Connect with us

Champions League

ESCLUSIVA – Giovanni Albanese: “Stasera punto su Paredes, Milik e Vlahovic”

Pubblicato

:

Dove vedere Juventus-Maccabi Haifa

ESCLUSIVA GIOVANNI ALBANESE- Nella giornata di oggi abbiamo avuto il piacere d’intervistare in esclusiva per Numero Diez Giovanni Albanese, noto giornalista sportivo esperto della Juventus che lavora per Sportitalia e La Gazzetta dello Sport. All’interno di questa conversazione i temi trattati riguardanti il club bianconero sono stati molteplici e tutti analizzati in profondità.

L’INTERVISTA A GIOVANNI ALBANESE

In un inizio di stagione condito da 4 pareggi e 2 vittorie nelle prime 6 giornate di campionato di Serie A ed una sconfitta in Champions League, quali sono state secondo il suo punto di vista le vere problematiche di questo inizio d’annata della Juventus?

“Il vero problema è quello legato agli infortuni. Allegri, già lo scorso anno nelle prime partite stagionali, aveva  fatto capire di non essere convinto a pieno della rosa a sua disposizione. Quest’anno, a causa delle numerose assenze di giocatori importanti, si stanno ripalesando gli stessi problemi.”

Pensa che l’appuntamento che affronterà la Juventus questa sera possa rappresentare un crocevia fondamentale per il proseguo della stagione dei ragazzi allenati da Massimiliano Allegri? Quali sono le insidie principali a cui andrà incontro la Juventus quest’oggi?

” La principale insidia è rappresentata dalla Juve stessa. La partita di stasera sarà fondamentale e, secondo il mio punto di vista, si sta anche troppo sottovalutando il Maccabi Haifa che, proprio nel match inaugurale della fase a gironi della Champions League, ha svolto una prestazione d’ottimo livello. Le assenze pesano ma la partita di questa sera sarà fondamentale. La Juventus è in difficoltà ma deve già iniziare a dimostrare da questa sera”.

Parlando sempre della sfida di questa sera contro il Benfica, quasi sicuramente Massimiliano Allegri schiererà in campo la sua squadra con il modulo 3-5-2 con Milik e Vlahovic davanti. Pensa che l’attaccante serbo possa trarre dei benefici a giocare a fianco ad un’altra punta di ruolo o renda meglio in un attacco a 3?

“Ho la sensazione che la presenza di Milik abbia portato più benefici alla squadra e meno a Vlahovic. Di più alla squadra poiché 2 attaccanti di così alto livello sono in grado di mettere in difficoltà qualsiasi difesa. Per quanto riguarda Vlahovic, secondo il mio punto di vista, semplicemente sta pagando il rendimento modesto di giocatori come Cuadrado. Andando a consultare i dati statistici poca gente mette dentro l’area palloni giocabili”.

Avesse la possibilità di tornare indietro nel tempo ed essere ancora immerso nella sessione estiva di calciomercato, in quale ruolo consiglieresti d’investire alla società? Secondo lei la rosa della Juventus è completa in ogni reparto?

“La Juventus non è completa soprattutto sulle fasce. Credo che in questa rosa un terzino di livello internazionale manchi. Capisco comunque la strategia del club; sia Alex Sandro (che ha espresso la propria volontà di rimanere) che Cuadrado (a cui è scattato il rinnovo automatico) sono in qualche modo bloccati a livello contrattuale. Occhio a Grimaldo che sfideremo proprio questa sera. Il terzino sinistro spagnolo andrà in scadenza di contratto il 30 giugno 2023 e potrebbe diventare un obiettivo concreto per la prossima stagione”.

Questa fase della stagione la Juventus è per forza di cose anche condizionata dalle numerose assenze causa infortunio, quale secondo lei sarà il giocatore più determinante al suo ritorno in campo?

“Penso sia difficile scegliere tra Pogba e Chiesa. Ti direi comunque Pogba perché è stato acquistato proprio per far fare il salto di qualità al centrocampo bianconero. Per quanto riguarda il rientro di Chiesa devo dire che la società si è cautelata molto bene sul mercato permettendo così al giocatore un rientro graduale”.

