Connect with us

Flash News

Inter, Matthaus accende il derby: le parole su Lautaro!

Pubblicato

:

La vigilia del Derby di Milano è quello della trepidazione, quello dell’ansia e delle unghie che vengono mangiate dal nervosismo. Una delle partite potenzialmente più spettacolari dell’anno sta per andare in scena, e da Dubai Lothar Matthaus fa il suo pronostico su chi potrebbe essere l’uomo decisivo, facendo una chiosa sul percorso in Champions dell’Inter.

LA SETTIMANA DELL’INTER

Prima il Derby e poi il Bayern. Sono giorni bellissimi. È per partite come queste che amiamo il calcio, mi manca giocarle. San Siro, poi, nel derby è unico per questa rivalità che accende la città. La sfida col Milan è la cosa più bella che mi porto dall’Italia, assieme a quella a Napoli contro il mio amico Diego. I miei derby giocati in passato? Ne ho vinti tre, nell’anno dello scudetto col Trap è stato un successo chiave, poi l’anno dopo ho segnato in un 1-3 con doppietta di Serena. Il portiere Pazzagli per poco non mi parò il rigore… Ma quello era un Milan da applaudire, la squadra migliore d’Europa. Li ammiravo davvero, ma non sempre la bellezza è vincente, a volte devi essere compatto per farcela. Noi lo eravamo e avevamo una chiave per batterli: far arrivare la palla da Zenga a Serena nel più breve tempo possibile. Il resto veniva da sè…”.

 

UOMO CHIAVE

Avrei detto Lukaku. Mi ha sorpreso rivederlo a Milano dopo un anno, ma l’atmosfera a Londra si era fatta pesante: troppe chiacchiere uccidono la concentrazione… L’infortunio però non ci voleva e allora dico Lautaro: sa come colpire, può dare fastidio al Milan, mi piace perché suda per ogni palla e senza Romelu sa già cosa fare. E mai sottovalutare l’orgoglio di Dzeko“.

PERCORSO CHAMPIONS E SFIDA AL BAYERN

Credo che l’Inter debba credere al secondo posto superando il Barca. Questo Bayern, invece, è una macchina: se Lewandowski riempiva l’area, ora ci sono tanti talenti velocissimi che ci arrivano di slancio. Musiala è eccezionale, Neuer il miglior portiere al mondo e Mané una benedizione: positivo, sorridente, oltre che fortissimo. E pure De Ligt tornerà al top: per me giocava meglio all’Ajax, forse non era facile con Bonucci e Chiellini… Come impensierire il Bayern Monaco? La linea difensiva è alta, la puoi attaccare alle spalle in velocità come ha fatto Thuram del Boorussia Monchengladbach. Servirebbe proprio un Lukaku o magari un Leao, il milanista più pericoloso in un derby che sarà molto aperto…”

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Sconcerti: “Vlahovic deve tornare a segnare. L’Inter va venduta”

Pubblicato

:

Vlahovic

Mario Sconcerti, direttore del Corriere dello Sport, si è espresso ai microfoni di TMW Radio riguardo i principali temi dell’ultimo periodo. Tra le prime dichiarazioni, ci sono quelle riguardanti le polemiche contro gli arbitri:

“Gli arbitri hanno diritto a sbagliare, non devono esagerare. Noi giudichiamo sempre dalla parte in cui stiamo, ossia della nostra squadra. L’errore fa parte del calcio, per me gli arbitri hanno davvero tanta pazienza, perché si accollano il dovere di essere l’unica parte che non può commettere errori e che vengono offesi da tutti coloro che hanno un pregiudizio”.

