Connect with us

Flash News

Kjaer: “L’anno scorso ho giocato solo 11 partite, ma lo Scudetto lo sento mio”

Pubblicato

:

Kjaer

Simon Kjear reduce di un lungo infortunio al ginocchio che lo ha tenuto fuori per più di metà stagione, ha rilasciato un’intervista a Sportweek in cui parla della stagione appena archiviata e dello scudetto vinto contro i cugini nerazzurri.
Il capitano della Danimarca a causa della rottura del legamento crociato ha messo a referto nella stagione 2021/2022 solo 14 presenze (11 in campionato), chiudendo la stagione il 4 Dicembre 2021 contro la Salernitana.

LE SUE PAROLE

Sull’infortunio:

Non avevo mai sofferto un infortunio tanto grave e per la prima volta nella mia carriera dovevo affrontare un periodo in cui avrei lavorato da solo, lontano dal resto del gruppo. Mia madre mi disse: fai finta di essere un eremita, uno di quelli che vivono nella foresta, separati da tutto e tutti. Io mi sentivo proprio così. Sì, la società mi stava vicino, i compagni mi scrivevano incoraggiandomi, ma alla fine ero io a dovermi alzare alle 8 del mattino tutti i giorni per lavorare fino alle 8 di sera: terapia, rieducazione, da solo insieme al fisioterapista.” 

Da qui il danese parla della promessa fatta a se stesso:

“Allora mi sono detto, se sembro un eremita, che sia così: taglierò la barba solo quando tornerò a lavorare con la squadra.”

Non si poteva poi non parlare del fresco titolo di campione d’Italia ottenuto in questa stagione:

“Cosa mi ha rubato l’infortunio? Io so di aver dato una grande mano a vincere questo scudetto perché è stata la conclusione di un percorso di crescita, tecnica e mentale, iniziato due anni e mezzo fa quando sono arrivato al Milan. L’anno scorso ho giocato solo 11 partite, ma lo scudetto lo sento mio. Lo abbiamo vinto tutti insieme. ”

Per la stagione ai nastri di partenza queste le sue parole:

“Adesso diventa ancora più dura perché tutti vogliono battere i campioni d’Italia. Ma noi possiamo ancora crescere. Nessuno, qui al Milan, ha ancora finito di farlo.”

 

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Lotito sulla Juve: ”Oggi tutti ne parlano male, ma in tanti si sono abbeverati da lì…”

Pubblicato

:

Lazio

Claudio Lotito, presidente della Lazio, si è espresso ieri in tarda serata sul polverone che si è alzato attorno la Juventus, accusata di aver commesso gravi inadempienze fiscali. In particolare, secondo la maggior parte delle fonti, si parlerebbe di falso in bilancio e di alcune plusvalenze fittizie, oltre al più grave aggiotaggio. La notizia è arrivata dopo le dimissioni di tutto il CdA bianconero, compreso il presidente Agnelli, di qualche giorno fa. Ecco le parole, riportate da Nicolò Schira, del patron biancoceleste sull’accaduto:

“Oggi tutti parlano male della Juventus, ma è una di quelle società che ha contribuito al sostentamento del nostro mondo. In tanti si sono abbeverati da lì e non può essere lei ogni male del calcio italiano. Agnelli? L’ho visto in Senato e l’ho abbracciato…”

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Yakin avvisa il Portogallo: “Avversario forte ma noi rosa di qualità”

Pubblicato

:

Svizzera

Alla vigilia del match contro il Portogallo, il tecnico della Svizzera Murat Yakin ha presentato la sfida in conferenza stampa.

L’allenatore degli elvetici ha riconosciuto le qualità dei portoghesi ma allo stesso tempo ha caricato i suoi giocatori:

Conosciamo il nostro avversario, sappiamo che è molto forte ma vogliamo comunque riuscire a passare il turno. Dal canto mio posso solo essere contento di avere a disposizione tutti e di poter contare su una rosa di qualità, con giocatori che possono entrare dalla panchina e dare una mano alla squadra”.

La partita, in programma domani sera alle ore 20, delineerà in maniera definitiva, il tabellone dei quarti di finale. Qatar 2022 entra nel vivo.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

Luis Enrique rassicura i tifosi: “Abbiamo già giocato contro Mbappè”

Pubblicato

:

Domani si terrà il tanto atteso ottavo di finale tra la Spagna e la rivelazione di questo Mondiale, ovvero il Marocco di Hakimi e Ziyech. Intanto, Luis Enrique, il ct degli spegnoli, ormai diventato celebre insieme alle sue streaming su Twitch ha toccato l’argomento riguardante la possibile semi-finale contro i campioni in carica della Francia, e ha rilasciato qualche parola anche su Mbappè, reduce dalla bellissima e decisiva doppietta contro la Polonia.

Queste lesue parole sul giocatore del PSG:

Abbiamo già giocato contro di lui in Nations League ed ha segnato un gol in fuorigioco. Spero di giocarci ancora contro.”

Intanto la Francia si è già qualificata ai quarti di finale, dove incontrerà la forte di Inghilterra di Harry Kane e compagni.

Continua a leggere

Flash News

Neymar come Ronaldo e Pelè, lo dice una statistica!

Pubblicato

:

Brasile, Vinicius si espone su Neymar

Questa sera il Brasile ha schiacciato la Corea del Sud con il rotondo punteggio di 4-1. A siglare la grande vittoria ci hanno pensato: Vinicius, Neymar su rigore, Richarlison e Paquetà. I verdeoro affronteranno tuttavia la Croazia di Modric nei quarti di finale del Mondiale.

Neymar oltre alla grande vittoria, ha raggiunto un obiettivo che prima d’ora era riuscito solo a mostri sacri del calibro di Ronaldo “il fenomeno” e a Pelè, ovvero, l’attaccante in forza al PSG con il rigore trasformato stasera è riuscito a fare gol in ben 3 Mondiali diversi, eguagliando dunque le suddette leggende.

Ricordiamo che 0’Ney non ha giocato nemmeno per gran parte dei gironi a causa dell’ormai celebre infortunio alla caviglia che lo ha tenuto ai box.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969