Connect with us
Tutte le (poche) rimonte subite dalla Juventus allo ''Stadium''

Flash News

Tutte le (poche) rimonte subite dalla Juventus allo ”Stadium”

Pubblicato

:

L’11 di Settembre del 2011 si giocava la prima partita ufficiale della Juventus nel suo Juventus Stadium, da quel giorno i bianconeri hanno collezionato 7 scudetti (vinto ogni anno), 4 Supercoppe italiane, 4 Coppe Italia, disputando 2 Finali di Champions League. Nello stadio di casa, la Vecchia signora ha perso solo 4 volte.

La rimonta casalinga subita contro il Parma ieri sera, oltre ad essere l’emblema del periodo della Juventus, segnato dalla carenza di difensori, è la quarta subita dall’inaugurazione dell’impianto.

Ripercorriamo insieme le altre tre rimonte subite dai bianconeri, tutte altrettanto clamorose:

JUVENTUS-INTER 1-3 – Stagione 2012/13

Era un’Inter stellare quella che la Juventus avrebbe dovuto sfidare nell’ 11° giornata di Serie A, a Torino. Era ancora l’Inter di Milito e di Sneijder, ma la prima Juventus di Conte aveva già mostrato tutto il suo potenziale.

E’ infatti dopo soli 18 secondi che arriva il primo gol della partita, firmato da Arturo Vidal su assist di Asamoah. L’Inter reclama per un fuorigioco del terzino bianconero, ma l’arbitro non si accorge di nulla: la Juve è avanti 1-0.

I neroazzurri non ci stanno e spingono, arrivando al tiro più volte con Cambiasso e Cassano, mentre Sneijder pareggia in fuorigioco e la rete viene annullata.

La Juve prova a farsi rivedere in avanti, ma i difensori di Stramaccioni chiudono bene, facendosi trovare impreparati solo su un tiro di Vidal, ancora pericoloso.

Di ritorno dagli spogliatoi, la partita è a senso unico: l’Inter attacca, la Juventus difende: Palacio sfiora la rete 2 volte, rete che arriva però al 59° su calcio di rigore, procurato e siglato dal ”Principe” Milito.

La Juve non ci sta e attacca con grande intensità, ma l’Inter è ordinata dietro e al 75°, dopo una gran percussione di Guarin, si porta in vantaggio ancora con el principe, che segna su ribattuta di Buffon.

Ultimi attacchi disperati per i bianconeri, al 90° Palacio chiude i giochi in contropiede su assist di un frizzantissimo Nagatomo.

E’ 1-3, rimontone dell’undici di Stramaccioni.

JUVENTUS-SAMPDORIA 1-2 – Stagione 2012/13

Ancora la stagione 2012/13, questa volta alla 19° giornata, la Juventus non era ancora quella di ora, ma quell’anno portò comunque a casa lo scudetto, il primo di una lunga serie.

La partita con la Sampdoria non era delle più difficili, in avanti i blucerchiati avevano un giovanissimo Mauro Icardi, con ancora molte cartucce da tirare a segno, ma la vittoria era da portare a casa, in accordo con tutti i pronostici.

Vittoria che diviene sempre più concreta dopo pochi minuti, quando Claudio Marchisio viene tirato giù in area e Giovinco sigla dal dischetto l’1-0.

La Juventus assedia la trequarti dei genovesi e sulla metà del primo tempo sfiora il raddoppio su carambola da calcio d’angolo, ma il portiere doriano Romero salva sulla linea.

Tutto più semplice quando, poco prima dell’intervallo, Berardi commette una follia su ripartenza, stende Barzagli e prende il secondo giallo, lasciando i suoi in inferiorità numerica.

Di ritorno dagli spogliatoi è tutta un’altra Samp, ma soprattutto un’altra Juve: Krsticic serve un pallone lungo per Icardi che sceglie bene il tempo e fa partire un tiro preciso, ma abbastanza debole; Buffon sfiora ma si fa ingannare dal rimbalzo ed è 1-1.

