Connect with us

Flash News

Attaccante sospeso dall’antidoping: il fatto risale alla scorsa stagione di Serie A

Pubblicato

:

Serie A

Ultim’ora sconcertante per quel che riguarda Keita Balde. L’ex calciatore di Cagliari, Inter e Lazio è stato sospeso dal Tribunale Nazionale Antidoping per violazione di procedura. Cosa significa esattamente? Il calciatore senegalese non ha rispettato le procedure durante il controllo di routine al termine di Udinese-Cagliari della scorsa stagione. Questo non vuol dire che l’attaccante fosse positivo a qualche sostanza, ma la procedura non svolta correttamente gli costa comunque molto caro.

La sanzione, valida in tutto il mondo, durerà fino al 5 dicembre. Non vedremo quindi Keita in campo fino almeno al 2023.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Milan, si cerca l’intesa per il rinnovo di Kaulu: la situazione

Pubblicato

:

É uno dei protagonisti assoluti dell’inizio di stagione del Milan, con la sua titolarità di fianco a Tomori mai messa in discussione. E adesso i rossoneri cercano l’intesa per blindare Pierre Kalulu.

Secondo quanto riportato da Calciomercato.com, il Milan ha intenzione di chiudere e di porre le firme sul rinnovo del contratto entro la fine dell’anno.

Per il difensore classe 2000 sono in totale 66 le presenze con il Milan in tutte le competizioni, con anche 2 gol all’attivo. In questa stagione ha collezionato 11 presenze, 8 in campionato e 3 in Champions League.

Continua a leggere

Calciomercato

Abraham spaventa la Roma: “Qui sto bene, ma non si sa cosa riserva il futuro”

Pubblicato

:

Protagonista di un inizio stagione opaco con appena 2 gol in 10 presenze complessive tra campionato ed Europa League, Tammy Abraham ha parlato del suo futuro in un’intervista a OBJ Sport, spaventando la Roma.

Nel contratto dell’ingelse è infatti inserita un’opzione che il Chelsea può attivare per riportare a Londra il classe 1997 nella prossima sessione estiva di calciomercato. Queste le sue parole: “La mia attenzione ora per me sta nel fare esattamente ciò che ho fatto qui la scorsa stagione. Sono felice qui, la squadra è buona, il mister anche, così come la città e i tifosi. Sono felice, ma sai non puoi mai sapere cosa riguarda il futuro. Solo Dio lo conosce”.

Continua a leggere

Flash News

Allegri annuncia: “Bonucci e Milik dovrebbero esserci, dobbiamo fare risultato”

Pubblicato

:

Juventus

Dopo la seconda vittoria in tutte le competizioni, per la Juventus all’orizzonte c’è la trasferta a San Siro contro il Milan campione d’Italia. Alla vigilia del match che si giocherà domani alle 18, ha parlato Massimiliano Allegri. Queste le sue parole sulla partita: “É  Milan-Juventus, giochiamo contro i campioni d’Italia, sarà una partita più difficile del solito. Vengono da una brutta sconfitta e vorranno rifarsi davanti ad uno stadio pieno. Noi abbiamo tutte le condizioni per far bene”.

Sulla fatica dei bianconeri in trasferta: “Sicuramente fino ad oggi non siamo ancora riusciti a vincere fuori casa, ci auguriamo che domani possa arrivare la prima vittoria, sarà una partita bella da giocare”.

Sugli scontri diretti, che hanno visto la Juventus totalizzare appena 4 punti la scorsa stagione contro Inter, Milan e Napoli: “Ora c’è solo da fare dei risultati senza pensare alla passata stagione, tra Salerno e Monza abbiamo perso 5 punti e potevamo farne 6, va fatto un passo in avanti in tutti i sensi”.

Su Milik e Bonucci, in panchina contro il Maccabi Haifa: “Bonucci dovrebbe rientrare. Milik sta molto meglio, ci sono ancora 24 ore dovrebbe esserci ma lo valuterò tra oggi e domani”.

Sul momento che sta vivendo la Juventus: “Noi abbiamo sbagliato con la Salernitana, indipendentemente dal gol valido non dato. Ci siamo fatti prendere troppo dal nervosismo, non deve accadere perchè il campionato è lungo. Dopo quella partita siamo arrivati a Monza moralmente giù e abbiamo perso. Adesso la cosa importante è dare continuità di risultati, per riuscirci serve una prestazione di livello. Loro hanno giocatori di grande tecnica e velocità, hanno Leao e giocano davanti ai loro tifosi, ci vorrà personalità. Se riusciamo a fare risultato avremo un risultato positivo del test, magari senza risultato anche con una buona prestazione vorrà dire che questo test non l’abbiamo superato”

Su Rabiot e sulla sua possibile permanenza: “Parlare ora di mercato non ha senso e al mercato ci pensa comunque la società. Lui è in crescita come tutta la squadra, per noi l’importante è fare bene e cercare di recuperare tutti. Ci sono altre 10 partite da qui alla sosta e bisogna pensare ad una alla volta”. 

Sull’asse mancino del Milan Leao-Hernandez: “Bisonga essere bravi a coprire lì, perchè creano molto e a campo aperto sono difficili da affrontare”. 

Sulla possibilità di vedere Kostic come terzino, viste le frequenti indisponibilità di De Sciglio e Alex Sandro: “Ora è molto difficile, andrebbe fatto lavorare per vedere se può farlo, magari in futuro“.

Sul Milan: “Per limitare il Milan in campo aperto bisogna essere bravi a non concedere ripartenze e spazio a Leao. Ma hanno anche Giroud, Diaz, De Ketelaeare, dobbiamo fare una buona partita sotto il piano di personalità, forza mentale e tecnica.

