Dove trovarci
Inter

Archivio generico

Inter, parla Inzaghi in conferenza stampa. Le sue parole

Inter, parla Inzaghi in conferenza stampa. Le sue parole

Alla vigilia del match che vale il primo posto del girone, l’allenatore dell’Inter Simone Inzaghi, affiancato nell’occasione da Ivan Perisic, ha parlato alla stampa, toccando vari argomenti. Di seguito le parole dell’ex tecnico della Lazio.

LE PAROLE DI SIMONE INZAGHI

L’allenatore ha esordito con le seguenti parole:

Domani sarà una gara importante per entrambe le squadre, lo sarà perchè vogliamo fare una grande partita, abbiamo fatto bene nella gara d’andata.

C’è stato spazio anche per parlare di Carlo Ancelotti, che conosce benissimo l’Inter e di Champions League se ne intende eccome:

La sua carriera parla per lui, prima della gara d’andata abbiamo parlato ed è sempre un piacere parlare di calcio con lui, sono contento che stia andando bene nella Liga e gli vanno fatti i complimenti.

In seguito, il consueto aggiornamento sulla situazione infortunati:

Sicuramente non ci saranno Ranocchia, Darmian, Satriano a cui si è aggiunto Correa. Mi dispiace molto perchè stava crescendo, è un calciatore che conosco bene ed era in un momento favorevole. Lautaro non ha avuto problemi in sgambata, per De Vrij e Kolarov capiremo dopo la sgambata.

Le ultime parole sono per il gruppo, che ha pienamente meritato il passaggio del turno dopo 10 anni e si appresta a vivere una sfida importante. Un ritorno tra le big d’Europa che l’Inter ha sognato e che finalmente potrà vivere, a partire dalla serata di domani.

Penso che nella gara d’andata la squadra se la sia giocata alla grande e avremmo meritato di più, domani saremo qui in trasferta. Grazie ai ragazzi e alla squadra abbiamo raggiunto questa qualificazione con un turno d’anticipo.

La parola, ora, spetta al campo. Il test per i nerazzurri è certamente importante e indicativo, ma non da dentro o fuori, specie tenendo in considerazione l’avversario. Un Madrid che sembra essere tornato sui suoi livelli e che fa paura, nonostante la quasi certa assenza del totem assoluto, Karim Benzema.
L’Inter c’è, vuole il primato.

 

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Archivio generico