Connect with us

Flash News

La Juventus ha deciso: niente esonero di Allegri in caso di sconfitta a Monza

Pubblicato

:

Allegri

Tutto l’ambiente bianconero si aspettava un altro tipo di partenza, in particolare dopo il gran mercato estivo fatto. Sono arrivati giocatori capaci di dare quella marcia in più che è mancata durante la scorsa stagione, oltre a un giovane in rampa di lancio come Bremer. Tuttavia, l’infortunio di Pogba e gli acciacchi di Di Maria non hanno permesso ad Allegri di averli al 100%, con il francese ai box fino a gennaio. L’ottavo posto in campionato (a -4 dalla vetta) e le due sconfitte in Champions League hanno fatto salire il tecnico toscano sul banco degli imputati. All’allenatore si critica – in particolare – il fatto di non aver ancora trasmesso un’idea di gioco ben precisa alla squadra.

Il clima non è dei migliori dalle parti della Continassa. Tuttavia, come riporta TuttoMercatoWeb, qualora la Juventus dovesse uscire sconfitta anche contro il Monza, Allegri non verrà esonerato. Il motivo è legato al contratto del tecnico, che pesa 36 mln per i due anni e mezzo restanti. Il sogno per la panchina, da parte dei tifosi, è da tempo quello di Zidane, il quale, però, ha in mente solo la Nazionale francese. Se si dovesse, invece, puntare a una soluzione low cost, si andrebbe su Montero, attuale tecnico dell’Under 23.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Haaland sempre più un alieno: petizioni per non farlo giocare!

Pubblicato

:

Manchester City

Con la doppietta nell’ultimo turno contro il Copenaghen, Erling Haaland ha raggiunto quota 28 reti in 22 presenze in Champions League. A soli 22 anni, il norvegese ha già superato nella classifica marcatori all time del torneo tantissimi campioni storici e parecchi giocatori ancora in attività. Ma non solo in Champions, Haaland è inarrivabile anche in Premier League. Nessuno fino ad ora è riuscito nell’impresa di fermarlo.

Nelle ultime ore, sembra essere arrivata la soluzione per fermarlo: visto che in campo è inarrestabile, forse è il caso di impedirgli di giocare. Come riporta RTL, qualcuno ha utilizzato il portale che serve ai cittadini britannici per fare petizioni al governo: escludere Haaland dalle competizioni calcistiche nazionali perché è un robot. Per fortuna la petizione è stata subito cancellata.

Ma non è finita qua. Se quella al parlamento inglese è stata cancellata, sul portale Change.org ne è stata creata un’altra. Stesso motivo, ovvero essendo il norvegese illegale, è giusto escluderlo dalle partite di calcio. Questa petizione avrà sicuramente più firme, ma non ci sarà nessuna legge per escludere Haaland dal calcio!

Continua a leggere

Flash News

Falcone: “La parata più difficile domenica su Okereke”

Pubblicato

:

Lukaku

In vista del match tra Roma e Lecce, Wladimiro Falcone ha parlato in conferenza stampa. Il portiere giallorosso si è espresso sulle sue recenti prestazioni:

Sul profilo personale sto facendo bene, anche se per guadagnarti l’Azzurro devi fare bene un torneo per intero. Vedi Vicario chiamato dopo la grandissima Serie A della passata stagione, quando non era stato ancora chiamato. Io spero più che altro di continuare così per il bene della squadra”.

L’ex Sampdoria, ha poi parlato delle sue parate, spiegando quale per lui sia stata la più difficile:

“La più difficile è stata forse domenica su Okereke, magari anche la più spettacolare. A me comunque piace immaginare il mio ruolo come quello in cui un portiere forte riesce a far apparire come semplici le parate più difficili. Assicuro che in Serie A nessuna è davvero semplice”.

Infine, Falcone ha rivelato la squadra a cui è più legato:

Nasco romanista quindi tra Roma e Lazio ti dico Roma, anche perché tutta la mia famiglia è romanista”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Tutti i divieti da rispettare in Qatar durante il Mondiale

Pubblicato

:

Mondiale Qatar

Siamo ormai agli sgoccioli. Poche settimane e, come da programma, il 20 novembre ci sarà l’inizio dei Mondiali in Qatar. Come è noto, per la prima volta nella storia del torneo, la nazione ospitante si trova in Medio Oriente e l’intera competizione si svolgerà mentre sono in corsa i campionati dei club europei.

Il Qatar è pronto, sottolineando più volte di volere un evento «senza discriminazioni». Ciononostante, sul web sta girando una locandina esplicativa dei divieti da rispettare durante l’intera durata del torneo. Importante prestare attenzione a questi divieti imposti dalla cultura del posto, poiché il più delle volte banali comportamenti di tutti i giorni sono severamente vietati e possono portare alla reclusione, alla condanna a punizioni corporali.

 

L’invito per gli stranieri è quello di rispettare la religione e la cultura del Qatar evitando alcuni comportamenti.

RELIGIONE

È vietato mancare di rispetto ai luoghi di culto ed esprimersi in maniera volgare. La blasfemia è punibile fino a un massimo di 7 anni di carcere, il proselitismo di qualsiasi religione diversa dall’Islam può essere punito invece con un massimo di 10 anni di carcere.

ALCOOL  E DROGHE

Il consumo di bevande alcoliche non è del tutto illegale, ma l’età minima per bere è di 21 anni. I tifosi potranno quindi acquistare birra in «bar o ristoranti con licenza».

ABBIGLIAMENTO

Nel 2014, il Qatar ha definito, tramite una campagna indirizzata ai turisti, un codice di abbigliamento consono tanto per le donne quanto per gli uomini. Si sconsiglia alle donne di indossare abiti ‘succinti’. Agli uomini è sconsigliato di indossare pantaloncini e canottiere.

SESSO E SESSUALITÀ

Stringenti anche le regole riguardanti il sesso e la sessualità. La fustigazione è usata in Qatar come punizione per i rapporti sessuali illeciti. L’omosessualità è un crimine punibile in sharia con la pena di morte. Non esistono leggi che coprano i diritti civili.

Continua a leggere

Champions League

Il Player Of The Week di Champions è André Silva: battuto Di Maria

Pubblicato

:

Dinamo Zagabria

In questo turno di Champions League, diversi giocatori si sono messi in luce. A partire dai millennials come Giacomo RaspadoriJude BellinghamErling Haaland e Noah Okafor, a giocatori più esperti che hanno siglato il loro ennesimo gol nella massima competizione europea come Lionel Messi e Mohamed Salah.

Ad aggiudicarsi il premio come ‘Player of the week‘ della UEFA Champions League, bensì, non è stato nessuno di loro. Lo ha ricevuto André Silva, attaccante del Lipsia, autore di una doppietta contro il Celtic. L’ex Milan ha quindi battuto gli “italiani” Di Maria e Di Lorenzo e Bellingham del Borussia Dortmund, gli altri tre giocatori in corsa per il riconoscimento.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969