Connect with us
Juve, parla Agnelli: "Grande stima per Zhang. E sull'Atalanta..."

Calcio Internazionale

Juve, parla Agnelli: “Grande stima per Zhang. E sull’Atalanta…”

Pubblicato

:

Si sta tenendo in queste ore, a Londra, l’FT Business of Football Summit, incontro nel quale tanti membri di spicco dell’industria del calcio l’internazionale, offriranno la loro visione di questo sport, in chiave economica, spiegando i loro progetti per l’evoluzione del business negli anni futuri. A questo incontro ha preso parte anche il Presidente della JuventusAndrea Agnelli che, non solo ha parlato degli aspetti economici che hanno fatto grande il club bianconero, ma anche della situazione generale del calcio italiano, in particolare riguardante gli aspetti chiave che si sono discussi durante tutta questa settimana: dal rapporto con Zhang, all’emergenza Coronavirus, passando per alcune considerazione sull’Atalanta.

LE PAROLE

“Porte chiuse? Fa parte delle autorità assumere determinate decisioni, ai club spetta di rispettarle. La priorità in questo momento deve essere la tutela della salute pubblica, come ha sempre sostenuto la Juventus. Steven Zhang? Lo stimo molto. ci siamo confrontati qualche settimana fa quando è venuto a cena da me e so che condividiamo le stesse priorità sull’emergenza Coronavirus”.  

Rispetto, quindi, sia per le decisioni prese dal Governo e dagli organi competenti, sia per Steven Zhang. Agnelli ha poi proseguito ribadendo l’impegno della Juventus nel tutelare, in primis, la comunità.

“Dobbiamo agire responsabilmente e alle ripercussioni economiche penseremo in un secondo momento. L’economia di certo sarà colpita profondamente, speriamo che la situazione sia contenuta e risolta. Ogni azienda sarà colpita, ma quello che speriamo è che si possa tornare alla normalità e guardare al 2021 con ottimismo.La posizione della Juventus è sempre stata quella di tutelare in prima battuta le comunità, perché il calcio ha un enorme impatto sociale. Giusto che siano state le autorità a decidere come affrontare questa epidemia. Fa parte delle loro responsabilità ed è stato fatto con normative specifiche. Poi sono le cariche sportive a lavorare riguardo a cosa le autorità hanno imposto, considerando il nostro impatto anche a livello sociale”.

Il discorso, poi, è passato su altri temi, tra cui quello della Champions League e delle squadre che partecipano alla più importante manifestazione europea, tra cui anche l’Atalanta, su cui Agnelli ha speso parole di rispetto, ma anche di perplessità legate ai risultati del passato.

“Quello che stiamo facendo è analizzare le dinamiche e capire cosa vogliono i consumatori, non domani, ma tra 10 o 15 anni, cosa potrebbe interessare e quale sia il comportamento della generazione Z. Secondariamente, stiamo discutendo della polarizzazione dei club e come offrire ad un maggior numero di società la possibilità di crescere e diventare grandi. Oggi ci sono posizioni dominanti, dei grandi mercati e delle grandi leghe. Le leghe minori hanno meno possibilità di lottare. Magari si può mantenere il proprio livello internazionale con una determinata posizione minima in classifica, ci sono molti modi. Si può discutere sul fatto che solo perché sei in un grande paese devi avere accesso automatico alle competizioni. Ho grande rispetto per quello che sta facendo l’Atalanta, ma senza storia internazionale e con una grande prestazione sportiva ha avuto accesso diretto alla massima competizione europea per club. È giusto o no? Poi penso alla Roma, che ha contribuito negli ultimi anni a mantenere il ranking dell’Italia, ha avuto una brutta stagione ed è fuori, con quello che ne consegue a livello economico. Bisogna anche proteggere gli investimenti e i costi. L’Atalanta quindi avrà meno possibilità di giocare ad alti livelli? Non ho la risposta, si tratta di mettere in campo un processo trasparente per questa decisione. Ci sono squadre che hanno fatto la semifinale di Champions League, che hanno vinto il campionato o la coppa e che guadagnano le qualificazioni solo per il ranking del loro paese. Il punto è come bilanciare, quanto pesa il contributo al calcio europeo e quanto pesa la prestazione di un singolo anno. Non ho la risposta. Quello che va capito è come assicurare ai club sani e quelli che sono limitati dalla grandezza del loro mercato che possano lottare e non siano relegati a crescere i giocatori per le grandi società. Gli ottavi di Champions quest’anno ne sono la dimostrazione, anche la Coppa del Mondo 2018 è stata la dimostrazione del dominio dei paesi europei”.

(Fonte immagine di copertina: profilo Twitter @ftlive)

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Il ds del Bayern conferma un’offerta per Pavard, era dell’Inter?

Pubblicato

:

Pavard

Benjamin Pavard, difensore francese del Bayern Monaco classe 1996, è uno dei nomi preferiti dalla dirigenza dell’Inter per sostituire l’ormai partente Milan Skriniar. Secondo diverse voci i nerazzurri si sarebbero già fatti avanti in questa sessione di mercato invernale, ma senza riuscire a portarlo a Milano.

LE PAROLE DI SALIHAMIDZIC

Il ds del club bavarese, Hasan Salihamidzic, ha commentato la situazione del difensore ai microfoni della BILD confermando l’arrivo di un’offerta a gennaio, ma senza citare il club interessato.

