Connect with us
Jurgen ‘Kop’ e quell’esultanza “over-the-top”

Flash News

Jurgen ‘Kop’ e quell’esultanza “over-the-top”

Pubblicato

:

Minuto numero novantasei del derby della Merseyside: Van Dijk alza un campanile alla disperata che si dirige verso la porta dove Pickford, autore di una grandissima partita, si appresta a bloccare la sfera e mettere così fine al match. Il destino, quella cosa incontrollabile però, fa compiere il primo errore del match al portiere dei Toffees e la palla, dopo aver rimbalzato due volte sulla traversa, viene raccolta da Origi che di testa buca il povero Pickford. Si scatena l’inferno ad Anfield e Jurgen Klopp, eccentrico manager dei Reds, non è da meno: sessanta metri di corsa per andare ad abbracciare il suo portiere Alisson (altro protagonista in positivo del match) ed esultare sotto la Kop in delirio. Nulla di grave, se non fosse per il deferimento a carico di Klopp esposto dalla federazione inglese.

Il gol di Origi che ha deciso il Merseyside derby al 96′.

KLOPP DEFERITO

Jurgen Klopp è stato deferito per cattiva condotta relativamente al suo comportamento nel corso del match tra Liverpool ed Everton al minuto numero novantasei.”

Così la FA ha annunciato un deferimento nei confronti dell’allenatore tedesco che ha provato a giustificarsi ai microfoni:

Aspetto di sapere cosa deciderà la FA, non dovevo comportarmi così ma sono cose che non posso spiegare, le emozioni hanno avuto la meglio su di me. Mi sono scusato con Marco Silva già in panchina, mi scuso con tutti.”

 

Stesse scuse che, a quanto detto dal tecnico dei Reds, sarebbero state poste al termine della gara nei confronti di Marco Silva, allenatore dei Toffies sconfitti . Lo stesso allenatore portoghese ha però dichiarato il contrario nella conferenza post gara, sottolineando come Jurgen Klopp non si sia minimamente scusato per quel gesto “over-the-top” che potrebbe costargli una squalifica. Klopp ha ora tempo fino al 6 dicembre per presentare ricorso contro il deferimento, da quel momento sarà la FA a decidere quale sanzione comminargli per un’esultanza fin troppo umana.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Monza-Roma, le formazioni ufficiali: torna Lukaku, la scelta su Carboni e Colpani

Pubblicato

:

Lukaku

MONZA ROMA UFFICIALI – Manca sempre meno a Monza-Roma, secondo anticipo di questo sabato di Serie A. Dopo le emozioni di Udinese-Salernitana, ci si aspetta un pomeriggio di fuoco all’U-Power Stadium.

Il Monza arriva alla sfida reduce da 5 risultati utili consecutivi, fatti di tre vittorie e due pareggi. Decimo posto a pari punti con il Torino, impegnato stasera contro la Fiorentina, e quattro lunghezze dalla Lazio. In caso di vittoria, sarebbe i ragazzi di Palladino potrebbero accorciare a -1.

Momento positivo anche per la Roma, che dall’arrivo di Daniele De Rossi sulla panchina ha ottenuto cinque vittorie e una sconfitta (contro l’Inter) in campionato. In mezzo, il passaggio dei playoff di Europa League contro il Feyenoord. Non a caso, la classifica oggi recita sesto posto, a -2 dall’Atalanta e a -4 dal Bologna quarto. Almeno una delle due domani perderà punti: occasione da non lasciarsi scappare.

LE FORMAZIONI UFFICIALI DI MONZA-ROMA

MONZA (4-2-3-1): Di Gregorio; Birindelli, Caldirola, Pablo Marí, A. Carboni; Gagliardini, Pessina; V. Carboni, Colpani, Dany Mota; Djuric. All. Palladino

ROMA (4-3-3) : Svilar; Kristensen, Mancini, Ndicka, Angelino; Cristante, Paredes, Pellegrini; Dybala, Lukaku, El Shaarawy. All. De Rossi

Continua a leggere

Flash News

Tchaouna a giro, Kamara in rovesciata: Udinese-Salernitana si chiude 1-1

Pubblicato

:

Udinese

UDINESE SALERNITANA TCHAOUNA KAMARA – Pomeriggio di fuoco al Bluenergy Stadium, con Udinese e Salernitana che chiudono sull’1-1 dopo una gara giocata fino all’ultimo secondo, senza esclusione di colpi.

Ad aprire le danze è il mancino fatato di Tchaouna che dipinge una parabola splendida a giro che si insacca alle spalle di Okoye. Subito dopo, la Salernitana si salva dall’immediato gol del pareggio: Lucca scatta, appoggia per Thauvin che crossa in mezzo e trova la deviazione di Zanoli. Fuorigioco precedente dell’ex attaccante dell’Ajax. L’Udinese però alza i giri e attacca, prima con lo stesso Lucca che costringe al miracolo Ochoa, e poi con Lovric, il quale non sfrutta la giocata geniale di un ispiratissimo Thauvin e spedisce a lato. Nel recupero, poi, arriva il pareggio: cross in mezzo dell’ex Marsiglia e rovesciata spettacolare di Kamara.

Nella ripresa non cambia l’inerzia della gara, con Thauvin che sfiora la porta da calcio di punizione e Kamara che mastica un’occasione più che ghiotta. Al minuto 64 si complicano le cose per i padroni di casa, con Ebosele che arriva in ritardo in un contrasto su Bradaric e, già ammonito, viene espulso dopo essersi anche fatto male. Soli sei minuti dopo, un lampo della Salernitana: Tchaouna si presenta solo davanti ad Okoye e calcia per la doppietta, ma trova solo il palo. L’Udinese non ci sta e cerca il vantaggio fino alla fine, rischiando anche la sconfitta con un contropiede a tempo scaduto non finalizzato da Candreva. Alla fine è 1-1.

