Connect with us
Italia-Inghilterra, tragedia sfiorata ad Euro 2020

Flash News

Italia-Inghilterra, tragedia sfiorata ad Euro 2020

Pubblicato

:

Italia-Inghilterra

Italia-Inghilterra, finale di Euro 2020, si sarebbe potuta trasformare in tragedia. C’è stato un rischio concreto, dovuto all’entrata di numerosi “teppisti senza biglietto ubriachi e drogati“. Circa duemila tifosi inglesi senza biglietto si sono resi protagonisti di un increscioso gesto: sono stati effettuati 17 sfondamenti di massa dei cancelli di accesso per disabili e delle porte di emergenza antincendio mettendo a rischio la vita di numerose persone.

L’episodio è stato descritto da Louise Casey, baronessa e membro della Camera dei Lord del Regno Unito, che ha anche riportato diversi problemi di ordine pubblico prima e dopo la partita.

 

Questo il duro commento della baronessa:

“Un’orda di delinquenti senza biglietto, ubriachi e drogati hanno scelto di abusare di persone innocenti, vulnerabili e disabili, nonché di agenti di polizia, volontari e dello staff di Wembley. Siamo davvero fortunati che non ci siano state conseguenze molto più gravi o peggiori e dobbiamo intraprendere l’azione più dura possibile contro le persone che pensano che una partita di calcio sia in qualche modo una scusa per comportarsi in quel modo”. 

Il tutto è stato ovviamente messo al corrente della Metropolitan Police, che l’11 luglio scorso ha eseguito 51 arresti, 26 dei quali a Wembley. Nel report sulla gestione dell’ordine pubblico il giorno della finale si legge anche che, in caso di vittoria inglese, più di 5 mila tifosi erano già pronti ad assediare Wembley per i festeggiamenti.

Fonte immagine di copertina: diritto Google creative commons

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Lookman parzialmente in gruppo: cresce l’ottimismo per il Milan

Pubblicato

:

Atalanta

Dopo quasi due mesi di assenza causa Coppa d’Africa, l’Atalanta potrebbe riabbracciare Ademola Lookman in vista della gara di San Siro contro il Milan.

Il nigeriano aveva accusato un problema alla caviglia, una lieve distorsione senza interessamento dei legamenti. In questa settimana Lookman aveva svolto solo terapie e lavoro individuale, mentre oggi ha svolto la seduta parzialmente in gruppo.

Per la convocazione si dovrà attendere gli ultimi due allenamenti prima della partenza per Milano, ma non è escluso che Gian Piero Gasperini voglia recuperarlo al 100% prima di farlo tornare in campo, anche a causa dei tanti impegni. Inoltre, Miranchuk e De Ketelaere hanno dimostrato di sapersi comportare e probabilmente domenica toccherà ancora a loro.

José Luis Palomino invece non ha smaltito il problema fisico e ha svolto solo lavoro individuale.

I NUMERI DI LOOKMAN

Prima della partenza per la Coppa d’Africa Lookman aveva dato un grande contributo all’Atalanta, prima che De Ketelaere tirasse fuori tutto il suo potenziale. L’11 nerazzurro ha infatti realizzato 7 gol e 3 assist nelle 18 presenze raccolte nel girone d’andata. È invece rimasto a secco in Europa League, dove la Dea tra poco più di 10 giorni affronterà nuovamente lo Sporting Lisbona, ma questa volta agli ottavi di finale.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

[VIDEO] – Bruttissimo fallo di IShowSpeed sull’ex Milan Kakà

Pubblicato

:

Kakà

Scene da rimanere attoniti in arrivo dal Qatar, con protagonista in negativo IShowSpeed. Lo streamer americano ha preso parte a una partita di beneficienza insieme a tanti campioni e personaggi illustri del mondo del web. L’evento ha preso il nome di “Match for Hope“, il cui obiettivo è quello di raccogliere fondi per bambini che non hanno accesso a scuole e all’educazione. Tra i calciatori che hanno preso parte alla partita troviamo due vincitori della Coppa del Mondo come Roberto Carlos e David Villa, le leggende del Chelsea Hazard e Drogba, e per chiudere, il Pallone d’Oro del 2007 Ricardo Kakà.

ISHOWSPEED ENTRA MALISSIMO SU KAKA – IL VIDEO DEL TACKLE

Minuto 27 del primo tempo, la palla rotola tra i piedi di Kakà, che la porta avanti molto lentamente verso la trequarti avversaria. IShowSpeed prende la rincorsa dalla metà del cerchio di centrocampo opposta rispetto quella da dove era passata la palla qualche istante prima, raggiugendo velocemente la posizione dell’ex 22 del Milan. A quel punto lo streamer si esibisce in una scivolata completamente sulla gamba di Kakà, che carambola a terra per fortuna senza conseguenze.

