Connect with us
ESCLUSIVA - Vasco Walz: "Futuro in Italia? Mi piacerebbe molto"

Bundesliga

ESCLUSIVA – Vasco Walz: “Futuro in Italia? Mi piacerebbe molto”

Pubblicato

:

Vasco Walz

Ci sono storie che meritano di essere raccontate e storie ancora tutte da scrivere. Nel caso di Vasco Donato Walzcentrocampista italo-tedesco di proprietà del Borussia Dortmund, coincidono. In esclusiva ai microfoni di Numero Diez, Vasco ha deciso di raccontarsi, fra momenti passati e aspettative per il futuro.

VASCO WALZ SI RACCONTA

Come e quando è nata la tua passione per il calcio?

“Ho iniziato a giocare molto presto, quando avevo 5/6 anni. Poi ho giocato nel club del mio piccolo paese, che ha circa cinquemila abitanti. Quando avevo 10 anni sono passato alle giovanili del Karlsruhe, una squadra della Serie B tedesca. Ho giocato lì per 3 anni, prima di passare al Borussia Dortmund”.

La tua carriera è iniziata nella giovanili dell’Offenburger FV. Che ricordi hai di quegli anni?

“Lì giocavo contro calciatori più grandi di me. Ero già molto forte, quindi giocavo contro ragazzi che avevano anche due o tre anni in più di me. In quel periodo, quindi abbastanza presto, ho capito di essere molto più forte degli altri calciatori della mia età”.

C’è qualche tuo aspetto caratteriale che porti anche in campo?

“Fuori dal campo sono un ragazzo molto tranquillo e aperto verso tutto e tutti. Quando sono in campo, invece, cambio completamente e divento aggressivo, un po’ come Gattuso”.

Dopo aver militato nell’Offenburger FV e nel Karlsruhe, nella stagione 2019/20 sei stato acquistato dal Borussia Dortmund. Come sono stati i tuoi primi mesi di ambientamento?

“All’inizio ho giocato direttamente contro calciatori più grandi di me, quindi contro i ragazzi del 2003. È andato tutto molto bene. Ho giocato tutte le partite ed eravamo anche al primo posto in classifica. Poi è arrivato il Covid e il calcio giovanile è stato fermo per quasi un anno”.

Nella scorsa stagione hai conquistato lo scudetto con il Borussia Dortmund under 19 e pochi mesi fa hai firmato il primo gol in Youth League: che emozioni hai provato in questi due importanti momenti?

“Quando abbiamo vinto il campionato tedesco è stato un momento veramente molto bello, sapevamo di essere la squadra più forte della Germania. Poter dire di essere campioni era molto emozionante, ero felicissimo e pieno di emozioni positive. Non pensavo a molte cose. Sono stato molto fiero di quella vittoria, della squadra e di aver fatto quel bellissimo percorso da campioni. Qualche settimana fa, quando ho segnato il mio primo gol in Youth League contro il Manchester City, ero veramente molto felice. Nel momento in cui ho segnato ero concentrato sulla partita e ho pensato che avremmo dovuto vincere. I pensieri riguardo la mia prima rete in Youth League sono arrivati dopo la fine del match quando, dopo aver perso, ho riguardato la partita”.

Sei per metà tedesco e per metà italiano. Che rapporto hai con le tue origini italiane?

“Mio padre è italiano, mentre mia mamma è tedesca. Per questo motivo ho entrambe le cittadinanze. Sono molto fiero di essere italiano. Torno sempre in Italia per le vacanze e anche mia sorella vive lì. Il mio amore verso l’Italia è veramente molto grande. Se penso a questo Paese provo solo emozioni positive”.

Segui il calcio italiano? Se sì, che differenze noti con il calcio tedesco?

