Connect with us

Calcio Internazionale

Tebas sulla Superlega: “Incertezza fondata su bugie e ignoranza”

Pubblicato

:

Tebas

Javier Tebas, presidente della Liga spagnola, è tornato a parlare in merito alla Superlega. L’idea è salita rapidamente agli onori delle cronache nel 2021 e aveva Barcellona e Real Madrid come club in prima linea. Alla luce di una crisi economica che sta invadendo tutte le squadre europee, specialmente nel post-Covid, il numero 1 del campionato spagnolo ha deciso di dire la sua.

Da considerare, anche, che si sta parlando, probabilmente, del peggiore anno per il calcio spagnolo. Lo scorso anno tra le 16 squadre approdate agli ottavi di Champions League, ben tre erano spagnole. Barcellona e Sevilla non hanno passato il turno. Ma Villareal, Atletico Madrid e Real Madrid hanno tenuto alto il nome della nazione iberica. A distanza di un anno, solo i blancos, campioni in carica, rappresentano la Spagna tra le grandi d’Europa. Non solo Sevilla e Barcellona, retrocesse in Europa Legaue, ma anche l’Atletico Madrid, addirittura fuori da tutto, hanno abbandonato la competizione ai gironi.

Queste le parole di Tebas.

Abbiamo qualche nemico comune, ma non è la Premier League, bensì i club che, anno dopo anno, vivono di perdite enormi e che sono sostenibili soltanto grazie alle iniezioni milionarie dei loro proprietari. È vero, molti di questi club sono della Premier League. Ma ce ne sono anche in Italia e in Francia. La soluzione non è una nuova competizione. Perchè la Superlega presentata nell’aprile del 2021, ma anche quella che ci vogliono propinare ora, distruggerebbero i campionati nazionali. E, sul lungo periodo, anche gli stessi club che oggi la propongono. Non ci sarà mai una Superlega. Ciò nonostante, il danno che stanno causando è irreparabile. Stanno creando una sensazione d’incertezza nel settore e lo stanno facendo sulla base di bugie e ignoranza“.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Chi è Alejo Veliz, l’attaccante nel mirino di Lecce e Sassuolo

Pubblicato

:

Argentina

CHI É ALEJO VELIZ, L’ATTACCANTE NEL MIRINO DI LECCE E SASSUOLO – Salito alla ribalta per la doppietta al River Plate nell’ultima partita di Gallardo, Alejo Véliz è diventato infatti un idolo del Rosario Central allenato da Carlitos Tevez e si è dimostrato come uno degli attaccanti più interessanti del campionato argentino.

CHI É ALEJO VELIZ – L’INFANZIA E I PRIMI PASSI NEL CALCIO

Nato il 19 settembre 2003 da un’umile famiglia di Gödeken, 190 chilometri a ovest di Rosario e più di 400 da Buenos Aires, fin da piccolo Alejo ha avuto due passioni, il calcio e il malambo, una danza folkloristica maschile: il padre Sergio lo ha portato a giocare nella scuola calcio di Gödeken quando aveva tre anni, ma tre anni dopo la famiglia si è trasferita a Bernardo de Irigoyen, città natale della madre Andrea, a 97 chilometri a nord di Rosario, in cui ha continuato a giocare nell’Unión Deportiva y Cultural. Qui ha continuato ad allenarsi in entrambe le discipline, sviluppando una non indifferente agilità che gli è rimasta utile nel calcio.

CHI É ALEJO VELIZ – L’APPRODO AL ROSARIO CENTRAL

Il 2019 è l’anno in cui Véliz ha iniziato a farsi notare, dopo aver vinto il titolo di capocannoniere nella Liga Galvense con 26 gol che ha portato all’interessamento del Colón, che l’ha ingaggiato per un periodo di prova (dove non c’era la pensione e i suoi nonni lo accompagnavano agli allenamenti) e poi al Rosario Central. A Rosario supera i due test preliminari, ma la pandemia gli impedisce di debuttare e mette in dubbio addirittura la sua voglia di continuare a giocare: Alejo però persevera nel suo obiettivo e nel 2021 debutta con la maglia dell’Academia Rosarina, per poi essere promosso nella Reserva in cui ha debuttato in Copa Sudamericana contro i venezuelani del Deportivo Táchira.

