Connect with us
Juventus-Inter è prima contro seconda: quante volte è successo?

Champions League

Juventus-Inter è prima contro seconda: quante volte è successo?

Pubblicato

:

Juventus-Inter

L’Allianz Stadium si prepara al big match. E non sarà un big match normale, ma lo scontro per eccellenza del calcio italiano: Juventus-Inter. Non a caso, definito Derby d’Italia. Di fronte, le due squadre più vincenti in Italia, con 35 trofei nazionali per l’Inter e ben 59 per la Juventus. Ma anche due squadre che sono agli antipodi per identità, carattere e anima. L’italianissima Juventus, che da sempre ha fornito giocatori alla nazionale azzurra, contro l’Inter che, già dal nome, si definisce “Internazionale“. Anche se, in questo momento, i nerazzurri stanno fornendo alla nazionale azzurra un compatto numero di giocatori.

Il 26 novembre ci sarà l’ennesimo atto di questa battaglia generazionale e le due squadre ci arrivano nella forma migliore possibile. Rispettivamente prima (l’Inter) e seconda (la Juventus), già questo basta per accendere la sfida quanto serve. Inoltre, il +6 della Juventus sul Milan ci dice che, a prescindere dal risultato, le due formazioni potranno al massimo scambairsi di posizione (se la Juventus vincesse). Ma non abbandonare i primi due gradini del podio momentaneo.

Indubbiamente, uno scontro con queste prospettive si profila come uno snodo fondamentale per la corsa scudetto. E tantissime altre volte, il Derby d’Italia ha poi realmente rappresentato lo scontro frontale tra le due squadre in corsa per il Tricolore.

Iniziamo il nostro viaggio a ritroso, alla scoperta delle 21 sfide precedenti, in cui una le prime due posizioni in classifica avevano tinte nerazzurre e bianconere.

QUANTE ALTRE VOLTE È SUCCESSO NELLA STORIA?

Quella del 26 novembre 2023 sarà la 22ª volta che le due formazioni si affrontano da prime della classe. Nelle 21 occasioni precedentil il bilancio è quasi in parità assoluta: 8 vittorie per la Juventus, 7 pareggi e 6 vittorie per l’Inter.

Per ben 12 volte, le prime due della classe hanno giocato a Torino, con un bilancio di 7 vittorie bianconere e solo 2 nerazzurre. Mentre quando è stata l’Inter ad ospitare il match di alta quota, nelle 9 sfide la Juventus ha vinto una sola volta, a fronte delle 4 vittorie nerazzurre.

ANNI DUEMILA

Partiamo dall’ultima volta. Era il 6 ottobre 2019 e la sfida era già calda di per sè. L’Inter da qualche mese aveva sulla panchina Antonio Conte, ex juventino che non si era lasciato benissimo con la piazza. Per la Juventus, invece, c’era Maurizio Sarri, arrivato anch’egli nell’estate precedente. Il confronto sorride alla Juventus, che supera i nerazzurri a San Siro per 2-1. Marcature tutte in salsa argentina: Gonzalo Higuain e Paulo Dybala per la Juventus, Lautaro Martinez per l’Inter.

Nella mente dei nerazzurri, però, c’è sicuramente la sfida del 3 novembre 2012. In uno Juventus Stadium ancora immacolato di sconfitte in campionato, l’Inter di Stramaccioni spezza la magia. Arturo Vidal apre subito le danze dopo pochi minuti. Ma la gara è lunga e nel secondo tempo l’Inter va in scena con un altro tango argentino: Diego Milito ne fa due, Palacio chiude i conti. È 1-3, la Juventus cade per la prima volta nel suo nuovo stadio.

Il 18 aprile 2009, invece, le due squadre si devono accontentare di un pareggio senza dolori. Alla rete di Mario Balotelli risponde il terzino ceco Zdenek Grygera.

Il 2 aprile 2003, al Delle Alpi la Juventus supera agevolmente l’Inter con un 3-0 senza scampo: in rete Nedved, Camoranesi e uno sfortunato autogol di Guglielminpietro. Il miglior risultato bianconero, per le 21 gare prese in considerazione.

