Connect with us

Flash News

Koulibaly, dichiarazioni su Napoli e razzismo

Pubblicato

:

Il difensore del Napoli Kalidou Koulibaly si confessa. Tanti i concetti emersi dal lungo monologo apparso sul noto sito “The Players’ Tribune“. Una realtà che fornisce un ventaglio di approfondimenti nati dalla mente di quei campioni che sanno appassionare migliaia di tifosi.

Tanti i concetti emersi dalle parole del calciatore. Concetti profondi e unici che descrivono la caratura della persona ancor prima che del professionista e del Top Player. Dagli aneddoti sul rapporto col Presidente Aurelio De Laureentis al suo vissuto (finora) con la realtà partenopea. Fino ad arrivare a un capitolo tanto spinoso e delicato quanto purtroppo di attualità. Quello del razzismo.

In particolare il difensore fa riferimento al match dell’Olimpico fra Roma e Napoli. In quell’occasione gli scherni da parte di alcuni spettatori (perchè di tifosi certamente non si tratta) provocarono la reazione dell’arbitro Irrati, che sospese l’incontro. Addirittura fu chiesto allo stesso giocatore se voleva che l’incontro venisse sospeso. A un primo impatto, racconta Koulibaly, la risposta fu no per il fatto ceh i partenopei stavano vincendo un importante incontro.

“Dobbiamo finire la partita. Non importa cosa succede ma dobbiamo concludere l’incontro. Si vuol fare finta che non sia accaduto nulla dopo il fischio finale ma non è così. Mi è dispiaciuto molto quell’episodio. Ma ho fatto quanto mi ero ripromesso: ho cercato il bambino sugli spalti cui avevo promesso la maglia, e lui si è scusato per l’accaduto. Un ragazzino che si scusa per i gesti di altre persone… non so in quanti l’avrebbero fatto.

Conclude poi nell’intervista il calciatore:

Sì, sono un calciatore. Sono un calciatore nero.  Ma non sono solo questo. 

Sono musulmano. Sono senegalese. Sono francese. Sono napoletano.  

E sono un padre. 

Ho girato tutto il mondo, ho imparato tante lingue e aperto tante porte. Ho avuto la fortuna di guadagnare tanti soldi. Ma ti ricorderò ancora della lezione più importante che ho imparato. Ci sono tre cose che non si possono comprare da nessuna parte: l’amicizia, la famiglia e la serenità. 

Lo abbiamo capito da bambini a Saint-Dié e voglio che anche mio figlio lo capisca. Spero che un giorno lo capiranno anche quelli che mi fanno ‘buu’. Sì, forse siamo diversi. Ma siamo tutti fratelli.  

Queste le parole riportate dall’intervista sul sito “The Players’ Tribune”.

Fonte immagine di copertina: profilo instagram @kkoulibaly26

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

L’Inter certifica l’aumento dei ricavi e prosegue la ricerca del nuovo main sponsor

Pubblicato

:

Inter

Il Consiglio di Amministrazione dell’Inter avvenuto ieri certifica l’aumento dei ricavi societari, anche se con un “ma”. Ovvero i mancati introiti di Digitalbits.

Secondo il Corriere dello Sport, l’accordo prevedeva 16 milioni che avrebbero già dovuti essere versati nelle casse nerazzurre come prime due rate di un totale di 24 milioni complessivi per la stagione. Nonstante questi mancati ingressi, il CdA ha registrato un aumento del 31% dei ricavi, che mostrano la bontà del lavoro commerciale svolto dall’Inter. In ogni caso la società ha fatto sapere che si avvarrà di ogni mezzo per tutelare i propri interessi e diritti per far valere gli accordi presi e non rispettati con Digitalbits.

NUOVO SPONSOR

Nel frattempo procede la ricerca di un nuovo main sponsor, che secondo alcune indiscrezioni porterebbero ad HiSense, sponsor anche del Mondiale in Qatar.

Continua a leggere

Flash News

Murillo sveglia la Sampdoria: “I tifosi hanno ragione, dobbiamo dare di più”

Pubblicato

:

Stankovic

Campionato fin qui da dimenticare per la Sampdoria, penutima con soli 6 punti, a 7 punti dallo Spezia che occupa l’ultima casella utile per la permanenza in Serie A. La situazione della squadra di Stankovic è fotografata anche dai numeri, che vedono la differenza reti dei blucerchiati ad un impietoso -21, la peggiore di tutto il campionato.

LA CARICA DI MURILLO:

La ripresa post Mondiale della rincorsa alla salvezza dovrà avere un altro ritmo, e a suonare la carica a tutto l’ambiente della Sampdoria ci pensa Jeison Murillo, in un’intervista al Secolo XIX:

Comincia un nuovo percorso. In campo dovremo trovarci come una famiglia, siamo tutti sulla stessa barca, per cambiare rotta dobbiamo lavorare molto forte. Ognuno sa di doversi guardare allo specchio, di dover lavorare e dare di più di quanto fatto. I tifosi sono arrabbiati e hanno ragione, ci hanno sempre sostenuto e noi siamo finiti sempre più dietro. Ma dobbiamo essere positivi, tornare in campo e lottare per il club. Abbiamo 40 giorni, dobbiamo sfruttare al massimo ogni allenamento“.

Continua a leggere

Flash News

UFFICIALE, Luca Lotti entra nel CdA dell’Empoli

Pubblicato

:

Empoli

L’Empoli, attraverso una nota ufficiale, ha reso noto il nuovo CdA che guiderà il club toscano. Corsi confermato presidente, l’ex Ministro dello Sport Luca Lotti entra a far parte della società come consulente. Ecco le parole della nota:

Empoli Football Club comunica che l’Assemblea dei Soci ha nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione. Il CdA è composto da Fabrizio Corsi (Presidente), Rebecca Corsi (Vice Presidente e Amministratore Delegato), Stefano Calistri (Consigliere). Empoli Football Club rende inoltre noto che Luca Lotti ha assunto la carica di collaboratore e consulente esterno, addetto ai rapporti con soggetti istituzionali e privati, finalizzati al raggiungimento degli obiettivi della società“.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Dramma in Argentina, muore Andrés Balanta dell’Atletico Tucuman

Pubblicato

:

Il calcio argentino è in lutto per la morte di Andrés Balanta, calciatore colombiano dell’Atletico Tucuman. Il centrocampista aveva 22 anni, e aveva accusato un malore poco dopo l’allenamento della squadra argentina con i suoi compagni di squadra come riferisce Tyc Sports.

Dopo l’intervento dello staff medico dell’Atletico Tucuman nello spogliatoio, che ha tentato di rianimarlo con il defibrillatore. Il ragazzo è stato trasportato al Centro de Salud di San Miguel de Tucuman, dove si è spento dopo i vani tentativi degli operatori sanitari di salvargli la vita.

L’Atletico Tucuman ha espresso il proprio dolore per la scomparsa di Balanta, così come la Federcalcio colombiana che ha manifestato la vicinanza alla famiglia dello sfortunato centrocampista.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969