Connect with us

Flash News

Italiano in vista del Twente: “Speriamo che ciò che abbiamo preparato porti i frutti sperati”

Pubblicato

:

Fiorentina

Vincenzo Italiano e la sua Fiorentina sono pronti per il palcoscenico europeo, ritorno molto gradito a Firenze che non si vedeva da parecchie stagioni.

Le parole del Mister alla vigilia nel match contro il Twente:

È emozionato per l’esordio in Europa?
“Ci teniamo a far bene. Dobbiamo dimenticare l’emozione al momento del fischio d’inizio. Affrontiamo una squadra forte, massima concentrazione ed è la prima di una partita che si gioca tra andata e ritorno e dobbiamo stare molto attenti”.

Questa partita è un premio per il suo lavoro?
“Io la vivo come un obiettivo che ho cercato di raggiungere per questa piazza, per me stesso. Perché ho sempre cercato di migliorare gli obiettivi e l’anno scorso è stato centrato. Era quello che volevamo e ne sono molto orgoglioso. C’è una prima volta per tutti, anche per chi ha vinto 20 Champions. Tutti hanno esordito in Europa. Non si nasce catapultati in questa realtà. Cercherò di dare il massimo anche domani. Sono felice per me e per la squadra”.

Affrontare una squadra forte come il Twente vi permetterà di non avere cali di concentrazione nell’affrontare il match?
“Il Twente è una delle squadre più preparate della competizione. Questo ci dà modo di stare concentrati ma lo avremmo fatto contro chiunque perché ci teniamo. Però loro sono temibili, lavorano da tempo insieme ed è una squadra che andrà affrontata con la massima attenzione. Li abbiamo studiati molto e ci permetterà di entrare concentrati. Speriamo che ciò che abbiamo preparato porti i frutti sperati”.

Se dovesse chiudere gli occhi, quale Fiorentina vista l’anno scorso vorrebbe vedere in campo domani?
“Abbiamo giocatori nuovi, abbiamo la necessità di diventare più bravi di quello che siamo riusciti a fare. L’anno scorso abbiamo fatto partite dove ottenevamo quello che volevamo, quindi si lavora per confermare questo. Far tirare poco in porta gli avversari e provare ad avere un grande numero di opportunità come abbiamo fatto spesso lo scorso anno. Non c’è una partita in particolare, siamo stati tante volte bravi a fare ciò che volevamo. Domani è una gara dove l’attenzione sarà fondamentale, come sfruttare le occasioni che si creeranno. Massima concentrazione perché queste partite qua la richiedono. Ci sono dei ragazzi che in certi momenti si esaltano e che tirano fuori qualità che nemmeno in allenamento mostrano e c’è bisogno di questo: tirare fuori qualcosa in più. Sono serate indimenticabili. Mi appello ai tifosi che ci spingono verso l’area avversaria. Mi auguro che domani siano insieme a noi fino all’ultimo minuto e che siano in tanti. Serve la migliore Fiorentina possibile”.

Qual è il giocatore più pericoloso del Twente?
“Personalmente ho guardato tante partite. È una squadra che non perde da tanto tempo e che è molto organizzata. Oltre ad avere giocatori di qualità, soprattutto in avanti, hanno esterni d’attacco di qualità, un trequarti sveglio e sono tutti molto organizzati. Temo la loro organizzazione e cercheremo di non farli ragionare e di non innescare la loro qualità nel

Conosce Kokcu?
“Lo conosco, è forte, è bravo ma gioca nel Feyenoord. I giocatori di qualità li conosciamo tutti e il Feyenoord ne ha tanti, lui è importante”.

Non vale più il gol in trasferta, come cambia la preparazione a una sfida del genere?
“Questo dà la possibilità di vedere partite dove entrambe le squadre per forza e necessità devono cercare di vincere. Alla fine negli anni scorsi andare a far gol lontano dal proprio campo ti permetteva di lavorare diversamente e ora non conta più. Conta vincere e portare a casa almeno una delle due partite e penso che iniziando da questa competizione ma anche in Europa in generale ci permetterà di vedere partite diverse e senza speculazioni”.

La Fiorentina è la prima squadra che gioca la Conference dopo la vittoria della Roma, sente la responsabilità da squadra italiana di far bene dopo il successo giallorosso?
“Sinceramente non ci spingerà ad andar forte il fatto che la Conference sia stata vinta da un’italiana. Ci spingerà il nostro orgoglio e la nostra voglia di andare avanti e di partecipare alla competizione. E poi cercare di andare il più avanti possibile. La Roma è passata vincendo contro il Trabzonspor che poi ha vinto il campionato turco. Ci sono tante insidie per arrivare in fondo e bisogna fare grandi complimenti alla Roma. Però a noi ci spinge altro, è una questione personale e individuale oltre al fatto di regalare al nostro pubblico di poter andare in giro per l’Europa a giocarsi qualcosa”.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Cambio di agente per de Vrij: il possibile sostituto!