Il 9 marzo 2002, a circa due mesi dalla beffa che avrà protagoniste entrambe le formazioni in vetta al campionato, l’Inter offre San Siro per uno scontro caldissimo. La partita finisce 2-2: Seedorf apre e chiude le marcature, nel mezzo, le reti di Trezeguet e Tudor.

ANNI NOVANTA

Se si parla di Juventus-Inter, è quasi impossibile non parlare della partita del 26 aprile 1998. Probabilmente il manifesto più evidente dello scontro tra le due fazioni, a Torino la Juventus di Lippi vincerà 1-0 contro l’Inter di Simoni. Ma la rete di Del Piero sarà solo di contorno all’azione che è, di fatto, passara alla storia: il presunto fallo di Iuliano su Ronaldo. In quell’occasione, ovviamente, le due squadre si contendevano il primo posto.

Nel match di andata, però, fu l’Inter ad imporsi 1-0 a Milano grazie alla rete di Djorkaeff. Era il 4 gennaio 1998 e le due squadre già duellavano per il primo posto in classifica.

Facendo un salto indietro al 9 marzo 1997, Inter-Juventus finisce con un banalissimo 0-0. Negli anni Novanta, il bilancio è perfettamente in parità.

ANNI SESSANTA

Incredibilmente, per ben 20 anni le due squadre si sono affrontate più volte, ma senza essere le prime due in classifica. Così, prima della sfida  di San Siro di cui sopra, l’ultima volta risaliva al 7 maggio 1967. In quel caso si gioco Juventus-Inter e i bianconeri suerarono i milanesi per 1-0: rete di Erminio Favalli.

Cinque mesi prima, il 31 dicembre 1966, Inter-Juventus finiva 1-1: reti di Menichelli, per la Juventus, e Sandro Mazzola per l’Inter.

Sempre Mazzola fu il mattatore dello sconto del 28 aprile 1963: era la Grande Inter che si apprestava a vincere la Coppa dei Campioni e la rete del centrocampista nerazzurro condannava la Juventus.

ANNI CINQUANTA

Il decennio più ricco è indubbiamente quello dal 1950 al 1959, con ben 5 scontri… più uno, avvenuto a circa un mese dallo scattare del sesto decennio del XX secolo.

Il 13 dicembre 1959 Juventus-Inter si è conclusa 1-0 nel segno di John Charles. Mentre nel 1953 le sfide sono addirittura tre in un solo anno solare.

Il 22 novembre 1953 Juventus-Inter terminò 2-2, in rete Skoglund e Nyers per l’Inter, Boniperti e Hansen per la Juventus.

Il 10 maggio 1953 gli juventini Boniperti e Praest rendevano vana la rete di Giacomazzi, che era valsa il momentaneo pari, per il 2-1 finale della Juventus.

Il 4 gennaio 1953, invece, era l’Inter ad esultare: 2-0 in casa firmato Lorenzi e Skoglund.

Il 3 dicembre 1950 l’Inter otteneva la sua vittoria più larga, tra quelle considerate in queste 21 partite: il 3-0 alla Juventus porta la firma di Nyers (doppietta) e Wilkes.

Infine, il 13 novembre 1949 si giocava Juventus-Inter, finita 3-2 ed è la gara con più reti tra le 21 prese in considerazione. Vanno in rete Wilkes e Lorenzi per l’Inter, Hansen due volte e Piccinini per la Juventus.

ANNI TRENTA

Ci avviciniamo alla fine della streak. In scena, per queste gare, ci sarà non l’Internazionale Milano, ma l’Ambrosiana Inter.

Il 13 marzo 1938 la Juventus superava i meneghini 2-1 grazie alle reti di Bellini e Gabetto; Ambrosiana in rete con Ferrari.