Proseguendo su questa corrente di pensiero, Sconcerti ha parlato senza freni anche degli errori commessi dal VAR:

“Giudichiamo il VAR una macchina e la consideriamo infallibile, ma è una macchina che produce immagini e che poi sono giudicate da un altro arbitro. Nonostante le migliorie non è cambiato niente. Vuol dire allora che il problema non sono solo gli arbitri ma siamo noi e il nostro rapporto con gli arbitri. Devo dire che se devo trarre una morale dall’errore in Juventus Salernitana, devo dire che la moviola sta ottenendo risultati eccezionali. Un gol negato al 95′ alla Juventus contro la squadra con un altro errore non si è mai visto”.

Inoltre, Sconcerti ha rilasciato anche delle dichiarazioni riguardo la situazione societaria dell’Inter:

“L’Inter va venduta, lo dico da due anni. Per convenienza di Zhang e dell’Inter è necessario. La gente deve stare tranquilla, perché il valore dell’Inter è talmente alto che non possono esserci avventurieri ma miliardari veri che la possono prendere. Così non ci sono soldi ora, non è più possibile andare avanti così”.

Infine, il direttore del Corriere dello Sport ha dichiarato chi, secondo il suo pensiero, debbano essere una conferma e una ripresa:

“Sarebbe che ricominciasse a segnare Vlahovic. E’ un giocatore importante, lo dimostra anche come batte le punizioni. Se torna lui, torna anche la Juventus. La conferma dal Napoli, perché il Milan se l’è già data da solo vincendo il campionato”.

 

Continua a leggere

Calciomercato

Calciomercato Juve, da Griezmann a Pau Torres: i dettagli

Pubblicato

:

Atletico

Durante le ultime settimane, la Juventus di Max Allegri ha faticato un bel pò, tant’è che si pensa già ai possibili nomi in entrata per cambiare rotta.

A tal proposito, secondo quanto riportato da Gazzetta.it, interessa colui che ha già fatto male ai bianconeri in finale di Champions League, Asensio. Altri papabili nomi sono quelli di Griezmann che nell’Atletico sta trovando non molti spazi, stessa è la situazione per Pulisic del Chelsea.

Per il reparto difensori, il nome già sentito è quello di Gabriel, oltre a quello di Pau Torres, colonna del Villareal che nella scorsa Champions League segnò proprio contro la Juve.

Si guarda anche nella nostra Italia, con i nomi di Frattesi, Viti, Parisi e Ndour.

Continua a leggere

Flash News

Italia, record per Donnarumma

Pubblicato

:

Nella partita tra Italia e Ungheria Gianluigi Donnarumma ha stabilito un nuovo record personale.

Secondo il modello degli Expected Goals l’estremo difensore italiano ha evitato 2.3 subiti per l’Italia, un record per lui in una competizione ufficiale con gli azzurri.

Gli expected goals sono i gol che avrebbe potuto potenzialmente segnare la squadra avversaria, questo record valorizza ancor di più la prestazione e il ruolo da protagonista che l’ex Milan ha all’interno della squadra.

Nonostante le critiche Gigio Donnarumma si conferma il più grande numero 1 italiano al momento , e uno dei più forti  che c’è in circolazione .

Anche per il Paris Saint-Germain è diventato un elemento imprescindibile tanto da aver relegato un giocatore come Keylor Navas in panchina

Continua a leggere

Calcio e dintorni

Milan, per il dopo Leao ci sarebbero Pulisic e Okafor!

Pubblicato

:

Leao

Torna a tenere banco la questione Leao Milanello. Il Chelsea aveva provato a mettere le mani sul portoghese già a fine calciomercato estivo, ed ora sembra voler far un altro tentativo per il 17 rossonero.

Tuttavia, secondo quanto riportato da Gazzetta.it, qualora non si trovasse l’accordo per il rinnovo di Leao, il Milan punterà a monetizzare, per poi fiondarsi sul sostituto.

Sono due i nomi che tengono banco, il primo è quello di Pulisic dello stesso Chelsea che sta trovando poco spazio e, il secondo è Noah Okafor del Salisburgo. Il 22enne ha già fatto male al Milan nell’attuale Champions League, nella quale ha messo a segno già due gol in altrettante partite disputate.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969