Nella mattinata successiva al clamoroso annuncio della nascita della Superlega, che potrebbe completamente sconvolgere il calcio come lo conosciamo, è arrivata anche la notizia del sollevamento dall’incarico di tecnico del Tottenham di José Mourinho, già nell’aria da tempo. Il tecnico portoghese, arrivato sulla panchina degli Spurs nel novembre del 2019, paga una stagione al di sotto delle aspettative, con la squadra al settimo posto in Premier League. Secondo il Telegraph, il posto del tecnico portoghese dovrebbe essere assegnato momentaneamente al tecnico dell’under-23 dei londinesi, Ryan Mason.

Fonte: profilo Instagram @josemourinho

Per Mourinho è il secondo esonero consecutivo, dopo quello di Manchester, che testimonia una fase di carriera avara di successi. Negativo anche per il Tottenham affidarsi allo Special One, che nella passata stagione aveva migliorato la situazione per londinesi, portando la squadra dal quattordicesimo al sesto posto in classifica. Il club si aspettava che Mourinho riportasse un trofeo a North London, ma così non è stato.

La stagione attuale era persino iniziata alla grande, con Mourinho nominato allenatore del mese di novembre in Premier League e il Tottenham nelle primissime posizioni. Poi la flessione nei risultati e addirittura nove sconfitte stagionali in campionato, a costituire per lui un nuovo record negativo. Al rendimento negativo nel massimo campionato inglese, si somma l’eliminazione ai quarti di finale di Europa League, contro i croati della Dinamo Zagabria. La situazione migliora leggermente guardando le coppe inglesi, dove gli Spurs avranno la possibilità di giocarsi la Carabao Cup nella finale contro il Manchester City. Lo faranno, però, senza José Mourinho.

(Fonte immagine in evidenza: Goal.com)