Connect with us

La nostra prima pagina

Ital-Ventura

Pubblicato

:

Ventura

Giampiero Ventura, nella giornata di ieri 10 agosto, ha firmato il prolungamento di contratto che lo legherà alla panchina azzurra fino al 2020. Un matrimonio voluto da entrambe le parti, come confermano le dichiarazioni nella conferenza stampa.

“Ringrazio per la fiducia. C’è la convinzione assoluta di fare qualcosa di importante. Vogliamo essere la sorpresa del Mondiale!”  queste le parole dell’allenatore, rafforzate da quelle di Tavecchio: “Credo sia un segnale di fiducia importante nel ct, abbiamo avviato un cambiamento generazionale e culturale”.

 

RISULTATI

Ventura siede sulla panchina della Nazionale Italiana dal 18 luglio 2016 e raccogliere il testimone da un condottiero del calibro di Antonio Conte non rappresenta una passeggiata per nessuno. Eppure l’allenatore di Cornigliano ha saputo sedurre tutti, ma proprio tutti, dai senatori del gruppo fino ai giovanissimi, con la forza delle idee e un carisma indiscutibile. Al netto del passo falso nel match d’esordio in amichevole contro la Francia l’Ital-Ventura ha inanellato una striscia positiva di 7 vittorie e 2 pareggi ed è insieme alla Spagna in vetta al gruppo G di qualificazione a Russia 2018; proprio il match di ritorno con la Spagna del 2 settembre potrebbe rivelarsi decisivo per le sorti della squadra di Ventura: se gli azzurri non vinceranno rischiano seriamente di terminare il girone di qualificazione al secondo posto. Questo costringerebbe l’Italia a giocarsi l’accesso al mondiale russo tramite playoff con le altre migliori seconde degli altri gironi europei.
I risultati maturati fin ora però sono dalla sua parte, il gioco migliora di partita in partita e il lavoro sui giovani è sotto gli occhi di tutti: Nazionale mai così giovane e futuribile.

FUTURO

Non solo obbiettivi a breve termine, come la sfida decisiva con la Spagna, ma anche obbiettivi più distanti temporalmente.

“Abbiamo tre obbiettivi: qualificarci per i Mondiali, esserne la sorpresa ed essere fra i favoriti di Euro 2020″.

Traspare ottimismo da queste parole, grazie anche alla formazione giovane e con voglia di fare che si è andata a creare nell’ultimo anno. L’età media della rosa ne ha sicuramente risentito, scesa a 26 anni e 9 giorni contro i 31 anni e 21 giorni del match d’esordio contro la Francia.
Sono arrivati nella Nazionale maggiore i vari Conti, Donnaruma, Caldara, Berardi, Gagliardini, Pellegrini, Spinazzola e pronti ad un periodo di maturazione grazie alla supervisione dei senatori storici: Buffon e De Rossi su tutti. Loro non ci saranno ad Euro 2020, ma forniranno tutto il sostegno necessario per far si che i giovanissimi di oggi, siano pronti quando arriverà il momento.

TIFOSI DIVISI

Se dagli addetti ai lavori della nazionale traspare forte ottimismo, l’opinione pubblica è quanto meno divisa. La mossa di Tavecchio è da un certo punto di vista comprensibile, ma dall’altro lato della medaglia lascia aperti grandi interrogativi. Ventura non ha ancora portato risultati effettivi, per quelli bisognerà aspettare la sfida con le furie rosse, e i ‘se’ sulla bocca dei tifosi iniziano ad essere rumorosi.
E se non dovessimo battere la Spagna? E se andassimo ai play off? E se perdessimo i play off? Sarebbe il primo mondiale dal 1958 senza l’Italia.
Ecco, resta questo il grande interrogativo dietro la scelta della Federazione di giocarsi questo all-in su Ventura, piazzando tutte le fiches su un progetto che proprio ora inizia ad arrivare al dunque, ma di cui c’è ancora tutto da capire. Una scelta che evidentemente fa discutere non tanto per l’idea in sé, quanto per le tempistiche.
Che differenza avrebbe fatto proporre il rinnovo a qualificazione mondiale raggiunta? Ma soprattutto, nello sfortunato caso in cui gli azzurri non dovessero volare a Russia 2018, la permanenza di Ventura sulla panchina azzurra sarebbe giusta? Certo per ora son tutte polemiche sterili, ma sembra quasi che questo rinnovo, anzi che togliere pressione al ct azzurro, ne aggiunga ulteriore.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Qatar 2022 con più spettatori nella fase a gironi rispetto a Russia 2018

Pubblicato

:

Qatar 2022

Il Mondiale in Qatar è unico per diversi motivi ma, per quanto riguarda le partite in campo, sta avendo alti livelli di gradimento. In giornata, la FIFA ha pubblicato un report sul numero di spettatori durante le 48 partite della fase a gironi.

