Dove trovarci

Interrail del weekend europeo

Portata a termine l’ultima sosta nazionali dell’anno, i maggiori campionati europei tornano alla ribalta per concludere il 2019 con un mese pieno di competizioni. E già a partire da domani, tutte le squadre più importanti dal continente daranno vita ad un weekend vivace e ricco di scontri interessanti che scopriremo insieme nel nostro interrail.

IL DENTE AVVELENATO DEI PARIGINI

Pur giungendo in un momento particolare della stagione, lo scontro diretto Paris Saint-Germain-Lille, domani alle 20:45 e ricordo della lotta al titolo dello scorso anno, può già definire molto: la classifica è corta ed i nordisti hanno bisogno di punti per non essere risucchiati nella pancia della classifica, contro un PSG saldamente primo che cerca convinzioni alla vigilia della sfida di Champions con il Real Madrid. Ma c’è dell’altro: nell’ultimo scontro diretto, consumatosi nell’Aprile del 2019 al Pierre Mauroy di Lille, il PSG ha subito la sconfitta più pesante della gestione qatariota, subendo un pesante 5-1 contro Nicolas Pepé e compagni. Difficile pensare quindi che i parigini non abbiano cercato questa data per provare a dare una lezione al LOSC.

ODEGAARD ED IL RITORNO AL BERNABEU

Fonte: profilo instagram di Martin Odegaard (@odegaard.98)

Da precoce fenomeno, a meteora, a ritrovato gioiellino della Liga spagnola, eccoci riassunto in un rigo quelli che sono stati gli ultimi anni del norvegese Martin Odegaard, che sembra aver ritrovato la via del calcio che conta dopo il purgatorio olandese di Heerenveen e Vitesse. Il 20enne ha ripreso ad illuminare il gioco con qualità, visione e dribbling, elementi che lo hanno reso il fenomeno di cui tanto si parlò, in una squadra piena zeppa di qualità come la Real Sociedad, distante solo due punti dalla vetta. Lo scontro diretto con il Real Madrid, Sabato alle 20:45, rappresenta passato, presente e forse futuro del norvegese: il tutto per capire se i baschi avranno davvero la possibilità di essere la sorpresa del campionato.

LO SCONTRO DIRETTO INASPETTATO

Che Manchester City-Chelsea potesse essere uno scontro diretto in chiave campionato, se non secondo posto, non era di certo qualcosa di prevedibile ad inizio anno. Nonostante i londinesi non abbiano fatto mercato, rimpinguando la squadra di giovani promettenti delle giovanili, sono secondi con un punto di vantaggio sulla squadra di Guardiola, che ha lasciato troppi punti per strada sino ad oggi. Quella che si consumerà all’ora del tè sarà una sfida interessante che potrebbe voler dire due cose: o il Chelsea può avere i mezzi per battersi fino alla fine del campionato, lasciando quindi il City a distanza siderale dal Liverpool capolista, oppure sarà la qualità e la rosa infinita dei celesti a primeggiare senza perdere di vista alcun obiettivo.

IL NUOVO DERBY

Sulle sponde del Bosforo si consuma invece quello che di fatto è il nuovo derby della città: volente o nolente,  Galatasaray-Basaksehir rappresenta la storia recente del calcio turco. Uno scontro tra vecchio e nuovo, dai tanti risvolti socio-politici,  che ha anche regalato sfide epiche per il titolo. Con una classifica strana e corta, con il Sivasspor capolista, la vittoria è più importante che mai per risalire la china ed allontanarsi dalla carovana di testa, con otto squadre in tre punti. Il Basaksehir ha dalla sua qualche nazionale in meno: ha potuto preparare meglio il confronto mentre il Gala è alle prese con il ritorno dei nazionali e si trova a dover giocare di Venerdì sera per poi ospitare il Brugge in Champions, in uno scontro che varrà l’Europa League. Tanta qualità e tanti campioni in campo, per una partita che si annuncia, come sempre, ricca di scontri e dai ritmi elevati.

IL MEGLIO DI CROAZIA

Va in scena a Zagabria il festival del calcio croato, lo scontro diretto Dinamo Zagabria – Hajduk Spalato: oltre ad essere le due città più importanti del paese, queste due società rappresentano il fiore all’occhiello di uno dei settori giovanili più importanti d’Europa. I giovani vengono poi portati a fare esperienza in prima squadra, ecco perché non stupisce vedere entrambe occupare i primi due posti della HNL, il campionato nazionale. Il campionato è ancora alle prime battute ma sarà bello ed interessante seguire questo derby per capire chi potrà avere la meglio e perché no, per scovare qualche nuovo talento.

 

 

 

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Calcio Internazionale