CHI É ALEJO VELIZ – L’ARRIVO IN PRIMA SQUADRA E LE VOCI DI MERCATO

Il 2022 è stato invece l’anno della sua consacrazione: fin dall’inizio del campionato Véliz ha giocato per 90 minuti nel Rosario Central nell’ala protettiva di Carlos Tevez, trovando il primo gol contro i Newell’s il 21 luglio. In seguito sono arrivati altri cinque gol e un assist, che l’hanno reso uno dei giocatori seguiti dall’Under 20 della Nazionale argentina e hanno fatto sì che molti club europei abbiano messo gli occhi su di lui, fra cui Lecce, Sassuolo, Bologna e Salernitana.

CHI É ALEJO VELIZ – UNA PUNTA VECCHIO STILE

Véliz si presenta come un attaccante da area di rigore, non eccessivamente tecnico, ma molto abile a tenere su la squadra con i suoi 187 centimetri di altezza. In Europa potrebbe diventare molto interessante, se saprà unire la sua forza con il miglioramento nella lettura della profondità e nella visione di gioco.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Lautaro non convince, Messi lo difende nell’intervista post partita: le parole

Pubblicato

:

Toni

Dopo la tragicomica prestazione di Lukaku contro la Croazia, il duo offensivo dell’Inter conferma il suo evidente momento di difficoltà; il match con l’Australia è stata infatti una grossa occasione mancata per Lautaro Martinez, che dopo aver perso il posto da titolare in favore del più pimpante Julian Alvarez (a segno anche ieri sera), fatica a ritrovare il proprio proverbiale killer istinct sotto porta.

El Toro, nel momento di maggior difficoltà dell’Argentina, ha fallito due occasioni abbastanza nette a tu per tu con Ryan (portiere australiano), impedendo alla Selecciòn di chiudere una partita che si stava rivelando sempre più spinosa dopo lo sfortunato autogol di Enzo Fernandez.

In suo soccorso non poteva dunque che arrivare Leo Messi, padre e padrone dell’Albiceleste (oltre che uomo-assist in entrambe le occasioni fallite dal centravanti nerazzurro), che ai microfoni di Tyc Sports ha rincuorato il proprio compagno di reparto: “Lautaro è un attaccante che vive di gol, ed è un giocatore molto importante per noi; l’importante è che stia bene in vista dei quarti contro l’Olanda.”

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Nuova panchina per Roberto Martinez? Il Messico su di lui

Pubblicato

:

Messico

Dopo i sei anni da commissario tecnico del Belgio, conclusi senza trofei e con la grande delusione dell’eliminazione ai gironi nei Mondiali in Qatar (che l’hanno portato alle dimissioni), Roberto Martinez potrebbe ripartire subito da un’altra Nazionale. Secondo quanto riporta Record il Messico avrebbe trovato nell’allenatore catalano il profilo ideale per costruire una squadra competitiva nei prossimi Mondiali casalinghi del 2026, dopo la bruciante eliminazione ai gironi con Argentina, Polonia e Arabia Saudita che anche in questo caso ha costretto alle dimissioni dell’allenatore, il Tata Martino.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

La probabile formazione dell’Inghilterra: un ballottaggio in attacco

Pubblicato

:

Inghilterra

Dopo la brillante vittoria contro il Galles, Southgate sembra orientato a confermare contro il Senegal il 4-3-3 che ha soddisfatto i tifosi inglesi e a riproporre alcuni giocatori che hanno riposato nella partita di martedì sera. Il ballottaggio principale riguarda le ali che assisteranno Kane, con Saka, che era rimasto in panchina contro il Galles dopo le buone prestazioni con Iran e Stati Uniti, Rashford e Foden, autori dei gol nell’ultima partita, che si spartiranno i due posti rimanenti: uno di loro rimarrà in panchina e secondo Sky Sports il giocatore dell’Arsenal è in vantaggio.

Pochi dubbi per quanto riguarda difesa e centrocampo: Southgate presenterà la retroguardia di fiducia composta da Shaw, Maguire, Stones e Trippier davanti a Pickford e il centrocampo dinamico con Rice, Henderson e la stellina Bellingham, protagonista di un eccellente mondiale finora.

PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3): Pickford; Trippier, Stones, Maguire, Shaw; Henderson, Rice, Bellingham, Saka, Rashford, Kane.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969