Connect with us

Flash News

Allegri sulla Juventus e sulla Serie A: “Dispiaciuto per la situazione, l’Inter è la più forte”

Pubblicato

:

Juve, cresce la tendenza per l'esonero di Allegri

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, si è reso protagonista di una chiacchierata con il Corriere della Sera in cui ha sottolineato di voler ripartire al più presto, già dalla trasferta contro il Monza, puntando sulla qualità dei singoli per vincere.

Ecco le sue dichiarazioni:

Gli 11 titolari che non ci sono

“Sono molto dispiaciuto per questa situazione e mi chiedo spesso se ho commesso errori. La prima risposta che mi viene in mente è che la Juve era stata pensata in un altro modo. Con Rabiot-Paredes-Pogba a centrocampo più Locatelli a fare il primo che subentra. Di Maria e Chiesa sulle fasce con Vlahovic nel mezzo a fare la punta. La Juve di adesso è virtuale. Lo so che manca chi sappia inventare negli ultimi trenta metri, ma avevamo preso Pogba e Di Maria per questo. Stiamo valorizzando Miretti, il più adatto in quel ruolo tra quelli che ci sono, ma è un 2003. Abbiamo problemi di spinta sulle fasce laterali. Non posso più chiedere a giocatori che hanno corso per tutta la vita di continuare a fare l’intera fascia: se a Cuadrado chiedo di fare l’ala, sa farla ancora benissimo, ma non posso più chiedergli di fare sempre due ruoli.”

I nuovi acquisti

Posso dire che Bremer è fortissimo. Mi aspettavo molto da Milik e molto sta arrivando. Sai perché? Perché Milik gioca comunque bene a calcio, sbaglia sempre il minimo e sa muoversi lì davanti. A me oggi manca molto Rabiot: lo discutono in tanti, ma  fa 13-14 cose buone a partita e sul campo pesa sempre, ha tecnica e fisico come pochi altri.

Tra personalità e continuità che manca

“Qualcosa manca, non c’è dubbio. Ci fermiamo troppo presto nel corso dei 90′. Questo è compito mio, stiamo lavorando ogni giorno per migliorare. Molti errori però sono tecnici, bisogna solo migliorarsi ogni volta di più per commetterne sempre meno.

Il futuro

Dobbiamo vincere a Lisbona, battere due volte l’Haifa e vedere se basta. In campionato l’Inter è la più forte, anche se gli manca la fascia di Perisic. Si è rinforzata molto a centrocampo con Mkhitaryan e Asllani, che è bravo. Il Milan ha due giocatori eccezionali e molto moderni, Theo Hernandez e Leao. Si ritorna all’importanza della fisicità, non c’è nel mondo un altro che salta l’uomo con la potenza e la leggerezza di Leao. Quando siamo tutti, siamo molto forti anche noi. Spero che questo accada presto.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Roma, Pinto ora vuole le vittorie

Pubblicato

:

Roma

Dopo aver vinto il premio come miglior mercato estivo adesso il general manager della Roma, Tiago Pinto , vuole portare a casa risultati importanti.

“È stata un’estate impegnativa, ora dobbiamo portare a casa le vittorie” , queste le parole del general manager dei giallorossi, come riporta LaRoma24.it.

La Roma era stata considerata da tutti una possibile outsider per la vittoria del campionato, al momento però non sta convincendo più di tanto nonostante i soli 4 punti di distacco dalla vetta.

Cinque squadre davanti e soprattutto degli svarioni difensivi che non fanno ben sperare Josè Mourinho.

Anche in attacco sembra esserci qualche problemino visto e considerato che con 8 gol all’attivo la Roma ha l’attacco peggiore delle prime 8 e della Salernitana tredicesima in classifica .

 

Continua a leggere

Calcio e dintorni

Dove vedere Arsenal-Tottenham in tv e streaming

Pubblicato

:

Tottenham, Conte presenta la sfida amichevole contro la Roma

DOVE VEDERE ARSENAL – TOTTENHAM IN TV E STREAMING – Si ritorna a parlare di Premier League, e più precisamente del big match di sabato 1 ottobre tra Arsenal e Tottenham, ecco dove vedere  Arsenal-Tottenham in tv e streaming.

COME ARRIVANO LE SQUADRE AL MATCH

L’ Arsenal è la sorpresa di quest’inizio di Premier League, in quanto conduce la classifica con 18 punti, sopra il Manchester City, e il Tottenham di Conte. Odeegard sembra star esplodendo definitivamente, trascinando fin qui i Gunners. Saranno indisponibili per la partita: Zinchenko, Smith Rowe, Nelson, Elneny.

D’altro canto c’è il temibile ed aggressivo Tottenham del nostro allenatore connazionale. Gli Spurs sono al terzo posto solitario in Premier League, uno soltanto in meno al sopracitato Arsenal. In grande spolvero ci sono: il solito Kane che è secondo per gol fatti solo ad Haaland, e Son che è tornato con una sonora tripletta rifilata al Leicester.