Pogba è stato sicuramente uno dei colpi più importanti effettuati dalla società in questa sessione di calciomercato. Come valuta la gestione del suo infortunio? Colpa del calciatore o anche della società?

“Quando ci si ritrova a prendere una decisione così importante l’ultima scelta spetta sempre al calciatore. La società ha comunque dato la possibilità a Pogba di operarsi quest’estate in California. Penso che il ragazzo abbia scelto di non operarsi per cercare di tornare in campo il prima possibile sia per la Juventus che per la Francia”.

Un pronostico per questa sera?

“I pronostici per scaramanzia preferisco non farli. Posso dire che comunque questa sera mi aspetto grandi cose da parte di Paredes, Milik e Vlahovic che devono prendere in mano questa squadra”.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Il ritorno di Jovic, il sorpasso dell’Italia – La Rassegna social

Pubblicato

:

social

Punto d’informazione, di impressioni e passioni condivise, i social network oggi più che mai raccontano le emozioni dei tifosi. Numero Diez vi presenta la rassegna dedicata ai più importanti messaggi della giornata di ieri.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Forte preoccupazione dell’Iran per le condizioni di Azmoun

Pubblicato

:

Azmoun

A pochi mesi dall’inizio della rassegna mondiale in Qatar cresce preoccupazione in casa Iran. Con molta probabilità, per la competizione la nazionale iraniana dovrà fare a meno di uno dei suoi pezzi pregiati, ossia Sardar Azmoun.

Durante il riscaldamento prima del fischio d’inizio della partita tra Bayer Leverkusen e Porto valevole per la terza giornata della fase a gironi di Champions League, persa dalle aspirine per 2-0, l’attaccante 27enne ha subito lo strappo di una fibra muscolare al polpaccio destro. Questo infortunio lo terrà fuori per circa 6/8 settimane.

A Qatar 2022 l’Iran giocherà nel girone B, con Inghilterra, USA e Galles. Considerato l’esito del sorteggio, non di certo favorevole alla nazionale persiana, e lo stop del calciatore più importante della rosa, il percorso si mette sempre più in salita.

Continua a leggere

Champions League

Il Player Of The Week di Champions è André Silva: battuto Di Maria

Pubblicato

:

Dinamo Zagabria

In questo turno di Champions League, diversi giocatori si sono messi in luce. A partire dai millennials come Giacomo RaspadoriJude BellinghamErling Haaland e Noah Okafor, a giocatori più esperti che hanno siglato il loro ennesimo gol nella massima competizione europea come Lionel Messi e Mohamed Salah.

Ad aggiudicarsi il premio come ‘Player of the week‘ della UEFA Champions League, bensì, non è stato nessuno di loro. Lo ha ricevuto André Silva, attaccante del Lipsia, autore di una doppietta contro il Celtic. L’ex Milan ha quindi battuto gli “italiani” Di Maria e Di Lorenzo e Bellingham del Borussia Dortmund, gli altri tre giocatori in corsa per il riconoscimento.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Statistica molto positiva per la Serie A in Champions

Pubblicato

:

Archiviata la terza giornata dei gironi della Champions League, è tempo di tirare le somme per le italiane. Il Napoli di Luciano Spalletti ha conquistato una vittoria storica (per punteggio e qualità ai danni dell’Ajax); l’Inter ha superato il Barcellona che detiene il primato della Liga, la Juventus ha battuto (pur con qualche sofferenza di troppo) il Maccabi Haifa. Unica nota stonata è la caduta del Milan, che ha rimediato una brutta sconfitta a “Stamford Bridge” contro il Chelsea di Potter.

Come riporta Transfermarkt.it, la giornata di Champions League delle italiane è stata positiva. Solo la sconfitta del Milan non ha permesso alla Serie A di essere la lega con la miglior media punti dopo le prime tre gare della fase a gironi. Solo la Premier è riuscita a fare di meglio.

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969