Il mercato dell’Inter è più che mai nel vivo in quest’infuocata sessione di mercato. In attesa di ulteriori novità sul fronte acquisti – in particolare in attacco – i nerazzurri devono fare i conti col capitolo cessioni.

Il tecnico salentino in queste prime settimane alla corte della Beneamata ha ribadito il fatto che la rosa in difesa sia al completo, menzionando oltre ai titolari Milan Škriniar, Stefan De Vrij e Diego Godín anche quelle che sono considerate riserve di primo livello: Andrea Ranocchia, Danilo D’Ambrosio e Alessandro Bastoni. Escluso eccellente in questa lista è João Miranda.

L’arrivo in nerazzurro dell’ex capitano dell’Atletico Madrid ha tolto spazio al difensore brasiliano, che al momento è alla ricerca di una squadra che possa garantirgli la possibilità di giocare con continuità: un fattore che potrebbe condurre il 34enne lontano dall’Italia e non solo.

DESTINAZIONE CINA

Reduce dalla recente vittoria in Copa America con la Selecão Miranda è ora alla ricerca di una dimensione nella quale possa giocare con continuità. Una titolarità, persa in quest’ultimo anno di Inter sotto la guida di Luciano Spalletti, che Antonio Conte sembra non potergli garantire. Fonte immagine: profilo Instagram @miranda023

Nella giornata di oggi il centrale della Selecão ha incontrato presso la sede dell’Inter i dirigenti per discutere del suo futuro. Al termine dell’incontro i nerazzurri, tramite un comunicato sul proprio sito ufficiale, hanno annunciato la risoluzione del contratto tra Miranda e la società, al fine del passaggio a parametro zero del giocatore allo Jiangsu Suning, club di proprietà della famiglia Zhang: in Cina il numero 3 del Brasile troverà certamente maggiore spazio, mettendo a disposizione della squadra asiatica un’immensa esperienza in campo internazionale. Per l’ex Atlético Madrid pronto un contratto da 4,5 milioni a stagione fino al 2021.

(Fonte immagine di copertina: profilo instagram @miranda023)