Dove trovarci

Inter, infortunio alla caviglia per Sanchez. Il CT:” Una botta dura”

Il rischio delle Nazionali è esattamente questo: partire sani e integri e tornare acciaccati. È un grande classico che puntualmente si abbatte senza pietà sulle società che mandano i propri giocatori in giro per il mondo.

L’ultimo in ordine cronologico ad aver alzato bandiera bianca con la propria nazionale è Alexis Sanchez. Il cileno, arrivato all’Inter in prestito nei giorni finali del calciomercato, si è infortunato nei minuti conclusivi di Colombia-Cile. Il fato ha voluto che nello stesso match uscisse per infortunio anche Duvan Zapata, attaccante colombiano dell’Atalanta che al 23′ è uscito dal campo per un problema muscolare la cui entità va ancora verificata.

“UNA BOTTA DURA”

È invece all’88’ che Sanchez ha alzato bandiera bianca. Nessun contraccolpo muscolare per l’esterno offensivo, bensì un problema alla caviglia sinistra. Per avere certezze sulla gravità del problema bisognerà aspettare gli esami clinici, intanto il CT cileno Reinaldo Rueda ha parlato così:

Sanchez sembra aver subito una dura botta alla caviglia. Domani(oggi ndr) valuteremo a freddo le condizioni di tutti. Ora dobbiamo preparare la prossima partita, dato che affronteremo un avversario con caratteristiche diverse (la Guinea ndr).”

Per Sanchez sinora sono appena 129 i minuti giocati con la maglia dell’Inter, divisi in 3 partite di Serie A e una di Champions League. Una rete, un assist e un’espulsione per doppia ammonizione all’attivo. 
Proprio nel momento in cui era pronto ad entrare stabilmente nelle rotazioni di Conte, l’infortunio potrebbe frenarlo molto. Ma l’ultima parola sarà quella degli esami medici. 

 

Fonte immagine di copertina: profilo Instagram Sanchez

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Flash News