di vedere il calcio dovrebbe tornare a essere più sostenibile. Attualmente, però, non esistono le condizioni perchè questo avvenga. Di seguito, proponiamo tutte le sue parole riferite ai microfoni del Financial Times:

Il calcio è malato. Ma perché è malato? Perché l’economia del calcio è malata. I campionati e le squadre non sono in grado di competere dal punto di vista finanziario. In questo modo, i campionati non hanno la facoltà di produrre abbastanza. Quindi, ad esempio, la Uefa può dire “okay, ora in Champions League stanziamo €2,4B, in Europa League più di 500M e nella Conference League più di €238M. Ma se tutte le squadre sono indebitate questo vuol dire che questa somma di denaro non è sufficiente. Quindi questo non è un calcio sostenibile. Non solo non è sostenibile, ma disputiamo anche tante gare. Quindi, quando questo accade, è come se buttassi tutto all’aria. Finisci per non accattivare più il pubblico“.

Il presidente del Napoli ha poi aperto una parentesi sulla Juventus e sulle problematiche che i bianconeri hanno riscontrato nelle ultime stagioni, a partire dalla esclusione alle coppe europee di questa stagione.

ADL SULLA JUVENTUS – “Mi spiace per loro, che sono stati punti dalla UEFA ed estromessi dalle coppe: se dovessimo battere il Barcellona e poi fare una vittoria o un pareggio, di diritto dovremmo andare noi al Mondiale per Club. Ma penso che il Napoli dovrebbe andarci comunque, perché se la Juve è fuori dalle coppe europee non dovrebbe essere ammessa al Mondiale per Club“.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969