Connect with us
Juve, un campione piace in Bundesliga

Calcio Internazionale

Juve, un campione piace in Bundesliga

Pubblicato

:

La caotica frenesia del calciomercato questa volta riguarda la Juventus. I bianconeri, dopo aver archiviato una lunga serie di acquisti (dal ritorno di Buffon alle operazioni Ramsey e Rabiot a parametro zero) adesso devono pensare alle operazioni in uscita.

La Vecchia Signora dopo il ritorno forzato di Gonzalo Higuain si trova adesso in una sovrabbondanza di attaccanti. Più precisamente alla voce uscita sarebbe accostato il nome di Mario Mandzukic. L’attaccante croato, nonostante abbia firmato pochi mesi fa un prolungamento di contratto fino al 2021, è dato per partente secondo le ultime voci di mercato. Col vice campione del mondo che piace particolarmente in Bundesliga.

DUE SQUADRE SUL CROATO

Per il croato il ritorno al Bayern Monaco rappresenterebbe un ritorno a casa, avendo militato fra le fila dei bavaresi dal 2012 al 2014. per lui 55 presenze condite da 33 gol, all’insegna di 2 Bundeslighe, 2 Coppe di Germania, 1 Supercoppa di Germania e 1 Champions League, oltre che 1 Supercoppa Europea e 1 Mondiale per Club. Fonte: profilo instagram @mariomandzukic

Nelle scorse giornate Numero Diez aveva parlato di un interessamento del Borussia Dortmund nei contronti dell’attaccante bianconero. Una suggestione tutt’ora esistente, ma che si è fatta meno insistente.

Ma le ultime indiscrezioni accostano il nome di Mario Mandzukic al Bayern Monaco. Per la punta croata si tratterebbe di un autentico ritorno, avendo già militato fra le fila dei bavaresi dal 2012 al 2014. Il tecnico dei Die Roten, Niko Kovac, avrebbe già in mente il ruolo del numero 17 della Juve nello scacchiere tattico della sua squadra.

Il vice campione del mondo andrebbe a ricoprire il ruolo di “vice Lewandoski”, rappresentando in primis una valida alternativa per far rifiatare l’attaccante polacco. Ma non solo. Avendo giocato per lungo tempo anche sulla fascia, in virtù della sua pragmaticità Mandzukic potrebbe rappresentare una valida alternativa anche sulla corsia di sinistra. Un ruolo che tra l’altro ha ricoperto con ottimi risultati.

La notizia viene riportata in particolare da Tuttosport e dal noto sito estero Sport Bild.

(Fonte immagine di copertina: profilo instagram @mariomandzukic)

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcio Internazionale

Fournier torna a parlare del caso Galtier: “I giocatori sono le vittime”

Pubblicato

:

Galtier

CASO GALTIER – All’interno del calcio francese e in Francia in generale, il caso Christophe Galtier ha scosso molto l’ambiente. L’ex allenatore del Paris Saint-Germain è stato accusato di razzismo durante la sua parentesi al Nizza, tramite la denuncia via e-mail dell’allora direttore sportivo Julien Fournier. Secondo l’ex assistente Frederic Gioria e riportato da L’Equipe, Galtier avrebbe manifestato discriminazione contro il giocatore Bilal Brahimi, definendolo indesiderato a causa della sua fede musulmana e lamentandosi del numero eccessivo di giocatori musulmani nella squadra. In particolare, Galtier avrebbe espresso disprezzo nei confronti degli algerini, definendoli i “peggiori” e usando epiteti offensivi. Nel corso di un’intervista a RMC Sport, Fournier torna a parlare dell’argomento.

REAZIONI – “Le reazioni suscitate durante la giornata non mi sorprendono, poiché riflettono le esperienze personali che ho vissuto. Quello che ho denunciato non è un’eccezione, ma piuttosto un’esperienza condivisa da numerosi giocatori. Tuttavia, devo ammettere che nel corso del processo di denuncia ho scoperto dettagli aggiuntivi che ampliano la portata del problema”.

NESSUNA CONTESA – “Per un lungo periodo, la lettera è stata fraintesa come una sorta di contesa personale tra me e Christophe. Sono stato io a portarlo al Nizza, e conservo ancora un grande rispetto per la sua abilità di allenatore, dato che ha sempre svolto il suo lavoro con competenza. Tuttavia, la prospettiva delle persone è ora cambiata: non si tratta più di un conflitto tra Fournier e Galtier. Nel corso dell’anno, abbiamo affrontato insieme diverse questioni con Christophe. Il mio obiettivo è stato quello di stare vicino ai giocatori, riconoscendoli come le vere vittime di questa situazione“.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Dove vedere Tottenham-West Ham in tv e streaming

Pubblicato

:

Dove vedere Tottenham-Chelsea

DOVE VEDERE TOTTENHAM-WEST HAM IN TV E STREAMING – In un campionato incerto e sempre pronto a regalare sorprese come la Premier League, qualsiasi gara potrebbe nascondere insidie. Potrebbe essere il caso del posticipo del turno infrasettimanale che vedrà la sfida tra Tottenham e West Ham, derby di Londra, in programma giovedì 7 dicembre alle ore 21:15 al Tottenham Hotspur Stadium.

