Connect with us

Flash News

Juventus, spunta il nome di Pochettino per il dopo Allegri

Pubblicato

:

In questi giorni di voci continue in casa Juventus, continuano a spuntare nomi per sostituire Massimiliano Allegri. Come riportato dalla Repubblica, oltre al nome di Gasperini, Mauricio Pochettino sarebbe un allenatore da tenere d’occhio nel caso in cui la Juventus non dovesse cambiare atteggiamento e ottenere buoni risultati. L’allenatore argentino ex PSG era già stato tra i possibili successori alla panchina di Allegri dopo il suo primo esonero nel 2019, ed è quindi un nome che piace da tempo alla dirigenza bianconera, ma bisognerà quantomeno aspettare il ritorno della Serie A per capire le vere possibilità di esonero del tecnico livornese.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio e dintorni

Chi è Alejandro Baldé, il nuovo astro nascente della Masia

Pubblicato

:

Baldé

Barcellona ci sanno fanno con i giovani e, dopo l’arrivo di Xavi, stiamo assistendo alla nascita di tante nuove stelle dal settore giovanile. Nell’ultimo ventennio abbiamo apprezzato tanti nomi usciti dalla cantera blaugrana, con i vari Messi (arrivato dall’Argentina ma passato per le giovanili), Iniesta, Xavi Hernandez, Piqué, Pedro, Busquets. Tutti questi nomi hanno fatto la storia recente degli azulgrana, con i primi tre in particolare che hanno stupito agli ordini di Pep Guardiola, quando il Barcellona dominava incontrastata in Europa. Uno di quei giocatori è oggi il tecnico di quella squadra e, oltre agli esperti provenienti dalla cantera, sta cercando di tirare fuori altri grandi nomi proveniente dalla Masia. Uno di questi talenti, il cui nome ancora non è altisonante come dovrebbe, è quello di Alejandro Baldé, terzino sinistro titolare di Xavi.

ALEJANDRO BALDE, CARRIERA E CARATTERISTICHE

Parlare di carriera per un 2003 è forse un azzardo ma, come alcuni tra i migliori del Barcellona, Baldè è da sempre in maglia azulgrana.

Come scritto nella descrizione: “Alejandro Baldè che segna su calcio di punizione nel 2015 con il Barcellona. Aveva solo 12 anni”.

Il giovane terzino sinistro, cercato anche dall’Inter in estate, è in grado di agire su tutta la fascia mancina ed è considerato da tutti il nuovo Jordi Alba. Questo ragazzino, in questo inizio di stagione, ha proprio scalzato l’esperto connazionale dal ruolo di terzino titolare e sta ripagando la fiducia di XaviDopo i primi 6 match di Liga è il miglior assistman della competizione, con 3 assist in 5 presenze. Baldè, oltre ad un ottimo piede per servire assist e mettere dentro i cross, vanta una velocità fuori dal comune che gli permette di interdire l’azione avversaria dietro per poi arrivare subito dopo a crossare sul fondo.

A BARCELLONA HA CONQUISTATO TUTTI

In questa pausa nazionali il giovane terzino sinistro ha fatto il suo debutto con la nazionale spagnola under 21 ed ha giocato insieme a Nico Gonzalez, altro canterano scuola blaugrana. Nell’ultimo match di Liga prima della pausa, il giovane classe 2003 ha servito 2 assist in un solo tempo contro l’Elche e si è guadagnato l’amore di tutti i tifosi blaugrana.

BARCELLONA, GENERAZIONE D’ORO

Con Xavi alla guida, oltre ad Alejandro Baldépotremmo assistere alla nascita di diversi nuovi astri dalla cantera. Tutti conosciamo, ed abbiamo già potuto ammirare diverse volte, Pedri Gavi. Questi due giovani centrocampisti, insieme al terzino 2003, sono già in pianta stabile e spesso titolari con il Barcellona nonostante la giovane età. Oltre a loro c’è il ‘nuovo Messi’ Ansu Fati, che sta ritrovando man mano la forma migliore. Nell’ultimo periodo abbiamo sentito parlare di Yamal, giovane 2007 che si è già allenato in prima squadra, mentre nel finale della scorsa stagione abbiamo letto di Ilias Akhomach, ala classe 2004.

Continua a leggere

Bundesliga

Gravenberch-Bayern, è già addio? Le parole dell’olandese

Pubblicato

:

Bayern Monaco

L’Ajax è da sempre una fucina di talenti assoluti. Tra gli ultimi gioiellini usciti dai Lancieri troviamo Ryan Gravenberchcentrocampista olandese approdato al Bayern Monaco in estate. Il suo nome è ormai da diverso tempo nelle liste inerenti ai migliori giocatori al mondo, ma nonostante ciò fatica a trovare spazio in Baviera. Fino ad ora, il talento originiario del Suriname ha trovato solo piccoli scampoli di match in Bundesliga e Champions League, con l’unica presenza da titolare in DFB Pokal in cui ha trovato un gol e un assist in 80 minuti. I pochi minuti giocati fino ad ora, in totale 218′ spalmati in 8 match (media di 27′ a partita), potrebbero far partire Gravenberch già a gennaio.