Continua a leggere

Flash News

[FOTO] I tifosi sostengono gli Ultras Granata: dalla SPAL al Catanzaro

Pubblicato

:

Dove vedere Torino-Salernitana in tv e streaming

Nei giorni scorsi è arrivata la conferma degli Ultras Granata, che non parteciperanno in massa alla sfida di questa sera tra Torino e Fiorentina.

COMUNICATO – “In questi giorni il nostro gruppo, già decimato dalle diffide degli ultimi anni, è stato raggiunto da una pioggia di daspo, denunce e arresti. Il segnale è chiaro: farci scomparire. Coerenti con la nostra mentalità, siamo da sempre consapevoli delle possibili conseguenze del nostro vivere ultras. Questa volta però veniamo colpiti per una protesta tenutasi in occasione dell’incontro Torino-Sassuolo durante la quale venne messa in atto una contestazione contro Cairo, la società e la squadra. Il tutto si era svolto in modo sereno e pacifico: uno sciopero del tifo di 15 minuti lasciando vuoto il settore centrale. Pertanto vista l’assurda repressione in atto verrà a mancare la nostra presenza allo stadio…Non ci avrete mai come volete voi! Torneremo più forti di prima!”.

Nel frattempo però comincia ad arrivare sostegno da diverse parti d’Italia e non solo nei confronti dei tifosi del Torino. I tifosi di SPAL, Catanzaro e Hajduk Spalato hanno mostrato vicinanza alla tifoseria granata e alle loro proteste. Il motivo della loro assenza è ancora è principalmente legato ad una precedente protesta (in occasione di Torino-Sassuolo) nei confronti della società e del presidente Cairo. La vicenda è destinata ad evolversi nelle prossime settimane, ma una cosa è certa: contro la Fiorentina il Torino dovrà fare a meno degli Ultras Granata sugli spalti.

Continua a leggere

Flash News

Di Francesco: “Barrenechea è tornato, il portiere lo decido di partita in partita”

Pubblicato

:

Di Francesco

Il tecnico del Frosinone Eusebio Di Francesco ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida che attende i ciociari contro il Lecce di D’Aversa. Un Frosinone che viene dalla sconfitta nei minuti finali contro la Juventus, complice la rete di Rugani a tempo quasi scaduto.

LE DICHIARAZIONI DI DI FRANCESCO VERSO IL LECCE

SFIDA AL LECCE“In generale credo che sia una gara molto importante contro una diretta concorrente. Una gara che vale doppio o quasi a questo punto della stagione, sapendo che ce ne saranno altre. Bisognerà essere bravi a mantenere quegli equilibri che siamo stati bravi a mantenere con la Juventus ed anche contro la Roma, anche se dopo ci siamo un po’ sfaldati dopo la rete incassata. Abbiamo lavorato tanto sotto l’aspetto mentale. Peccato per i momenti di domenica perché avremmo meritato dopo una prestazione gagliarda di portare a casa un punto. Non è stato così e allora rimbocchiamoci le maniche e pensiamo alla gara successiva, la più importante. Quella con il Lecce di domani”.

PARTITA DA NON PERDERE“A me non piace il concetto di non perdere ma magari ‘fare risultato’. Sarà una gara da leggere con grande attenzione, capire le situazioni, comprendere lo stato di forma delle due squadre e come arriviamo a questa gara. Personalmente guardo in casa mia, ho visto i ragazzi determinati e vogliosi di portare a casa il risultato. È ovvio che poi il campo è il giudice unico. A volte abbiamo espresso un gran calcio e portato a casa niente. Mi auguro che sia una partita della quale saremo qui a parlare di un risultato positivo e favorevole al Frosinone.

BARRENECHEA OUT NELLE ULTIME USCITEDevo dire che è stata una scelta dettata anche dallo stato di forma del momento. Vedevo dei giocatori in condizioni migliori a partire da Brescianini che era stato fuori anche a Firenze ed è il centrocampista più in forma che abbiamo. E poi Mazzitelli sta crescendo tanto, sta interpretando bene il ruolo del play che spesso ha ricoperto anche con Enzo quando abbiamo sviluppato a due anche nel 4-3-3. Il nostro modo di giocare è dinamico e che presenta una costruzione a centrocampo anche in base agli avversari. Enzo questa settimana è tornato ad essere quello delle scorse settimane, sia mentalmente che fisicamente”.

DI FRANCESCO SUI CAMBI E SUI TIFOSI

CAMBI“Non dico che non hanno portato nulla, magari non siamo riusciti a portare a casa il risultato. A volte le sostituzioni ti danno qualcosa e a volte non ti danno. Questo è un messaggio che mando anche a chi va in panchina e che devono preparare al meglio la partita. Io cerco di guardare sempre a tutti, tutti hanno avuto possibilità. Ma posso dite che si è ricreata anche una piacevole competizione sana tra tutti che per me è costruttiva”.

TURATI E CEROFOLINI“Non ho deciso ma i ragazzi sanno che c’è competizione tra di loro. Ho fatto una scelta diversa dal passato. Deciderò partita per partita. Il nome del portiere lo dirò domani”.

TIFOSI “I messaggi ci arrivano costantemente e quotidianamente. Io credo che la squadra sia viva, come la gente accanto a noi. E dobbiamo arrivare all’obiettivo finale. Io ci credo, ci hanno dimostrato tanto attaccamento. Noi abbiamo bisogno del nostro popolo, del sostegno dal 1’ all’ultimo minuto, come hanno sempre fatto nella vittoria e nella sconfitta. Ce lo meritiamo di avere più soddisfazioni”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969