Dove trovarci

Flash News

Juventus, Allegri presenta lo Zenit: “Siamo caduti di nuovo”

Juventus, Allegri presenta lo Zenit: “Siamo caduti di nuovo”

Amarezza, tanta. Voglia di rifarsi, altrettanta. Così Massimiliano Allegri, accompagnato da Danilo nell’occasione, presenta la prossima sfida della sua Juventuslo scontro casalingo contro lo Zenit San Pietroburgo, che può valere la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League con due turni di anticipo.

L’allenatore toscano sa dell’importanza della partita, ma è consapevole che il momento non è tra i migliori, anzi. La Juve ha nuovamente toccato il fondo, trovandosi in una situazione ancor peggiore di quella di inizio anno.

La crisi sembrava finita dopo gli ottimi risultati ottenuti fino alla settimana scorsa. Poi, è calato nuovamente il buio dopo le due sconfitte di Sassuolo e Verona:

“In 5 giorni abbiamo buttato il lavoro di un mese e mezzo. Eravamo tornati, siamo caduti di nuovo. Ora dobbiamo stare zitti e lavorare, chi vince è bravo, chi perde ha torto.”

Parole sicuramente dure che sanno di rabbia e voglia di rifarsi. Proprio come nel 2015, Allegri non ha intenzione di mollare, e crede nelle potenzialità della sua squadra:

“Voglio stare il più a lungo possibile alla Juventus per tornare a vincere. Io mi sento allenatore della Juventus. Tornare a vincere non è facile, servono tempo e costruzione. Ora un pezzettino alla volta: ora l’obiettivo è la Champions domani, poi penseremo alla Fiorentina per sabato”.

L’ex allenatore del Milan chiude parlando di Alvaro Morata, tra i più criticati alla luce delle ultime, pessime, prestazioni:

“Morata giocherà sicuramente domani, sta lavorando per la squadra, si sta impegnando e deve trovare il gol per sbloccarsi. La condizione psicologica cambia l’umore, per questo andrà ancora in campo”.

Max Allegri, insomma, ci crede. Ora più che mai però, la Juventus deve dimostrare davvero di che pasta è fatta.

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Flash News