Il 25 marzo 1934 la sfida finiva 0-0. Completamente in contrario dello scoppiettante match di andata. Il 12 novembre 1933 Ambrosiana Inter-Juventus finisce 3-2, in un botta e risposta assoluto. Va avanti l’Inter con Meazza, Borel pareggia i conti, poi ancora Inter con Frione e di nuovo Juventus con Varglien. Alla fine Levratto mette la firma della vittoria.

Il salto indietro termina dopo 90 anni e qualche mese. La prima sfida in cui un Derby d’Italia ha visto le prime due della classe sfidarsi, è finito con un pareggio. Era il 25 maggio 1933, all’Arena Civica l’Ambrosiana ospitava la Juventus e il risultato recitava 2-2. Reti di Varglien e Sernagiotto per la Juventus, Meazza e Levratto per i lombardi.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Champions League

Inter, Gabi fiducioso: “L’Atlético può farcela, ecco perché l’Inter ha vinto”

Pubblicato

:

Dove vedere Atletico Madrid-Athletic Bilbao in tv e streaming

Intervistato ai microfoni di Onda Madrid, l’ex capitano dell’Atletico Madrid e attuale allenatore del Getafe B, Gabi Fernandez, ha parlato in vista della gara di ritorno di Champions League tra i colchoneros e l’Inter, che è in vantaggio nel doppio confronto grazie all’1-0 di San Siro firmato Marko Arnautovic. Di seguito vi riportiamo le parole di Gabi, secondo cui il passaggio del turno è tutt’altro che deciso:

RITORNO – “L’Atletico Madrid parte da un risultato negativo, ma conosco il mister e i giocatori e sono assolutamente convinto che possano ribaltare la situazione. Sono ragazzi con uno spirito ribelle e agguerrito, che danno il massimo nelle situazioni complicate. Il loro allenatore poi, più le situazioni sono difficili e più tira fuori il meglio dai suoi giocatori. In campionato la situazione è complicata, certo, ma credo che in Champions League l’Atletico abbia tutte le carte in regola per riuscire a raggiungere i quarti di finale“.

ATMOSFERA – “Per la gara di ritorno sarà fondamentale il supporto dei tifosi sin dal primo minuto. La gara di andata è stata molto combattuta e avrebbe potuto vincere chiunque. L’Inter ha avuto la meglio a causa di alcuni errori individuali. L’Atletico può battere chiunque, io ci credo. Possono passare il turno“.

Continua a leggere

Champions League

Arnautovic fa gioire i tifosi nerazzurri e non solo: uno scommettitore ha vinto 50mila euro

Pubblicato

:

Arnautovic, giocatore dell'Inter e Samuel Lino, giocatore dell'Atletico Madrid, La Liga Serie A, Coppa Italia, Champions League

L’Inter è riuscita a battere l’Atletico Madrid nell’andata degli ottavi di finale di Champions League. A decidere la sfida è stata una rete di Marko Arnautovic che, nonostante una prestazione tutt’altro che positiva, è riuscito a segnare il gol vittoria. L’austriaco, entrato all’intervallo per sostituire Thuram, aveva da poco sprecato due occasioni nitide per fare 1-0, prima di portare avanti i nerazzurri. Un gol che ha fatto esplodere di gioia tutti i tifosi dell’Inter in giro per il mondo e non solo. C’è infatti uno scommettitore di Forlì che è riuscito a portare a casa quasi 50mila euro grazie alla rete dell’attaccante nerazzurro.

I DETTAGLI DELLA SCOMMESSA

Il 52enne aveva scommesso appena 2,15 euro su una schedina con 16 partite all’attivo, di cui quindici fisse (senza segni X) e una doppia chance per Cittadella-Parma. Per vincere mancava una sola partita, quella dell’Inter, e serviva la vittoria dei nerazzurri. Successo che è arrivato grazie alla rete di Arnautovic al minuto 79, che avrà probabilmente fatto esultare lo scommettitore. Il valore esatto della vincita è di  49.072,16 euro, un valore elevatissimo per una scommessa di appena 2,15 euro. Un gol quello dell’austriaco che ha fatto esultare non solo i tantissimi tifosi dell’Inter, ma anche questo particolare tifoso da casa.

