Dove trovarci

Calciomercato

Juventus, offerto un centrocampista per il riscatto di Morata

Juventus, offerto un centrocampista per il riscatto di Morata

La Juventus, nel corso della stagione 21/22, dovrà decidere il futuro di Alvaro Morata. Sull’ariete spagnolo pende una clausola di acquisto ammontante a 35 milioni di euro.

L’OPERAZIONE

L’operazione che ha condotto Morata in bianconero è stata imbastita da Paratici durante l’estate del 2020. Con l’Atletico Madrid, difatti, si trova la quadra per un accordo in prestito oneroso biennale con diritto di riscatto: 10 milioni per il primo anno di prestito, 10 per il secondo, 35 per il riscatto. Per un totale di 55 milioni.

Morata con la maglia dell'Atletico Madrid

Morata con la divisa dell’Atletico Madrid

In casa Juventus il calciatore è apprezzatissimo sia per le doti tecniche che umane ma sono in corso riflessioni. L’ex-Real Madrid non ha mai fatto mancare il suo apporto alla causa, tuttavia ci si domanda se 55 milioni siano una spesa effettivamente congrua al valore del calciatore. La risposta, probabilmente, è negativa e da qui nascono proprio le idee Vlahovic e Icardi.

I dirigenti bianconeri vorrebbero tenere Morata ma alle proprie condizioni e un sostanzioso sconto sul cartellino potrebbe aiutare. Transfermarkt, ad esempio, valuta il cartellino dell’attaccante di proprietà dell’Atletico 45 milioni. Appare logico pensare che se la cifra da versare per il riscatto fosse più bassa, sarebbe più verosimile rivedere il ragazzo alla Juventus anche la prossima stagione.

Dalla Spagna, invece, rimbalza l’ultima curiosa idea di mercato.

LO SCAMBIO

Secondo quanto riportato da Mundo Deportivo, la Juve avrebbe proposto ai Colchoneros il cartellino di Weston McKennie, non esattamente al centro del progetto a Torino. L’americano, sbarcato in Serie A nel 2020, ha disputato un’ottima stagione con Pirlo mentre non sembra brillare sotto l’egida di Allegri. I campioni di Spagna rinforzerebbero e ringiovanirebbero il proprio reparto di metà campo. La Juventus, dal canto suo, si libererebbe di un calciatore sul quale non vuole più puntare e manterrebbe in rosa un calciatore utilissimo alla causa – a prescindere dall’acquisto di un altro centravanti.

La palla ora passa nelle mani della dirigenza dell’Atletico Madrid e di Diego Pablo Simeone.

(L’immagine presente all’interno dell’articolo proviene da Google Creative Commons e possiede licenza CC BY-SA 4.0)

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Calciomercato