“Non seguo molto il calcio giovanile italiano perché non se ne sente molto parlare qui in Germania, eccetto la Youth League. Però guardo spesso il calcio professionistico, ci sono tante squadre forti. La Serie A, per esempio, mi piace molto. È un campionato molto equilibrato, non si sa mai chi può vincere lo scudetto. In Germania, invece, è molto diverso, perché vince quasi sempre il Bayern Monaco. Il calcio italiano, da questo punto di vista, è molto più avvincente”.

Attualmente militi nel Borussia Dortmund under 19. Sogni di esordire in prima squadra?

“La prima cosa a cui devo pensare è finire questa stagione nel migliore dei modi come la scorsa. Vogliamo essere campioni di Germania anche quest’anno. Dobbiamo prima centrare questo obiettivo, poi penserò ai miei successi personali. L’anno prossimo spero di giocare ad un livello più alto possibile, magari in prima squadra tra i professionisti e non più nelle giovanili”.

Il tuo contratto è in scadenza il prossimo 30 giugno, c’è in programma il rinnovo o il tuo futuro sarà lontano da Dortmund?

“Questo è un discorso ancora aperto, il mio contratto scade al termine di questa stagione. Il mio obiettivo è giocare ad un livello più alto possibile, che sia al Borussia Dortmund o in un’altra squadra. Non è sicuro al 100% che rimanga al Dortmund o cambio squadra. È ancora tutto aperto”.

Negli scorsi mesi sei stato accostato a diversi top club di Serie A, tra cui Milan e Juventus. In futuro ti piacerebbe giocare in Italia?

“Sì, mi piacerebbe molto, anche perché mia sorella vive lì. L’ Italia mi piace molto e mi sento a casa. Per questo motivo, potrei immaginare di giocare lì in futuro”.

Qualche anno fa sei stato convocato dalla Nazionale tedesca under 17. Qualora l’Italia dovesse chiamarti, prenderesti in considerazione la possibilità di giocare con la maglia azzurra?

“Se accadesse questa estate o fra qualche anno, non lo so. Ho già pensato varie volte a questa possibilità e mi piacerebbe molto giocare per la Nazionale Italiana, sarei veramente molto emozionato. Anche mio padre sarebbe molto fiero esattamente come tutta la mia famiglia, che mi sostiene e segue tutte le mie partite. Quindi giocherei volentieri per l’Italia”.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Bundesliga

Xabi Alonso macina record col Bayer Leverkusen: il dato impressionante

Pubblicato

:

bayer leverkusen

Il Bayer Leverkusen di Xabi Alonso è una macchina perfetta. Gli ingranaggi della squadra tedesca funzionano alla grande e, con la vittoria ottenuta sul Mainz, il tecnico spagnolo ha stabilito un nuovo record. Infatti le Aspirine hanno raggiunto il trentatreesimo risultato utile consecutivo in Bundesliga. Una striscia che, prima d’ora, nessun altro club era riuscito a ottenere in Germania. Un record storico, dati alla mano, frutto dei 19 successi e 4 pareggi maturati in questa stagione in Bundesliga. Gli uomini di Xabi Alonso adesso comandano con undici punti vantaggio sul Bayern Monaco, chiamato oggi a rispondere nella delicata sfida contro il Lipsia.

Nel frattempo, il Bayer Leverkusen continua a volare e a sognare. Considerando tutte le competizioni, il club tedesco non ha ancora perso una gara ed è in lotta su tutti i fronti. Allo spiraglio potrebbe esserci un epilogo della stagione magico per Xabi Alonso da coronare magari con la prima Bundesliga nella storia del club dopo i tentativi falliti degli anni passati. Con un Bayern Monaco alle prese con una grave crisi di risultati, le Asprine vogliono farsi terra bruciata attorno e incrementare il distacco a partire dalle prossime giornate. Già col Colonia la marcia inarrestabile della squadra di Xabi Alonso è pronta a ripartire.

