Connect with us

Calcio Internazionale

Jorginho ma non solo: quali altre star non hanno mai giocato un mondiale?

Pubblicato

:

Chelsea, Jorginho svela un retroscena sulla trattativa che ha portato Koulibaly al Napoli

Dopo la delusione di Russia 2018, Jorginho mancherà anche ai mondiali di Qatar 2022. All’alba dei 30 anni, il classe 1991 potrebbe mancare alla prossima kermesse mondiale, nel 2026 in Nord America. Infatti, in quell’anno Jorginho avrebbe 34 anni e potrebbe essere già fuori dai radar per la nazionale azzurra.

Ma non è la sola superstar a non aver mai disputato un mondiale in carriera. E se la suggestione Pallone d’Oro è stata solo sfiorata nell’ultimo mese di Dicembre, ci sono invece giocatori che hanno vinto quel premio, ma anche trofei più importanti. Senza mai presenziare ad un mondiale.

E’ il caso, ad esempio, del primo giocatore non europeo ad aggiudicarsi il Pallone d’Oro: George Weah. Nonostante la vittoria del premio nel 1995, George Weah non è riuscito a trascinare la sua Liberia nè al mondiale del 1994, nè a quello del 1998. Ma non solo: gli anni in cui è andato più vicino alla qualificazione sono stati il 1990, quando giocava ancora al Monaco, e il 2002, ormai a fine carriera.

Ma se la Liberia può reputarsi una nazionale minuscola, nei giochi di potere del calcio, non si può dire lo stesso della Francia. Eppure, nè David Ginola, nè Eric Cantona hanno mai rappresentato la loro nazionale al mondiale. Per USA 1994 fu proprio un presunto errore di Ginola a eliminare la Francia, a favore della Bulgaria, nel turno di spareggio europeo. Nella manifestazione casalinga del 1998, invece, nessuno dei due fu convocato.

Fuori dal mondiale anche due superstar gallesi come Ian Rush e Ryan Giggs. Il primo guidava il Galles che rincorse la qualificazione ad Italia ’90, ma un girone di ferro, alle qualificazioni europee, gli impedì di avere la meglio su Finlandia, Olanda e Germania. Mentre Giggs, nonostante la longevità e un palmares che parla da solo, non è riuscito a portare i suoi ai mondiali 2002, 2006 e 201o.

Fuori dal mondiale, per un tragico destino, anche tanti dei celeberrimi Busby Babes: la squadra del Manchester United tragicamente colpita dal disastro aereo di Monaco di Baviera, nel 1958. Sir Bobby Charlton è sopravvissuto, vivendo e vincendo il mondiale in casa, del 1966. Così non fu, invece, per Duncan Edwards. Centrocampista inglese, da moltissimi definito come il giocatore più forte di quella squadra.

Fuori dai mondiali anche un’icona come George Best. Il quale, rappresentando un paese relativamente piccolo come l’Irlanda del Nord, non ha mai disputato un mondiale in carriera. Pur andando molto vicino a disputare l’edizione del 1966.

Molto particolare la storia di Alfredo Di Stefano. Il giocatore simbolo del Real Madrid pluricampione d’Europa, a cavallo tra gli anni ’50 e ’60 non ha mai partecipato ad un mondiale, pur giocando sia per l’Argentina che per la Spagna. Con le Furie Rosse ha mancato la qualificazione nel 1958, perdendo nell’ultimo turno di eliminazione. Mentre nel 1962 ha visto i suoi compagni arrivare in finale, ma non ha potuto far parte della squadra per infortunio.

Infine, anche il tedesco Bernd Schuster non ha mai partecipato ad un mondiale. L’ “Angelo Biondo” è stato uno dei giocatori più brillanti della Germania Ovest di inizio anni ’80. Ma a causa di dissapori con la Federcalcio tedesca e molti connazionali, senatori nello spogliatoio, non ha partecipato al mondiale 1982. E ha concluso la sua carrira in nazionale con 21 presenze in 5 anni, tra il 1979 e il 1984.

Jorginho, dunque, è in ottima compagnia di calciatori che hanno fatto parte della storia del calcio.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Mertens polemico post Marocco: “Il fallo non c’era”

Pubblicato

:

Ghana

Dries Mertens è intervenuto ai microfoni di Rai Sport dopo la sconfitta contro il Marocco. L’ex attaccante del Napoli ha analizzato la prestazione, soffermandosi sull’episodio del primo gol della Nazionale africana.

L’attaccante belga ha dichiarato:

“Abbiamo iniziato bene, poi loro hanno segnato su fallo che secondo me non c’era. Noi abbiamo fatto il nostro, secondo me abbiamo avuto le migliori occasioni. La sconfitta in chiave qualificazione pesa tanto”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

[VIDEO] Zenit-Spartak Mosca finisce in rissa: 6 espulsi!

Pubblicato

:

In Russia si sta giocando la Coppa di Lega. Il match odierno tra Zenit San Pietroburgo e Spartak Mosca è stato a dir poco incredibile, ma non per delle gesta dei giocatori in campo. Nei minuti di recupero, sul risultato di 0-0, è scoppiata una rissa che ha portato a ben sei espulsi, tre per parte. Per lo Zenit i tre giocatori espulsi sono stati Barrios, Malcolm e Prado, per lo Spartak Mosca Nicholson, Selikhov e Sobolev.

Il match è finito ai calci di rigore con la vittoria per 4-2 dello Zenit. Decisivo il rigore realizzato da Bakaev.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Rodri commenta il suo nuovo ruolo: “Da centrale mi trovo bene”

Pubblicato

:

Delph

Al termine del match contro la Germania, il centrocampista spagnolo Rodri ha parlato ai microfoni di La1.

Il calciatore del Manchester City si è soffermato sul suo nuovo ruolo di difensore centrale:

“Cerco di imparare ogni giorno, è un ruolo diverso ma mi trovo bene con i miei compagni. Capisco il ruolo e l’importanza che devo dare alla squadra”.

Poi, sulla partita:

Sul gol potevamo fare meglio, ma Musiala è stato anche fortunato sul rimbalzo. Sapevamo che sarebbe stato complicato: i tedeschi sono molto forti, ma abbiamo giocato bene e preso un punto che ci permette di arrivare alla sfida col Giappone con le massime garanzie”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Luis Enrique post Spagna-Germania: “Abbiamo cercato di fare il nostro gioco”

Pubblicato

:

Luis Enrique

Al termine di Spagna-Germania, il tecnico spagnolo Luis Enrique ha analizzato il match ai microfoni della RAI, commentando il pareggio maturato tra le due Nazionali.

L’ex allenatore di Barcellona e Roma ha dichiarato:

“Oggi è stata una partita molto difficile, i tedeschi giocano bene e pressano forte. Abbiamo cercato di fare il nostro gioco, abbiamo fatto degli errori sul risultato di 1-0. Siamo contenti perché siamo primi nel girone ma non abbiamo ancora fatto nulla”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969