Connect with us

Flash News

Cremonese-Torino, parla Juric: “Soddisfatto della prestazione”

Pubblicato

:

Torino

È un Ivan Juric soddisfatto quello che ha risposto alle domande ai microfoni di DAZN nel post-partita di Cremonese-Torino. Il tecnico granata può essere felice della prestazione dei propri ragazzi, che con la vittoria di stasera per 1-2 agguantano Lazio e Roma al momentaneo primo posto in classifica.

 

JURIC: “COMPLIMENTI ALLA CREMONESE, ANDRANNO LONTANO”

Su quanto visto in campo nel match odierno, il croato non ha potuto nascondere il proprio appagamento:

Soddisfatto? Sì, tantissimo. Penso che la Cremonese nelle prime due gare, ma anche stasera, abbia fatto benissimo e che abbia perso per via di alcuni episodi. Noi stasera, pur avendo di fronte una Cremonese così vivace e pericolosa da affrontare perché giocano continuamente in verticale, abbiamo fatto due gol e creato tantissime occasioni. Unico neo l’aver sbagliato tanto e l’aver dato loro coraggio, coraggio che hanno già e molto e che li porterà lontano secondo me. Sono strasoddisfatto“.

 

JURIC: “GARA APERTA, PAZZA”

E proprio sulla qualità di gioco espressa quest’oggi, a Juric è stato chiesto un paragone rispetto al match di qualche giorno fa contro la Lazio, specialmente sul lavoro sulle fasce:

Sono state due partite completamente diverse. La Lazio gioca in un modo diverso, per cui noi avevamo tanto possesso palla e controllo della partita, ma poche occasioni poiché la Lazio difende in 10 e chiudono tutti gli spazi, non è facile e lo si è visto anche ieri contro l’Inter. Poche occasioni perché hanno una capacità di corsa allucinante. Stasera invece è stata una partita più aperta, più pazza, in cui c’erano più spazi e noi con tre uomini in avanti abbiamo fatto molto bene“.

 

TORINO, COSA PORTANO I NUOVI ARRIVATI

In merito alle qualità del tridente d’attacco del Torino, rinnovato nel corso di questo calciomercato estivo, Juric ha parlato delle possibilità che i nuovi innesti potranno offrire alla squadra:

Radonjic ha fatto un bel gol. Poteva farne anche altri. Aspetto che aumenti le sue qualità e in fase di realizazione, ma ha comunque fatto una bella gara. Schuurs è un ragazzo su cui c’è da lavorare. Secondo me ci sono tanti margini di miglioramento su cui lavorare, ha qualche difetto che con il tempo possiamo migliorare. Ha altre buone caratteristiche, come il colpo di testa, sa giocare a calcio. Mi sembra anche molto intelligente, in una settimana è riuscito a capire davvero molte cose e per un difensore non è facile“.

 

Infine, sulla temperatura attuale dello spogliatoio granata:

Nei ragazzi c’è grande positività. Bisogna coltivarla, mantenerla. Dobbiamo andare avanti così, pensando sempre positivo“.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

UFFICIALE-l’allenatrice Guarino rinnova con l’Inter Women

Pubblicato

:

Inter femminile

Rita Guarino, allenatrice dell’Inter Women, ha rinnovato con il club meneghino fino al 30 giugno 2025. A comunicarlo è l’Inter stessa con un post su Instagram, nel quale conferma il nuovo accordo, che legherà la coach della Prima Squadra Femminile per altri tre anni e mezzo al sodalizio nerazzurro.

L’allenatrice torinese, passata dalla Juventus all’Inter femminile il 17 giugno 2021, è attualmente alla seconda stagione con le interiste.

Fonte foto: profilo Instagram inter.women_

Continua a leggere

Flash News

Marotta sul calcio italiano: “Serve ridurre i costi”

Pubblicato

:

Inter

Beppe Marotta, amministratore delegato dell’Inter, intervistato dall’Agenzia Italpress, ha parlato dell’attuale momento del calcio italiano. Uno dei punti focali dell’intervento del dirigente nerazzurro è il costo del lavoro in generale e dei calciatori.