Continua a leggere

Bundesliga

Il gol di Pellegrini eletto come il più bello del turno – Rassegna social

Pubblicato

:

rassegna social

Punto d’informazione, di impressioni e passioni condivise, i social network oggi più che mai raccontano le emozioni dei tifosi. Numero Diez vi presenta la rassegna dedicata ai più importanti messaggi della giornata di ieri.

 

Continua a leggere

Bundesliga

Tuchel addio dal Bayern Monaco: “Lavorerò fino alla fine”

Pubblicato

:

in foto, Coman Tuchel

Come già riportato, Thomas Tuchel non sarà più l’allenatore del Bayern Monaco a partire da luglio di quest’anno. In mattinata è arrivata l’ufficialità dell’addio del tecnico tedesco che non ha convinto la dirigenza. Quest’anno infatti i bavaresi hanno serie probabilità di non portare a casa nemmeno un trofeo, cosa che non succede così spesso a Monaco.

LE DICHIARAZIONI DI THOMAS TUCHEL

“Abbiamo concordato che termineremo il nostro rapporto di lavoro a fine stagione. Fino ad allora continuerò a fare tutto il possibile con il mio staff tecnico per ottenere il massimo successo”.

Sulla vicenda si è espresso anche il CEO del Bayern Monaco, Jan-Christian Dreesen, che al termine di un incontro con lo stesso Tuchel è arrivato a prendere questa decisone, di comune accordo con l’allenatore.

LE DICHIARAZIONI DI JAN-CHRISTIAN DREESEN

“In una conversazione aperta e positiva siamo giunti alla decisione di terminare di comune accordo la nostra collaborazione in estate. Il nostro obiettivo è realizzare un riallineamento sportivo con un nuovo allenatore per la stagione 2024/25. Fino ad allora, ogni individuo del club è espressamente sfidato a ottenere il massimo possibile in Champions League e Bundesliga. Inoltre ritengo esplicitamente responsabile la squadra. Soprattutto in Champions League, siamo convinti che, dopo la sconfitta per 0-1 all’andata in casa della Lazio, nel ritorno, nella nostra Allianz Arena gremita, arriveremo ai quarti di finale con i nostri tifosi al seguito”.

 

Continua a leggere

Bundesliga

UFFICIALE – Tuchel lascerà il Bayern Monaco a fine stagione

Pubblicato

:

tuchel

Tuchel lascerà il Bayern Monaco. Fatali per il tecnico le sconfitte in Bundesliga con il Bochum e in Champions con la Lazio.

Era nell’aria, seppur dopo i primi colloqui tra le parti sembrava dovesse esserci un rasserenamento tra le parti. Non si è placata però la rabbia della dirigenza, a causa del ko a sorpresa contro la Lazio, e la sconfitta con il Bochum, che ha sancito il -8 dal Bayer Leverkusen capolista. Come riporta da Sky Sport DE, la dirigenza ha deciso di porre fine al contratto con Tuchel a fine stagione.

La situazione dei bavaresi è difficile ma non compromessa: ancora c’è tutto per recuperare sia in Bundesliga che in Europa, con Tuchel che potrà avere il tempo di rimediare ai suoi errori, ma non prolungare il futuro in Germania.

TUCHEL LASCIA IL BAYERN MONACO: I DETTAGLI

La dirigenza bavarese ha certamente iniziato a sondare il terreno per il nuovo allenatore già negli scorsi giorni. Non a caso, nelle ultime ore è uscito il nome di Antonio Conte come prossimo allenatore dei tedeschi. La situazione sembrava essersi placata, ma adesso è nuovamente precipitata, col tecnico vincitore della Champions League con il Chelsea costretto a lasciare al termine della stagione.

Fiducia solo in parte al tecnico, che, nonostante il contratto fino a giugno 2025, ha trovato un accordo con la società per chiudere i rapporti a giugno di quest’anno. La stagione è nel vivo e il ritorno di Champions vicinissimo, con un Bayer Leverkusen che scalpita per una storica vittoria in Bundesliga.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969