IL MALUMORE DI GRAVENBERCH

Come riportato da Mirko Nicolino su Twitter, il centrocampista olandese ha espresso tutto il suo dissenso per il minutaggio: “Arrabbiato? Ad essere onesto sì. Voglio sempre giocare, ma il tecnico ha sempre scelto altri giocatori. Devo accettarlo nonostante sia difficile. Speravo di avere maggior minutaggio”.

Nelle prossime settimane la situazione si delineerà maggiormente, con il Bayern Monaco atteso da 10 match in un mese e ben 14 partite complessive in 6 settimane fino alla pausa per il Mondiale. Un altro dato importante che riguarderà il suo minutaggio, quindi le sue prestazioni in campo, lo vedrà Van Gaal, tecnico dell’Olanda. Gravenberch, campione europeo under 17 con la propria nazionale, vuole assicurarsi un posto in nazionale per il Mondiale in Qatar. Per assicurarsi un posto in rosa, e magari anche un minutaggio discreto al Mondiale, Gravenberch dovrà fare qualcosa in più con il Bayern Monaco. Tanto per capire, nell’ultimo match di Nations League contro il Belgio, Gravenberch è entrato al 92′, mentre Taylor, suo sostituto nel centrocampo dell’Ajaxè subentrato al 46′.

Continua a leggere

Calciomercato

Il Milan punta Terracciano per la porta

Pubblicato

:

Milan

Il Milan continua a guardare al calciomercato per arricchire la propria rosa. Stando a quanto riporta Milannews.it, Maldini starebbe monitorando la situazione di TerraccianoIl portiere della viola, che ha il contratto in scadenza il prossimo 30 giugno, ha problemi a trovare un’intesa per il rinnovo, con il diavolo che studia la situazione per garantirsi un secondo portiere di altissimo livello.

TERRACCIANO, RICHIESTE TROPPO ALTE

Stando alle indiscrezioni, il problema tra la Fiorentina Terracciano sarebbe di natura economica. Il portiere, 32 primavere alle spalle, vorrebbe un milione di euro a stagione per rinnovare, con la viola che ritiene troppo alta la richiesta. Inoltre per il momento non sembrano esserci margini per una trattativa, con la Fiorentina che al momento per i propri pali ha anche Gollini in rosa. Sull’ex portiere dell’Atalanta la viola ha il diritto di riscatto.

MILAN, SECONDO PORTIERE POCO CONVINCENTE

Nel Milan non c’è dubbio su chi sia il primo portiere, con Maignan che ha dimostrato con le prestazioni di essere tra i top in Europa. Un anno fa, con l’infortunio del francese, abbiamo visto giocare Tatarusanu e arrivare Mirante come terzo portiere. Tanta esperienza, ma altrettante disattenzioni, a disposizione di Pioli.
Il portiere rumeno, tra le altre cose ex viola, l’anno scorso è stato protagonista di diversi errori quando chiamato in causa. Nonostante ciò, è stato parte della vittoria scudetto con il rigore neutralizzato a Lautaro Martinez nel pareggio per 1-1 tra Inter Milan. 

TERRACCIANO, UNA GARANZIA TRA I PALI

Terracciano è un ottimo portiere, anche se pure lui in diverse occasioni ha mostrato qualche incertezza. Una di queste è arrivata con i piedi proprio contro il Milan, quando Leao segnò l’unico gol del match nel rush finale per lo scudetto. Nonostante ciò, dopo tanti anni da secondo in Serie A o da primo in alternanza in Serie B, Terracciano è finalmente ‘esploso’. Il portiere della Fiorentina ha scalzato Dragowski dai pali l’anno scorso e si è reso protagonista di diversi interventi molto importanti per la viola che è tornata in Europa dopo diversi anni. Un suo approdo al Milan garantirebbe a Pioli un portiere di estremo valore come secondo.

Continua a leggere

Flash News

Verso Atalanta-Fiorentina: Milenkovic e Gonzalez per dare continuità

Pubblicato

:

Fiorentina

La partita tra Atalanta e Fiorentina, in programma domenica 2 ottobre alle ore 18, sarà fondamentale per i viola di Vincenzo Italiano che fino ad ora stanno disputando un campionato ben al di sotto delle aspettative. Il tecnico si affiderà a Milenkovic e Nico Gonzalez per cercare di dare continuità alla vittoria contro l’Hellas Verona.

Ripartire dal serbo e dall’esterno argentino: questa è la chiave per risollevare le sorti di una stagione partita con il piede sbagliato. Vincenzo Italiano ritrova finalmente il suo pilastro della retroguardia. Milenkovic sarà nuovamente a disposizione dopo l’infortunio muscolare che lo aveva tenuto fermo ai box per 4 partite.

Anche Nico Gonzalez, esterno della Nazionale argentina, ha pienamente recuperato e, dopo aver timbrato il cartellino contro l’Hellas Verona é pronto a partire titolare. La Fiorentina, in attesa dell’esplosione di Jovic, ha bisogno delle sue indiscusse qualità tecniche.

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969