Connect with us

Flash News

Juventus, il Kean ritrovato: ora l’azzurro diventa un fattore

Pubblicato

:

Kean

Moise Kean è entrato a fare parte della Juventus nel 2015, quando aveva soli 15 anni. Sin da piccolo, si poteva ammirare la sua prestanza fisica. Era nettamente superiore ai suoi coetanei sia dal punto di vista fisico che atletico. In quel momento, la prima squadra era allenata da Massimiliano Allegri, che decise di regalare lui la chance della vita. All’età di 16 anni e 9 mesi, il 19 novembre 2016 Moise Kean fa il suo esordio in Serie A, subentrando a Mario Mandžukić negli ultimi minuti di Juventus-Pescara, match vinto dai bianconeri. Soltanto tre giorni dopo il ragazzo debutta anche in Champions League contro il Siviglia e diventa così il primo calciatore nato negli anni 2000 a esordire in Serie A e nella maggiore competizione europea.

Da un momento no dell’attaccante bianconero, sono nate le prime complicanze che hanno portato al prestito all’Hellas Verona, per poi sbarcare in Premier League all’Everton. Successivamente è approdato in Francia al PSG, dove, quasi sempre da subentrato, ha collezionato prestazioni di livello. Kean è arrivato in extremis, il 31 Agosto 2021, per provare a colmare il vuoto lasciato in rosa dalla partenza Ronaldo.

In estate c’è stata l’idea di provare a cederlo, ma la situazione contrattuale del nazionale azzurro rappresenta un blocco per la Juventus: il prestito biennale dell’attaccante dall’Everton comporta la necessità, da parte della Juventus, di riscattare il calciatore alla cifra di 28 milioni di euro (più 3 di bonus, senza contare i 4 del prestito) per poterlo eventualmente utilizzare come pedina di scambio per un obiettivo in entrata.

Allegri non ha mai smesso di credere in lui. A confermarlo i minuti che il tecnico livornese gli ha concesso in queste partite. Contro l’Empoli, dopo una serie di prestazioni negative, è arrivata una reazione da parte di Moise Kean che ora può diventare una pedina molto interessante di questa Juve.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Medel giura fedeltà al Bologna: “Mi trovo bene, voglio continuare qui”

Pubblicato

:

bologna

Il cileno Gary Medel ha parlato a BFC week della sua esperienza in rossoblù e delle possibilità di restare ancora un anno.

Il classe ’97, alla sua 17esima stagione da professionista, vorrebbe continuare ancora a giocare ad alti livelli e, in particolare, vestendo ancora la maglia rossoblù del Bologna.

L’ex Inter, in Emilia dall’estate del 2019, ha spiegato il suo rapporto col mister e con l’ambiente: Con Motta ho un rapporto ottimo, mi alleno al 100% e lui apprezza chi dà tutto. In generalo l’ambiente è bellissimo e lavoriamo bene”.

Sul futuro: Il mio contratto scade a giugno ma vorrei continuare qua. La mia famiglia è felice, io sto giocando, la città è molto bella ma dipende tutto dal Bologna“.

Dal canto suo, secondo le ultime voci, la squadra di Thiago Motta starebbe pensando di prolungare il contratto di un altro anno.

Continua a leggere

Flash News

Marocco, Regragui: “Stanchi ma nessun alibi, daremo il massimo per il popolo marocchino”

Pubblicato

:

Marocco

L’allenatore marocchino Walid Regragui ha parlato in conferenza stampa pre Marocco-Portogallo per un posto in semifinale.

La sorpresa del Mondiale al momento è certamente il Marocco. Nessuno avrebbe scommesso sulla formazione di Walid Regragui e la loro vittoria sulla Spagna di Luis Enrique. Il sogno dei nordafricani continua e adesso di fronte a loro vi è il Portogallo, autore di una prestazione autorevole contro la Svizzera, battuta con un sonoro 6-1.

Il ct ha spiegato che la sua squadra ha sofferto gli oltre 120′ contro gli iberici ma non cerca alibi: “I ragazzi sono stanchi e ci sono degli infortunati, ma non ci lamenteremo. C’è bisogno di tutti se si vuole andare lontano. Non importa chi giocherà, daremo il massimo e non troveremo scuse”.

Il 47enne ha manifestato la propria felicità per ciò che questo risultato sta portando in madrepatria: Le persone si stanno identificando con noi e stiamo unendo il popolo marocchino. Questo è più importante dei soldi e dei titoli, ma siamo qui per vincere le partite e andare il più lontano possibile in questo torneo”.

Continua a leggere

Flash News

Southgate: “Attaccheremo dal 1′, sappiamo di avere le qualità per vincere”

Pubblicato

:

Inghilterra

Gareth Southgate, ct dell’Inghilterra, ha parlato alla vigilia del match Inghilterra-Francia, valevole per i quarti di Qatar 2022.

Il commissario tecnico dell’Inghilterra sta dimostrando le sue capacità mantenendo la nazionale dei Tre Leoni sempre al top nelle competizioni che contano. Dopo la finale di Euro2020, persa con l’Italia ai rigori, è il turno dei quarti di finale di Qatar 2022 contro la Francia di Deschamps.

Parlando a ITV, l’allenatore ex Middlesbrough ha annunciato che la sua squadra sarà combattiva: Non ha senso scendere in campo in partite come queste e coprirsi. Crediamo di poter causare problemi con il nostro gioco e lo faremo”.

Poi ha parlato dell’esperienza accumulata ormai dai suoi giocatori: “Abbiamo avuto tante di quelle notti importanti e sappiamo che in questa fase le partite sono equilibrate ma sappiamo anche di avere le qualità per vincere“.

L’unico dubbio di formazione è Raheem Sterling per la partita di domani e lo stesso Southgate ha spiegato le possibilità di vederlo domani negli 11: Lo valuteremo, ha perso molto allenamento dovendo tornare in Inghilterra per stare accanto alla famiglia. Non credo sia pronto per domani ma vedremo“.

Continua a leggere

Flash News

Santos: “Ronaldo non ha mai voluto lasciare il Portogallo”

Pubblicato

:

Portogallo

Il CT del Portogallo, Fernando Santos, ha parlato dell’esclusione di CR7 dai primi 11 della scorsa partita.

Il tecnico è intervenuto per fare chiarezza sui rumors creati dall’esclusione di Cristiano Ronaldo avvenuta nella partita contro la Svizzera.

Queste le parole del CT: “Non mi ha mai detto di voler lasciare il ritiro del Portogallo. Non me l’ha mai detto. Guardate il suo atteggiamento. Ha festeggiato i goal con i suoi compagni di squadra, ha ringraziato i tifosi.”

L’allenatore lusitano ha poi approfondito l’argomento del pre partita: “Prima della partita ho avuto un colloquio con Ronaldo. Abbiamo parlato della nostra squadra e gli ho detto che sarebbe partito dalla panchina. Non era contento, giustamente, ma è stata una conversazione normale in cui ci siamo scambiati i nostri punti di vista. Essendo il capitano è ovvio che vuole giocare, non era felice ma non ha mai voluto lasciare il ritiro del Portogallo.” 

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969