Sul blackout contro il Maccabi: “Sono sicuro che la squadra farà una grande partita domani, poi giochiamo comunque contro i campioni d’Italia per cui non sarà semplice”.

Infine, una chiusura su Pioli: “Sono sicuro che la squadra farà una grande partita domani, poi giochiamo comunque contro i campioni d’Italia per cui non sarà semplice”.

Continua a leggere

Flash News

Dionisi annuncia: “Berardi è indisponibile, domani equilibrio e umiltà”

Pubblicato

:

Sassuolo

Alla vigilia della difficile sfida contro l’Inter, l’allenatore del Sassuolo Alessio Dionisi ha parlato alla stampa in occasione della conferenza di rito. Queste le parole del tecnico toscano sulla partita che si giocherà domani a Reggio Emilia alle ore 15: “Domani giochiamo con una delle squadre candidate alla vittoria finale, che lotterà fino alla fine e ne sono sicuro. Dovremo scendere in campo con equilibrio e umiltà domani”. 

Sull’Inter: “Non è un Inter dai due volti. Con la Roma meritava di vincere, con il Barcellona ha fatto una partita da Inter. Sono state due gare diverse, due atteggiamenti diversi e credo che l’Inter abbia fatto bene in entrambe le sfide, poi dopo si tende a parlare del risultato positivo e negativo. Mi aspetto un’Inter che verrà da noi per vincere e noi la affronteremo per vincere”. 

Su Berardi, assente dalla quarta giornata: “Purtroppo domani non sarà disponibile, si sta avvicinando il momento, spero possa essere la prossima partita. Lui è una perdita importante, ora la squadra non sta facendo pensare troppo a lui. Io ci penso, spero rientri presto”. 

Su Pinamonti: “Penso che sentisse di più la partita precedente. Se ne parla tanto quando un giocatore fa bene ma non fa gol, in questo caso un attaccante. Ma mi devo abituare io, quest’anno si parlerà tanto dei giocatori che ci sono, deve essere bravo Andrea a fregarsene di questo. Se si parla di un giocatore è perché si hanno aspettative e lui sta facendo bene”. 

Sui 5 clean sheets registrati nelle prime 8 giornate di campionato: “In questo momento devo dire che il grande merito va dato ai ragazzi, vedo un atteggiamento diverso, le partite sono una continuità degli allenamenti. L’atteggiamento ti dà qualcosa, se metti un atteggiamento positivo nella partita anche in fase difensiva ti ritrovi qualcosa, i ragazzi ci stanno credendo. Per me conta ottenere i risultati, cercare un equilibrio migliore rispetto a quello mostrato sul campo e i ragazzi stanno dimostrando di volerlo. Noi vogliamo ottenere risultati attraverso il gioco ma a volte si ottiene limitando gli avversari, non è sminutivo questo. Domani gli avversari sulla carta sono più forti di noi ma dovremo essere bravi quando non avremo la palla”. 

Sul suo Sassuolo: “La partita di domenica contava tanto, arrivava dopo la sosta, poteva sembrare una partita semplice anche se non lo è stato. Difficile pensare che contro l’Inter si possa entrare in campo con superficialità. Dobbiamo entrare in campo con consapevolezza, equilibrio e umiltà”.

Sui cambiamenti del Sassuolo rispetto alla scorsa stagione: “Si vive il momento pensando al domani. L’allenatore deve mettere i giocatori nel ruolo giusto e poi nelle condizioni migliori, infine rendere la squadra più prestativa possibile. Quasi tutti gli allenatori vorrebbero far gol, giocare alto, ecc. A me piacerebbe, dobbiamo adeguarci alle nostre qualità, agli avversari e alla partita, adeguarci alla partita è la cosa importante e la dimostrazione è domenica dove la Salernitana ha osato tanto, non c’era la possibilità di fare tanto fraseggio nella metà campo offensiva, la partita si fa in due. Domani gli avversari magari la faranno anche tanto, dovremo essere bravi, per me l’obiettivo più grande è che la squadra si adegui alla partita, non facendosi condizionare dagli episodi, e che abbia un equilibrio. Siamo cresciuti in questo, dovremo essere equilibrati”.

Sulle nomination al Galà del calcio, in cui non figura neanche un giocatore del Sassuolo: “Non mi interessa, sinceramente. Normale che si tenda ad esaltare le squadre che hanno vinto, si viene giudicati dall’esterno per i risultati, non è un problema per me e non deve esserlo nemmeno per i tesserati del Sassuolo”.

Sulla rischio di esaltarsi troppo: “Un po’ di rischio c’è, è una cosa che non mi piace. Io vorrei che non fosse così. So che non è facile, tanti giornali di calcio scrivono ogni giorno, di conseguenza dobbiamo essere al di sopra di questo. Viene a pennello la partita contro l’Inter, una squadra più forte di noi sulla carta. Difficile pensare che si possa andare in campo con superficialità in campo domani, altrimenti faremmo la fine che abbiamo fatto contro il Milan nel finale della scorsa stagione”. 

Una chiusura sulle possibili novità di formazione e sulla situazione degli infortunati: “Ad oggi non lo so ancora. Ci alleneremo oggi pomeriggio, le scelte le farò in funzione dell’allenamento. È bello poter scegliere, in alcuni momenti del campionato questo può non esserci, perché le scelte nelle gare precedenti erano ridotte, speriamo di scegliere bene perché le ultime scelte sono state positive. Gli indisponibili sono gli stessi della partita precedente. Berardi non ci sarà, dobbiamo valutare Traore. Non vale la pena forzare, abbiamo l’allenamento di oggi per capire se sarà della partita, nì, disponibile forse”. 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969