Continua a leggere

Champions League

Champions League, la Top 11 di questa settimana: quanti interisti!

Pubblicato

:

Inter Napoli Champions League

È finita ieri un’altra “settimana” di Champions League e la UEFA ha scelto la Top 11 dei migliori calciatori che hanno disputato le partite della competizione martedì e mercoledì: sono sicuramente da segnalare i vari calciatori dell’Inter all’interno dello schema. I nerazzurri infatti hanno disputato una grandissima partita in casa contro l’Atletico Madrid, sconfiggendo i Colhoneros nella gara d’andata per 1-0 (attendendo la sfida di ritorno al Civitas Metropolitano).

LA TOP 11 DI QUESTA SETTIMANA DI CHAMPIONS: QUATTRO NERAZZURRI NELLA FORMAZIONE

La UEFA Champions League, come detto prima, ha ufficializzato la formazione della Top 11 di questa settimana sul proprio sito ufficiale e su tutti i propri social network. L’orgoglio per noi italiani è sicuramente la presenza di ben quattro calciatori dell’Inter all’interno dello schema, e uno del Napoli: i nerazzurri hanno eseguito una grande partita contro l’Atletico Madrid ed hanno meritato questo “piccolo premio”. I quattro giocatori dell’Inter nella formazione sono i seguenti: Sommer, Bastoni, De Vrij ed Arnautovic. Presente anche Osimhen, autore del gol del pareggio nell’1-1 tra Napoli e Barcellona.

Di seguito la formazione intera scelta dalla UEFA Champions League in occasione di questa nuova “settimana” terminata:

UEFA (5-2-3): Sommer; Molina, Otâvio, De Vrij, Bastoni, Wendell; Galeno, Veerman; Arnautovic, Lewandowski, Osimhen.

Gli altri calciatori presenti all’interno della formazione militano rispettivamente nell’Atletico Madrid (Molina), Porto (Otâvio, Galeno e Wendell), PSV (Veerman) e Barcellona (Lewandowski).

Continua a leggere

Champions League

ULTIM’ORA – L’esito degli esami di Thuram: il comunicato dell’Inter

Pubblicato

:

Marcus Thuram e Axel Witsel, giocatori di Inter e Atletico Madrid, Serie A, La Liga, Coppa Italia, Champions League, EURO2024

Apprensione in casa Inter per quanto riguarda le condizioni di Marcus Thuram. L’attaccante francese, nel match di Champions contro l’Atletico Madrid, aveva accusato un fastidio in seguito a una conclusione tentata verso lo specchio della porta difesa da Jan Oblak. Il club nerazzurro ha pubblicato, qualche istante fa, un comunicato relativo alle sue condizioni.

IL COMUNICATO DELL’INTER

“Marcus Thuram si è sottoposto questa mattina a esami strumentali presso l’Istituto Clinico Humanitas di Rozzano. Per l’attaccante nerazzurro elongazione dell’adduttore lungo della coscia destra. Le sue condizioni saranno rivalutate nei prossimi giorni“.

Uno scatto, poi il tiro: l’esito non è affatto tra i più sperati. Tutto il popolo nerazzurro, può però tirare un sospiro di sollievo. Il numero 9, tra i protagonisti più luminosi della stagione della Beneamata, dovrebbe rientrare tra poco più di due settimane. Ulteriori controlli faranno maggior chiarezza sul recupero del classe ’97.

Arrivato a Milano con qualche scetticismo, e col peso di dover sostituire il ‘casinista’ Lukaku, il figlio di Lilian ha saputo conquistare il cuore dei supporters interisti a suon di gol, accelerazioni e ottime prestazioni.

Ad ogni modo, in attesa di una pronta guarigione, Simone Inzaghi potrà contare su un ritrovato Marko Arnautovic, l’uomo meno atteso, riuscito a ritagliarsi, nonostante un modesto minutaggio, un ruolo da protagonista nell’ultimo match europeo grazie al gol vittoria.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969