La formazione allenata da Delio Rossi attacca e dopo poco trova il secondo gol, ancora siglato da Icardi, con un tiro questa volta imparabile sotto al sette da posizione defilata, su assist di un Pedro Obiang lasciato forse troppo libero di agire.

I bianconeri non ci stanno ed in svantaggio ricominciano a giocare: Vucinic fa tremare prima la traversa, poi sbaglia ad un passo con la porta spalancata.

La Juve attacca, ma non riesce a pareggiare, Delio Rossi in disibilio, rimonta clamorosa allo Stadium.

JUVENTUS-LAZIO -Stagione 2017/18

È la rimonta temporalmente più vicina. È l’ultima sconfitta della Juventus in casa: 14 Ottobre 2017.

La Lazio di Simone Inzaghi la si conosce, rapida, verticale, devastante se in serata. E quel giorno in serata lo era.

Conosciamo però anche la Juventus degli ultimi anni, semplicemente superiore, tanto che al 23′ va in vantaggio con Douglas Costa.

La partita è bella, entrambe le squadre vogliono vincere. La Lazio è pericolosa, ma alla fine del primo tempo è ancora 1-0.

Nella ripresa la Lazio arriva in campo con una marcia in più. Va subito sull’1-1 al 47′ con Ciro Immobile.

I capitolini attaccano, i bianconeri subiscono: al 54′ è rigore per la Lazio e Immobile raddoppia.

La Juve non ci sta e Allegri mette dentro anche Dybala.

Lo stesso argentino fallirà al 97′ il rigore del 2-2.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Colpani e Palladino a DAZN: “Sarà una sfida dura”

Pubblicato

:

Frosinone-Monza formazioni

Tra pochi minuti avrà inizio la sfida tra Monza e Roma. I brianzoli ospiteranno i giallorossi guidati da Daniele De Rossi. Entrambe le squadre stanno vivendo un periodo molto importante. I padroni di casa arrivano alla sfida con due vittorie consecutive contro il Milan e la Salernitana. Oggi potrebbe essere un’occasione importante per le due formazioni per dare continuità ai risultati dell’ultimo periodo. Prima dell’inizio del match sono intervenuti ai microfoni di DAZN il tecnico Raffaele Palladino e Andrea Colpani.

LE DICHIARAZIONI DI RAFFAELE PALLADINO 

ROMA DI DE ROSSI –Io e Daniele siamo molto amici, ea già un allenatore in campo. Farà l’allenatore a grani livelli, ci mette cuore e passione. Sono contento che stia sfruttando quest’opportunità; la squadra sta avendo grandi miglioramenti, si vede la sua mano”.

LE DICHIARAZIONI DI ANDREA COLPANI

PARTITA –Sarà una partita difficilissima, la Roma è una squadra molto forte. Ci aspettiamo una partita veramente dura, di duelli, cercheremo di mettere in mostra il nostro atteggiamento come sempre e le nostre qualità”.

 

Continua a leggere

Flash News

[FOTO] Handanovic presente a Monza-Roma: il motivo

Pubblicato

:

Handanovic

Nel corso del pre-partita di Monza-Roma, in tribuna è stato avvistato un’ospite d’eccezione. All’U-Power Stadium è infatti presente Samir Handanovic, ex portiere dell’Inter, e ha un obiettivo ben chiaro. Come riportato da Nicolò Schira, l’osservato speciale dello sloveno è Michele Di Gregorio, portiere del Monza. L’Inter potrebbe aver bisogno di un nuovo estremo difensore, vista anche l’età di Yann Sommer, e l’estremo difensore dei brianzoli sta continuando a stupire tutti a suon di prestazioni positive.