Divenuto famoso per la sua ossessione per Cristiano Ronaldo, IShowSpeed ha disputato la partita con la 7, il numero della leggenda portoghese. Certo che il gesto molto poco apprezzabile non ha reso onore al suo idolo.

Continua a leggere

Calciomercato

UFFICIALE – Ivan Provedel ha rinnovato con la Lazio fino al 2028

Pubblicato

:

Empoli-Lazio

La notizia era nell’aria da diverso tempo ma ora è arrivata anche l’ufficialità: Ivan Provedel ha rinnovato con la Lazio fino al 2028. Il portiere biancoceleste è ormai una garanzia tra i pali per Maurizio Sarri e con il rinnovo ha contestualmente spazzato via ogni voce di mercato che era iniziata a circolare su di lui: nella sessione invernale di calciomercato si iniziava a parlare di interesse dalla Premier League e non solo. L’obiettivo e la priorità dell’estremo difensore laziale, però, è stata solo e sempre il rinnovo.

LAZIO, RINNOVO FINO AL 2028 PER PROVEDEL: I DETTAGLI

Secondo quanto riportato dall’esperto di mercato Nicolò Schira su X, l’ex portiere dello Spezia ha siglato un contratto fino al 2028 con adeguamento nella parte economica. Si è passati infatti da 1,3 milioni di euro di stipendio più bonus a 2 milioni fissi. Un atto di stima della società capitolina nei confronti di un portiere dal grandissimo futuro anche in ottica Nazionale.

LAZIO, RINNOVO FINO AL 2028 PER PROVEDEL: IL COMUNICATO UFFICIALE 

La S.S. Lazio è lieta di annunciare il rinnovo di contratto di Ivan Provedel.

Arrivato nella Capitale nell’agosto 2022, in breve tempo l’estremo difensore classe 1994 si è ritagliato, a suon di duro lavoro e altissime prestazioni, un ruolo di primordine all’interno della formazione guidata da mister Sarri.

Ha concluso la prima annata in biancoceleste con un totale di 45 presenze e 22 clean sheet, ricevendo anche il premio come MVP – Miglior Portiere della Serie A TIM 2022/2023.

La seconda stagione è iniziata in modo a dir poco straordinario: rimarrà nella storia del club il suo colpo di testa vincente nella prima giornata di Champions League contro l’Atletico Madrid.

Nel frattempo, il dato relativo alle gare terminate con la porta involata è salito a 45 dopo il convincente 2-0 esterno di ieri contro il Torino, gara all’interno della quale si è fatto ancora una volta notare per i suoi preziosi interventi e la guida attenta di tutto il reparto arretrato”.

 

Continua a leggere

Flash News

Fagioli al secondo incontro sulla ludopatia: “Un anno fa il momento più brutto”

Pubblicato

:

Fagioli

Nicolò Fagioli prosegue il suo percorso con l’obiettivo di combattere e vincere quella che lui stesso ha definito una malattia: la ludopatia. Sede dell’incontro è stato il cinema di Condove, in Val di Susa, dove il classe 2001 è arrivato accompagnato dallo psicologo Paolo Jarre.

Lo stesso Fagioli è intervenuto durante l’evento “Lo sport non è azzardo“, a cui hanno preso parte anche molti ragazzi. Dal palco, il centrocampista juventino ha pronunciato parole volte a sensibilizzare sulla tematica, raccontando la sua esperienza, cosa lo ha portato a giocare e quando ha capito di aver bisogno d’aiuto. La Juventus ha dimostrato a più riprese la sua vicinanza verso il ragazzo, culminando il suo manifesto supporto rinnovando il contratto di Fagioli.

FAGIOLI AL SECONDO INCONTRO SULLA LUDOPATIA

SUL MOMENTO PEGGIORE – “Un anno fa il momento più brutto, capivo che era una malattia. Ho chiesto aiuto e ora eccomi qui. Era il periodo più difficile. Ero ancora dentro al gioco, e finché non è successo tutto questo casino era un problema, con gli amici e con la famiglia. Adesso sto bene e sono felice“.

SULL’INIZIO E LA RICHIESTA DI AIUTO – “Avevo tempo, e la noia mi ha portato a giocare, era un riempitivo. Poi è diventata una malattia. Perdi soldi e lo nascondi ai genitori. E diventa una malattia. Bisogna chiedere aiuto. Adesso sto giocando spesso a tennis, oppure vado con gli amici a giocare a padel. Faccio sport, sto con gli amici e la famiglia molto più di prima. E questo mi aiuta, tanto“.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969