L’OFFERTA PER PAVARD -“Benjamin è un giocatore molto importante e duttile per noi in difesa. Abbiamo obiettivi molto grandi in questa stagione, quindi non vogliamo e non possiamo fare a meno di lui. Economicamente la richiesta era anche allettante, ma per noi l’aspetto sportivo viene sempre prima di tutto”.

L’Inter potrebbe, quindi, aver provato un blitz già lo scorso gennaio, ma senza trovare riscontri positivi. Pavard rimane uno dei nomi preferiti per l’estate e Marotta potrebbe tornare all’assalto.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

UFFICIALE: Domenico Tedesco è il nuovo CT del Belgio

Pubblicato

:

Lipsia

Domenico Tedesco è il nuovo CT del Belgio. Contratto firmato fino ai prossimi Europei di Germania, dopo l’esonero di Roberto Martinez, passato alla guida del Portogallo. La delusione Mondiale per una delle squadre più quotate per la vittoria finale della Coppa del Mondo ha portato la Federazione belga ad optare per un cambio di guida tecnica, scegliendo il tecnico di Rossano ex Lipsia. A riportarlo è Fabrizio Romano. Nuova avventura dunque per Tedesco, che per la prima volta guiderà una Nazionale.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

La UEFA scende in campo contro il Chelsea: pronta una nuova norma

Pubblicato

:

Il Chelsea è stato il protagonista assoluto dell’ultima sessione di mercato, colpi faraonici per giocatori stellari che sono approdati contemporaneamente alla corte di Potter con una spesa di 610 milioni di euro tra la sessione estiva e quella invernale. Il trucco con cui i Blues possono permettersi di finanziare il proprio mercato è ormai noto: dilazionare l’ammortamento degli acquisti in 7-8 anni, come concesso dalle regole della Premier League.

SCENDE IN CAMPO LA UEFA

Come riporta La Gazzetta dello Sport, la UEFA considera la pratica avviata dal Chelsea pericolosa per la stabilità del mondo del calcio. Gli uomini di Ceferin sonno pronti ad intervenire nel prossimo comitato esecutivo, in programma il 4 aprile a Lisbona, con l’obiettivo di avere una nuova normativa quando aprirà la prossima sessione di mercato.

Il piano della UEFA è semplice: non può obbligare i Paesi a cambiare le loro norme, ma può imporre ai club di avere un doppio bilancio. Uno sarà preso in esame a Nyon e per ottenere l’iscrizione alle coppe europee, senza incorrere a sanzioni, sarà necessario che il costo del cartellino del giocatori sia spalmato in 5 anni. L’obiettivo è garantire a tutti le stesse condizioni di competitività.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Dove vedere Marsiglia-PSG di Coupe de France in tv e streaming

Pubblicato

:

Dove vedere Marsiglia-PSG di Coupe de France

DOVE VEDERE MARSIGLIA-PSG DI COUPE DE FRANCE – Questa sera alle 21:10 in Francia andrà in scena una partita attesissima, un classico del calcio d’oltralpe: al Velodrome di Marsiglia la squadra di Igor Tudor ospiterà il PSG negli ottavi di finale di Coupe de France. Nonostante la portata della partita, in Italia il match non sarà trasmesso da nessun’emittente televisiva e non sarà visibile nemmeno in streaming. In Francia sarà visibile su France 3 e Bein Sports 1. 

Il PSG è il club francese con più vittore nella competizione, arrivando ad alzare il trofeo per ben 14 volte. A seguire nella classifica c’è proprio il Marsiglia, con 10 vittorie. Questi dati dimostrano come la sfida di domani sarà un ottavo di finale, sulla carta, ma il blasone nazionale di queste due squadre la rende incandescente. I parigini sono passati nel turno precedente rifilando sette gol al Pays de Cassel, squadra che milita nel Regional 1: il sesto livello del calcio francese. Sedicesimi decisamente più complicati, invece, per il Marsiglia che ha battuto di misura il Rennes per 1-0.

Marsiglia e PSG sono anche le due squadre a guidare la classifica della Ligue 1: Messi e compagni guardano i loro avversari dall’alto a +8, ormai in fuga per il titolo. Per questo motivo una vittoria domani sera varrebbe molto di più per la squadra di Tudor, assicurandosi la possibilità di proseguire nella competizione e portare a casa un trofeo al termine della stagione.

DOVE VEDERE MARSIGLIA-PSG DI COUPE DE FRANCE

In Francia è una partita attesissima, tra  le più importanti della stagione, ma in Italia non è considerata della stessa portata. Nessun canale televisivo trasmetterà la partita e non sarà visibile nemmeno in streaming. In Francia, invece, sarà visibile su France 3 e Bein Sports 1. 

PROBABILI FORMAZIONI

Marsiglia (3-4-2-1): Lopez, Mbemba, Gigot, Kolasinac, Clauss, Veretout, Guendouzi, Tavares, Ünder, Malynovski, Sanchez.

PSG (3-4-3): Donnarumma, Sergio Ramos, Marquinhos, Pereira, Mendes, Soler, Renato Sanches, Hakimi, Housni, Messi, Ekitike.

 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969