Si è verificato un aumento rispetto a Russia 2018, con 2,45 milioni di spettatori dal vivo contro i 2,17. Elevati anche i biglietti venduti, ben il 96% e la partita con più spettatori è stata Argentina-Messico, allo  stadio Lusail di Al Daayen, dove sono stati riempiti tutti i 88.966 spettatori.

Continua a leggere

Flash News

Scaloni nel post-partita: “Di Maria? Speriamo che possa migliorare”

Pubblicato

:

Scaloni

Lionel Scaloni, commissario tecnico dell’Argentina, si è presentato nella consueta conferenza stampa dopo la vittoria contro l’Australia per 2-1 che ha garantito il pass per la qualificazione ai quarti di finale. Nonostante ai nastri di partenza fosse considerato come un avversario non molto ostico, il CT dell’ Albiceleste ha sottolineato le criticità della sfida visti i meriti degli avversari:

È stata una partita difficile, ci hanno messo una pressione soffocante, che ci è costata soprattutto nel primo tempo. All’intervallo abbiamo però fatto delle correzioni. Menomale che poi Leo Messi ha aperto la partita e poi abbiamo alzato il ritmo”

Un grande assente della sfida è stato Angel Di Maria e Scaloni ha voluto approfondire le sue condizioni fisiche:

“Questa sera non poteva giocare, anche se averlo in panchina è sempre una tentazione. Speriamo che con il passare dei giorni possa migliorare e mettersi in gioco. L’Australia è stata un avversario complicato: bene che tutti capiscano che la difficoltà di questa competizione è massima“.

Continua a leggere

Flash News

La gioia di Romero: “Diamo sempre il massimo, siamo pronti per tutto”

Pubblicato

:

Romero

Ai sorrisi a metà di Leo Messi, si contrappone in casa Argentina la gioia di Cristian Romero. Il difensore del Tottenham, con un passato in A con Atalanta e Genoa, è apparso nel post-partita contentissimo per il risultato e ambizioso per il prossimo futuro.

Il classe 1998 è al suo primo Mondiale e vuole impressionare tutti e ottenere il miglior risultato con la casacca della sua nazionale.

Ecco le sue parole, che hanno uno sguardo anche alla sfida di settimana prossima contro l’Olanda per i quarti di finale:

Una gioia immensa. Nel finale abbiamo chiuso in sofferenza per merito dell’avversario, ma abbiamo mostrato carattere, gioco e personalità. Sono contento per questo gruppo, può succedere di tutto ma dimostriamo di dare sempre il massimo. Dobbiamo giocare ogni partita come una finale. L’Olanda sarà un’avversaria molto difficile, adesso ci godiamo qualche ora quello che sta succedendo ma poi penseremo a come giocare contro di loro. Siamo un gruppo giovane e siamo pronti a tutto”. 

Continua a leggere

Flash News

Caos Juventus, nel mirino anche l’acquisto di Kulusevski

Pubblicato

:

Kulusevski

La Juventus, negli ultimi giorni, è al centro del ciclone dell’inchiesta mossa dalla Procura di Torino.

Come riporta il Corriere dello Sport, l’ultimo dettaglio scoperto sarebbe quello relativo ad una scrittura privata tra la Vecchia Signora e l’Atalanta. I messaggi riguardo ad un trasferimento sarebbero stati nascosti agli ispettori Consob, e il loro contenuto smentirebbe le dichiarazioni di Fabio Paratici, allora dirigente Juve. L’acquisto che gli inquirenti hanno nel mirino è quello di Dejan Kulusevski.

L’impegno della società bergamasca sarebbe stato solo “morale” per l’affare Kulusevski, pagato 35 milioni più 9 di bonus nel gennaio 2020.

Nella scrittura privata, secondo i magistrati che si stanno occupando della situazione del club piemontese, l’ad Percassi s’impegna ad acquistare il cartellino, a titolo definitivo, di un giocatore della Juventus, suggerito dalla stessa società bianconera, per il valore di 3 milioni di euro. Così, nel dicembre del 2019, il club nerazzurro acquistò nel giugno 2020 Simone Muratore per 7 milioni di euro.

La cessione del calciatore bianconero ha determinato la rilevazione di una plusvalenza di oltre 6 milioni nella relazione finanziaria del 30 giugno 2020.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969