Entrambe le compagini vengono da due vittorie schiaccianti contro le rispettive avversario, il che rende il lunch match della prossima giornata una partita da non perdere assolutamente, in quanto c’è in ballo la vetta della classifica.

La partita del 12 maggio scorso era finita 3-0 a favore degli Spurs, con le reti dei soliti Kane e Son.

La terza incomoda è il Manchester City, che guarderà questa partita con molto interesse, dato che da un pareggio tra le due potrebbe trarne la vetta della classifica in solitaria. Va menzionato anche il norvegese Haaland che ha già messo a segno 11 gol.

In conclusione vedremo se la scamperanno la tenacia e l’aggressività della squadra di Conte, o il brio dei giovani talenti dei Gunners.

DOVE VEDERE IL MATCH

Il testa a testa tra l’Arsenal di Arteta e il Tottenham di Antonio Conte verrà trasmesso in diretta su Sky Sport. L’evento sarà in streaming per gli abbonato a Sky anche tramite Sky go su tablet, computer e smartphone. Come alternativa si potrà virare su Now Tv sui dispositivi già menzionati e Smart TV.

PROBABILI FORMAZIONI

Arsenal (4-2-3-1) Ramsdale, Tierney, Gabriel, Saliba, White, Partey, Xhaka, Saka, Vieira, Martinelli, Jesus

Tottenham (3-4-2-1) Lloris, Sanchez, Dier, Lenglet, Perisic, Hojbjerg, Bentancur, Sessegnon, Kulusevski, Son, Kane

Continua a leggere

Flash News

Fiorentina, nervosismo tra Commisso e i tifosi

Pubblicato

:

Fiorentina

Non è la prima volta che i tifosi della Fiorentina mettono in dubbio l’operato di Rocco Commisso, soprattutto ora che le prestazioni della squadra non sono ottimali.

Nella partita contro il Verona sono stati esibiti degli striscioni in segno di protesta, per fortuna che poi sono arrivati i 3 punti ed è tornata un po’ di serenità nell’ambiente.

Dopo l’arrivo di Italiano la Fiorentina è tornata a giocare un bel calcio e soprattutto è tornata in Europa dopo 6 anni dall’ultima volta .

I tifosi della viola però sono molto esigenti e quando le cose iniziano a non andare come vogliono, non esitano a scagliarsi contro la società e soprattutto contro chi ne è a capo, in questo caso Commisso.

C’è da dire però che con il fatturato e il budget che ha a disposizione la Fiorentina stanno arrivando comunque giocatori importanti come dice anche Marco Bellinazzo a Radio 24, solo che le aspettative

dei tifosi sono molto elevate.

Continua a leggere

Flash News

Sconcerti: “Vlahovic deve tornare a segnare. L’Inter va venduta”

Pubblicato

:

Vlahovic

Mario Sconcerti, direttore del Corriere dello Sport, si è espresso ai microfoni di TMW Radio riguardo i principali temi dell’ultimo periodo. Tra le prime dichiarazioni, ci sono quelle riguardanti le polemiche contro gli arbitri:

“Gli arbitri hanno diritto a sbagliare, non devono esagerare. Noi giudichiamo sempre dalla parte in cui stiamo, ossia della nostra squadra. L’errore fa parte del calcio, per me gli arbitri hanno davvero tanta pazienza, perché si accollano il dovere di essere l’unica parte che non può commettere errori e che vengono offesi da tutti coloro che hanno un pregiudizio”.

Proseguendo su questa corrente di pensiero, Sconcerti ha parlato senza freni anche degli errori commessi dal VAR:

“Giudichiamo il VAR una macchina e la consideriamo infallibile, ma è una macchina che produce immagini e che poi sono giudicate da un altro arbitro. Nonostante le migliorie non è cambiato niente. Vuol dire allora che il problema non sono solo gli arbitri ma siamo noi e il nostro rapporto con gli arbitri. Devo dire che se devo trarre una morale dall’errore in Juventus Salernitana, devo dire che la moviola sta ottenendo risultati eccezionali. Un gol negato al 95′ alla Juventus contro la squadra con un altro errore non si è mai visto”.

Inoltre, Sconcerti ha rilasciato anche delle dichiarazioni riguardo la situazione societaria dell’Inter:

“L’Inter va venduta, lo dico da due anni. Per convenienza di Zhang e dell’Inter è necessario. La gente deve stare tranquilla, perché il valore dell’Inter è talmente alto che non possono esserci avventurieri ma miliardari veri che la possono prendere. Così non ci sono soldi ora, non è più possibile andare avanti così”.

Infine, il direttore del Corriere dello Sport ha dichiarato chi, secondo il suo pensiero, debbano essere una conferma e una ripresa:

“Sarebbe che ricominciasse a segnare Vlahovic. E’ un giocatore importante, lo dimostra anche come batte le punizioni. Se torna lui, torna anche la Juventus. La conferma dal Napoli, perché il Milan se l’è già data da solo vincendo il campionato”.

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969