Riguardo alla riduzione dei costi ha detto: “Bisogna ridurre i costi, ma c’è da discutere sulla concezione dei calciatori, che sono dei lavoratori subordinati. Ciò vuol dire andare incontro a dei costi assurdi”. Infatti secondo lui gli stipendi dei calciatori e il costo del lavoro in sé non possono essere rivoluzionati, se si concepisce il profilo del calciatore come “lavoratore subordinato”. In merito, ha ulteriormente aggiunto: “Per il mondo del calcio il costo del lavoro supera di gran lunga il 65%, che, in un’azienda di acqua minerale, ad esempio, corrisponderebbe al default”. 

Partendo da questo presupposto, questi ha concluso la sua intervista, approfondendo il focus sui calciatori: “Quando, dal punto di vista legislativo, il calciatore non sarà più visto come un lavoratore subordinato, ma alla stregua di una star o un attore, allora avremmo un contenimento dei costi. Sarebbe uno strumento immediato per estirpare gran parte dei problemi del mondo del calcio”. Il dirigente nerazzurro sostiene, infatti, che i calciatori non dovrebbero essere considerati come “lavoratori”, bensì come “star”, in modo tale da ridimensionare le spese.

Concludendo possiamo intuire come per Marotta sia importante rivoluzionare i contratti dei calciatori per ridurre i costi.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Nainggolan è sicuro: “Penso che farò una cosa per il futuro”

Pubblicato

:

Nainggolan

Radja Nainggolan, centrocampista belga, in forza all’Anversa, è tornato a parlare del suo futuro al podcast Mid Mid Mondial. L’ex giocatore dell’Inter è in totale rottura con il club belga, dopo essere stato messo fuori rosa per aver fumato una sigaretta elettronica in panchina. Nainggolan non vede l’ora che arrivi gennaio, in quanto non vuole ricongiungersi più ai suoi compagni. Questo è il messaggio che fa passare nel corso dell’intervista concessa. Ma non solo.

Questi ha parlato non solo del suo futuro, ma anche di come viene trattato in Belgio: “Non so cosa mi offrirà il futuro, ma penso che andrò via dal Belgio il prima possibile. Sto vivendo la stessa vita che ho fatto in Italia per 17 anni: tuttavia, qui è tutto è ingigantito e vengo additato come un cattivo ragazzo. Tutto poteva essere gestito in modo diverso. Vedremo cosa accadrà a gennaio, perché sono alle dipendenze dell’Anversa”. Il ninja desidera, quindi, andarsene dall’Anversa. Infatti, il centrocampista classe 1988 vuole tornare ad essere protagonista in campo e non vuole più essere indicato come il cattivo ragazzo. Cosa che succede in Belgio.

Continua a leggere

Calciomercato

Il rinnovo di Castrovilli vive una fase di stallo: la situazione

Pubblicato

:

Castrovilli

Gaetano Castrovilli, centrocampista della Fiorentina, dopo essersi infortunato nel match dell’aprile scorso contro il Venezia, è tornato ad allenarsi in gruppo e potrà essere l’asso nella manica per la formazione viola. Questo status gli sarà garantito solo con un rinnovo di contratto, che dovrà essere ratificato ufficialmente, come afferma l’edizione fiorentina de La Repubblica.

L’attuale accordo con il centrocampista viola scadrà nel 2024. Tale questione potrebbe diventare centrale nei pensieri dei dirigenti della Fiorentina: il tema dovrà essere affrontato nel corso della prossima estate e dovrà necessitare di una fumata bianca, che non è ancora arrivata. I due milioni di euro, offerti a marzo, potrebbero essere riconsiderati nell’ottica di una nuova proposta da mettere sul piatto.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969