COME ARRIVANO LE DUE SQUADRE

Dopo un inizio di stagione strabiliante, gli Spurs hanno subito una battuta d’arresto: nelle ultime 4 gare hanno collezionato 3 sconfitte (Aston Villa, Wolves e Chelsea) ed un pari. Sono reduci proprio dal 3-3 in casa dei campioni in carica del Manchester City ed attualmente occupano il quinto posto a quota 27 punti, a 9 punti dall’Arsenal capolista. La parola d’ordine degli uomini di Postecoglou è vincere per tornare ad insidiare le prime posizioni in classifica.

Umore del tutto opposto per il West Ham, reduce da ben 3 risultati utili consecutivi: 2 vittorie (Burnley e Nottingham) ed un pari. Gli uomini di Moyes sono reduci proprio dal pareggio per 1-1 in casa contro il Crystal Palace. Attualmente occupano il nono posto in classifica a quota 21 punti, a 6 punti dalla zona Europa occupata proprio dagli sfidati del Tottenham.

DOVE VEDERE TOTTENHAM-WEST HAM IN TV E STREAMING

Il match TottenhamWest Ham, valido per la 15ª giornata di Premier League, si disputerà giovedì 7 dicembre al Tottenham Hotspur Stadium alle 21:15. La visione in tv del match sarà possibile su Sky, che detiene i diritti del campionato inglese in Italia. Per quanto riguarda la visione in streaming, sarà possibile grazie alle app Sky GO e NOW, che ne consentiranno la visione sui vari dispositivi mobili (notebook, smartphone, PC, tablet, ecc.).

PROBABILI FORMAZIONI TOTTENHAM-WEST HAM

TOTTENHAM (4-2-3-1): Vicario; Porro, Romero, Davies, Udogie; Bissouma, Lo Celso; Kulusevski, Johnson, Gil; Son. All. Postecoglou.

WEST HAM (4-2-3-1): Areola; Coufal, Mavropanos, Aguerd, Emerson Palmieri; Alvarez, Ward-Prowse; Kudus, Soucek, Paquetà; Ings. All. Moyes.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

L’Inter Miami all’assalto di Suarez: ruolo da giocatore o dirigenziale per l’uruguaiano

Pubblicato

:

Suarez

L’Inter Miami di Lionel Messi negli ultimi giorni sta cercando di trovare un accordo per ingaggiare Luis Suarez. Secondo quanto riportato da The Athletic, l’obiettivo della società è quello di convincere l’attaccante uruguaiano a firmare un contratto da un anno. Il bomber si ritroverebbe in squadra di nuovo con gli amici del Barcellona, ovvero Lionel Messi, Jordi Alba e Sergio Busquets, con i quali ha vinto moltissimi trofei nel suo periodo in Spagna.

RUOLO DIRIGENZIALE O CALCIATORE PER SUAREZ? 

Nulla è ancora stato deciso. Nelle ultime ore – come riportato da Tom Bogery – l’Inter Miami sta ancora decidendo, insieme al giocatore, se firmare un contratto da dirigente oppure da calciatore. Suarez in questo momento ha 37 anni e nonostante abbia trascorso un ottimo anno al Gremio, non sarà in grado di giocare ogni partita con l’Inter Miami a causa di un infortunio al ginocchio che richiede cure costanti, come ammesso dallo stesso Suarez.

Il desiderio più grande di Suarez è quello di tornare a giocare insieme a Messi. L’Inter Miami ha liberato uno spazio, lasciando andare Josef Martinez durante la offseason. Il centravanti uruguaiano, nonostante l’età, in campo fa ancora la differenza. Potrebbe essere un innesto importante per la squadra di Messi per puntare alle parti alte della classifica.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Mezza Europa vuole Scalvini: dopo il Bayern, anche il Tottenham si inserisce nella corsa al difensore

Pubblicato

:

Scalvini

Non la stagione migliore fino a questo momento in Serie A per Giorgio Scalvini, protagonista di alcune uscite poco consone allo straordinario valore dimostrato in campo dal ragazzo classe 2003 dell’Atalanta. L’ultima in ordine di tempo contro il Torino, quando sul risultato di 1-0 per i granata, trattiene in maniera troppo vistosa Buongiorno in area di rigore portando l’arbitro a una revisione VAR, che decreterà il rigore per il Toro trasformato da Sanabria per il momentaneo 2-0.

Forse proprio per questo motivo, come riporta Nicolò Schira, tantissime big d’Europa starebbero orientando i propri radar verso Bergamo. Un basso rendimento può significare condizioni economiche migliori per un affare, sperando di poter riportare Scalvini ai livelli magnificenti dello scorso anno e rientrare dell’investimento. L’età del ragazzo è un’ulteriore garanzia, potendo contare sui suoi 19 anni che diventeranno 20 tra una settimana, sul tempo che avrà a disposizione per migliorare ancora visti i margini di crescita enormi.

NON SOLO L’ESTERO: ANCHE L’INTER INSISTE DA TEMPO PER SCALVINI

Anche l’Inter si era mostrata interessata a più riprese, e vedremo nelle prossime sessioni di mercato quale sarà il futuro di Scalvini, se in Italia con un’altra maglia nerazzurra o all’estero, in palcoscenici decisamente di primo livello. Non sarà facile convincere l’Atalanta, forte di un contratto con scadenza nel 2027, sintomo di quanto credano a Bergamo sulle qualità del giovane difensore.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969