I nomi che piacciono ai nerazzurri sono tanti, ma Di Gregorio sembra essere tra i preferiti dalla dirigenza. Vedremo se le notizie portata da Handanovic saranno positive o meno, ma tutto dipenderà dalla prestazione del portiere del Monza nella sfida di questa sera contro la Roma. Nelle prossime settimane, verso la fine del campionato, ci saranno importanti novità per quanto riguarda l’estremo difensore dell’Inter in vista della prossima stagione. Sommer sta disputando una grandissima stagione, ma l’obiettivo dei nerazzurri potrebbe essere quello di ringiovanire il reparto, puntando così su un portiere di prospettiva. Per il momento però le attenzioni del club milanese sono puntate sul finale di stagione, che potrebbe regalare la seconda stella in caso di vittoria dello Scudetto. Non bisogna poi dimenticare il cammino europeo, con il ritorno degli ottavi contro l’Atletico Madrid in programma il 13 marzo.

Continua a leggere

Flash News

Le dichiarazioni di De Rossi e Angelino prima di Monza-Roma

Pubblicato

:

In foto: Daniele De Rossi, allenatore della Roma.

Manca poco al triplice fischio di Monza-Roma. Prima del calcio d’inizio, sono intervenuti ai microfoni di DAZN il tecnico giallorosso Daniele De Rossi e Angelino.

LE DICHIARAZIONI DANIELE DE ROSSI 

PALLADINONon traspare niente nell’abbraccio tra due amici. Ci abbracceremo molto volentieri. E’ uno dei più bravi tra gli emergenti, gliel’ho detto personalmente. Si sa comportare e fa giocare bene le sue squadre. Sarà una partita difficilissima. Mi piace molto come gioca il Monza”.

LE DICHIARAZIONI DI ANGELINO 

POSIZIONE IN CAMPO –Mi chiede intensità, tanta voglia di giocare e rompere la partita”. 

Continua a leggere

Flash News

Cioffi: “Bravi a reggere in 10, l’espulsione è stata ingenua”

Pubblicato

:

Udinese

Al Bluenergy Stadium è terminata in pareggio con il risultato di 1-1 la sfida salvezza tra Udinese e Salernitana. Le due formazioni non sono riuscite ad andare oltre l’1-1. Al termine della sfida, è intervenuto ai microfoni di DAZN il tecnico bianconero Gabriele Cioffi.

LE DICHIARAZIONI DI GABRIELE CIOFFI

RISULTATO –Rimane un pareggio, fa scontenti tutti. Partita che volevamo vincere, per regalare una gioia al nostro pubblico. Troppe pressioni da tanto tempo, ho visto una squadra compatta, poi prende gol e si scioglie. Abbiamo avuto 2/3 occasioni importanti con Lovric e Lucca e poi abbiamo trovato il gol. Siamo rientrati consapevoli di poter vincere, poi mentre stavo facendo il cambio è arrivata l’espulsione con un’ingenuità grossissima. Bravi comunque i ragazzi a reggere in 10″.

ESPULSIONE –Grande ingenuità. Anche settimana scorsa ha cambiato le sorti, ha cambiato il risultato pure oggi”.

PRESSIONE –Ci sono diversi tipi di pressione. Questa è una pressione di voler vincere la seconda partita consecutiva in casa, veder gratificata la mole di lavoro che stiamo facendo. Sono un gruppo di ragazzi giovani e motivati, non vacillo”.

TATTICA O TESTA –Oggi conta di più la testa, è l’ingrediente del successo”.

COSA MANCA –Abbiamo avuto grandi occasioni, per centimetri abbiamo sfiorato la gioia. Nel secondo tempo abbiamo avuto altre occasioni, tante volte basta che rompi le acque e poi puoi volare”. 

SALVEZZA –L’ho detto più volte, è una maratona. Vince chi crede nel lavoro, chi non dubita. Dobbiamo vedere dentro di noi, non agli altri”. 

LAZIO –Mi aspetto una partita velenosa, ma sono fiducioso di un arbitraggio pulito, anzi, equo. Spero non soffriranno le pressioni. Loro proveranno ad alzare il livello, ma noi avremo tempo per prepararla”.

TIFOSI –Dobbiamo accettare le critiche. Loro sono il motore per cui lavoriamo. Devono essere soddisfatti e avere gioia ed entusiasmo”. 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969