C’è chi fa di tutto per chiudere la propria carriera dove è cresciuto e c’è invece chi non ha alcuna intenzione di giocare le sue ultime partite in patria. Per informazioni chiedere ad Aleksandar Kolarov, deciso a ultimare la propria vita da calciatore all’estero. In campo ieri sera nel successo per 1-0 con il quale la sua Serbia ha sconfitto il Paraguay in amichevole, il terzino della Roma ha infatti parlato di questa sua decisione a fine gara, intervistato da Rt.rs:

“Ho intenzione di finire la mia carriera all’estero”.

Interrogato sul fatto se volesse o meno tornare nella Stella Rossa, nelle cui giovanili ha mosso i primi passi da calciatore, Kolarov non ha infatti avuto dubbi:

“La Stella Rossa è un grande club ma non ho l’ambizione di tornare a casa”.

L’intenzione del serbo è infatti quella di appendere gli scarpini al chiodo all’estero, motivo per cui la Roma sogna ora di potersi avvalere delle dipendenze di Kolarov fino al termine della sua carriera. Arrivato nell’estate 2017, il terzino si sta infatti dimostrando uno dei cardini della formazione di Paulo Fonseca, alla quale è legato da un contratto in scadenza nel 2020. Per questo i giallorossi gli hanno già proposto di rinnovare per un’altra stagione, con opzione fino al 2022. Un’offerta alla quale Kolarov sta pensando seriamante e per la quale potrebbe presto dire sì. In questo modo, dopo aver indossato le maglie di Cukaricki, OFK Belgrado, Lazio e Manchester City, il serbo potrebbe chiudere alla Roma. Un club dove si sente ancora un giocatore importante, in una città in cui ormai si sente a casa.

Fonte immagine in evidenza: profilo ufficiale Twitter @OfficialASRoma