Pubblicato

:

Inter

C’è aria di cambiamenti importanti nella carriera professionale di Stefan de Vrij. Secondo quanto riportato da Nicolò Schira, il centrale dell’Inter e della nazionale olandese sarebbe prossimo al cambio di agente. L’ex Lazio era uno delle punte di diamante della scuderia gestita dal compianto Mino Raiola. Alla sua scomparsa, la gestione del profilo professionale del calciatore è passata nelle mani di Rafaela Pimenta.

Adesso però sembra proprio che de Vrij abbia deciso di trovarsi un nuovo agente. Tra i papabili pretendenti, il nome più in voga sembrerebbe quello di Federico Pastorello, agente – tra gli altri – dei nerazzurri LukakuAcerbi.

L’Inter rimane alla porta, in attesa di ulteriori sviluppi. Il contratto di de Vrij scadrà il 30 giugno 2023; in caso di trattativa per il rinnovo contrattuale, al fianco del calciatore potrebbe esserci un volto nuovo.

Continua a leggere

Calciomercato

Milan, rinnovo di Kalulu sempre più vicino

Pubblicato

:

kalulu

Il Milan punta a migliorarsi giorno dopo giorno e per farlo sicuramente una delle mosse più coerenti e trattenere i giocatori migliori. Proprio per questo si stanno intensificando i contatti per il rinnovo di contratto di Pierre Kalulu. Il capitano dell’U21 francese sta dimostrando una grande crescita anche in questa stagione dove sta assumendo sempre più il ruolo di titolare.

Kalulu desidera rimanere a lungo al Milan che ha puntato su di lui prelevandolo per una cifra irrisoria dalla seconda squadra del Lione. Gli agenti del francese proveranno a chiudere entro la fine dell’anno il rinnovo col club rossonero con tanto di adeguamento dell’ingaggio.

Continua a leggere

Conference League

Hearts-Fiorentina 0-3, le pagelle: Kouamé incanta, finalmente si sblocca Jovic

Pubblicato

:

Fiorentina-Rigas: probabili formazioni e dove vederla

La Fiorentina doveva rialzarsi e lo ha fatto nei migliore dei modi battendo con un netto 3-0 gli Hearts grazie ai gol di Mandragora, Kouamé e Jovic. I ragazzi di mister Italiano si posizionano momentaneamente al secondo posto in classifica nel proprio girone di Conference League. Fiorentina in palla, cinica e vogliosa di riprendersi da un momento no.

LE PAGELLE DELLA FIORENTINA

Gollini 6.5: Si riscatta alla grande dalla disfatta di Istanbul. Salva la Fiorentina con una grande parata sullo 0-2.

Terzic 7: Fa dimenticare subito Venuti; spinta, grinta e cross. Assist al bacio per Mandragora.

Quarta 6.5: Da lui nasce l’azione del gol di Jovic. Partita grintosa come sempre.

Igor 6: Partita nella norma, gestione della difesa nel complesso buona. (Dal 46′ Milenkovic 6: pochi pericoli dalle parti del serbo).

Biraghi 6: Il più sottotono tra le fila viola. Tanti cross e pochi giusti. (Dal 74′ Dodo S.V).

Bonaventura 6: Più in ombra rispetto alle altre partite, ma la sua presenza in campo è sempre preziosa. (Dall’87’ Zurkowski S.V).

Amrabat 6.5: Torna in mezzo al campo e si vede. Amministrazione perfetta del centrocampo viola. (Dal 74′ Bianco 6: il talento classe 2002 esordisce tra i grandi e lo fa alla grande).

Mandragora 6.5: Senza ombra di dubbio la sua miglior partita con la maglia viola. Il gol la ciliegina sulla torta.

Kouamé 8: Un gol da capogiro, un assist decisivo. Ormai è diventato punto fermo di questa Fiorentina.

Jovic 7.5: Finalmente Luka Jovic. Non solo il gol, tanto gioco sporco e una forma fisica che sembra essere ritrovata.

Saponara 6: Là davanti il meno brillante ma la sua prestazione è sufficiente. (Dal 79′ Nico Gonzalez S.V)

 

Continua a leggere

Conference League

Kouamé sull’assist: “Contento che Jovic abbia segnato”

Pubblicato

:

Kouamé

La Fiorentina vince in Scozia e lo fa anche e soprattutto nel segno di Christian Kouamé, autore di un gol e un assist nel 3-0 viola contro l’Heart of Midlothian.

L’ivoriano, che pian piano sta conquistando sempre più la fiducia di Italiano, ha parlato a Sky Sport del successo della sua squadra:

Noi siamo questi, giochiamo di squadra e ci aiutiamo l’uno con l’altro. Dobbiamo essere così, fare come oggi anche nelle prossime partite“.

Oltre ad aver siglato la rete del momentaneo 0-2, il classe ’97 ha fornito anche il passaggio vincente a Jovic, che si è sbloccato dopo un lungo digiuno. Proprio sull’assist per il serbo Kouamé ha detto:

Sì, ancora prima che mi arrivasse il pallone avevo pensato di metterla forte in mezzo, poi è passata tra le gambe del difensore e sono contento che abbia segnato. Davanti attraversiamo un periodo un po’ così e quando facciamo gol siamo tutti contenti“”

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969