Connect with us

Flash News

La bussola di Mou

Pubblicato

:

Mou

È difficile non fare i complimenti alla rocciosa Roma che vince in casa dell’Inter a Milano. È difficile perché nonostante i nerazzurri ottengano delle possibilità importanti e un paio di giorni dopo riescano addirittura a battere il Barcellona dei nuovi terribili giovani, il gruppo di Josè Mourinho pare aver trovato una quadra. Difesa a tre o quattro era la domanda da farsi non solo prima dell’impegno esterno il Lombardia, quanto a partire dalla prima giornata di campionato. Perché se è vero che ai capitolini è stato fatto un mercato assolutamente di livello, è altrettanto vero che un centrale che potesse portare il comparto a cinque nella totalità, per garantire almeno due riserve nello schema dei tre titolari al portoghese ancora non c’è. eppure la Roma che vince a Milano lo fa di carattere, soffrendo certamente, ringraziando il cielo per il poderoso legno colpito dal trequartista turco al servizio di Inzaghi, incrociando le dita al momento del check del Var per il goal a freddo di Edin Dzeko, l’ennesimo ex che voleva, ancora una volta, mettere il suo nome a referto. La Roma a San Siro va sotto, nel risultato prima di tutto per la rete di Dimarco, ma rischiando anche di non riuscire a rialzarsi per come la gara si stava mettendo. Va sotto per un errore, quasi definibile “papera”, quello del – di solito – affidabile Rui Patricio. Ma la voglia di smettere di credere che questa gara si possa ribaltare rasenta lo zero. Paulo Dybala si coordina e manda in porta pallone e portiere. Chris Smalling segna in mischia il gol del sorpasso su una disattenzione difensiva nerazzurra assolutamente evidente.
Ma la cosa che è doveroso sottolineare maggiormente è che i giallorossi tornano a vincere un grande match dopo due anni dall’ultima volta. Un segnale di come la compagine di Mourinho stia finalmente tornando a sognare qualcosa di più di ciò che è lecito. Lecito però non è accontentarsi e giovedì la Roma tornerà in campo, stavolta contro l’avversario più forte del suo girone, il Betis Siviglia, stavolta con l’obbligo di dover fare tre punti dopo la sconfitta in Bielorussia. Questa volta è davvero vietato sbagliare. La Roma ha trovato la bussola, adesso indica l’Europa.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Scontro Inter-DigitalBits, i nerazzurri verso un’azione legale contro lo sponsor

Pubblicato

:

Inter Marotta

Una delle questioni che tiene banco da diverso tempo in casa Inter è quella inerente gli sponsor, su tutti lo scontro in atto con DigitalBits. Lo sponsor del club nerazzurro sembra non abbia versato circa 16 milioni nelle casse dell’Inter, che ha rilasciato una nota in merito alla vicenda.

CONTINUANO I PROBLEMI TRA INTER E DIGITALBITS

La situazione sponsor continua ad essere un tema irrisolto per l’Inter, e si profila addirittura uno scontro legale contro DigitalBits, come riporta calciomercato.com. La società sponsor dell’Inter, DigitalBits, ha versato circa cinque milioni nelle casse dell’Inter per l’accordo di sponsorizzazione sulla manica della maglia della scorsa stagione. Ma nelle casse dell’Inter mancano sedici milioni sui ventiquattro complessivi per la sponsorizzazione di questa stagione, e ciò sta causando diversi problemi ai nerazzurri, che tramite una nota hanno specificato la situazione:

“In aggiunta, il partner non ha ancora presentato il progetto, previsto contrattualmente, relativo all’integrazione dell’ecosistema digitale di Gruppo, appena rinnovato dalla nostra società. Comprendiamo che la crisi nel settore delle criptovalute, peggiorata durante il secondo trimestre dell’anno 2022, ha influito in modo significativo sulla capacità del cliente di adempiere ai propri obblighi. Ci riserviamo tutte le azioni e i rimedi a tutela dei nostri interessi e diritti contrattuali e, nel frattempo, abbiamo rimosso i loghi del partner dal nostro sito web, cartelloni pubblicitari e maglie delle squadre del settore giovanile e femminile, mantenendo, al momento, la presenza dello sponsor sulla maglia della prima squadra”.

Non è da escludere quindi un’ipotetica azione legale da parte dell’Inter nei confronti di DigitalBits, per chiudere una volta per tutte la vicenda con questo sponsor, che ormai va avanti da mesi. La dirigenza nerazzurra in questo momento è al lavoro per risolvere al più presto la vicenda, per poi poter cercare altri partner.

Continua a leggere

Flash News

L’Argentina passa agli ottavi di Qatar 2022 se…

Pubblicato

:

L'Argentina passa agli ottavi di Qatar 2022 se...

L’ARGENTINA PASSA AGLI OTTAVI DI QATAR 2022 SE… – Entra nel vivo la terza giornata della fase a gironi dei Mondiali e con essa arrivano i primi verdetti. Se alcune squadre hanno già staccato il pass per la fase eliminatoria – il Portogallo l’ultima in ordine di tempo – altre sperano di poter sorridere e di non dover chiudere le valigie per tornare a casa.

Una delle nazionali il cui destino è tutt’altro che deciso è l’Argentina, una delle super favorite alla vigilia dei campionati mondiali. La Selección arrivava a Qatar2022 forte dei successi dell’ultimo anno, con la vittoria della Copa America 2021 in finale contro il Brasile e il trionfo nella Finalissima contro l’Italia. Oltre all’eccezionale stato di forma degli uomini di Scaloni, il favore dei pronostici era indubbiamente dettato dal fatto che questo sarà l’ultimo Mondiale di un mostro sacro che risponde al nome di Lionel Messi. Poter vedere La Pulga sollevare al cielo l’unico trofeo assente dal suo palmarès nell’ultima opportunità disponibile rappresenta per molti un sogno tanto romantico quanto non impossibile.

INIZIO COMPLICATO, MA C’È ANCORA SPERANZA

Tuttavia la spedizione in Qatar non è iniziata nel migliore dei modi. Il clamoroso tonfo contro l’Arabia Saudita ha di fatto rimescolato le carte in tavola, ponendo l’Albiceleste in una posizione parecchio scomoda. Il pareggio tra Polonia e Messico, le altre due componenti del gruppo C, ha costretto Messi e compagni a chiudere la prima giornata da fanalino di coda.

La seconda giornata sembra aver raddrizzato le sorti dell’Argentina. Con la vittoria ai danni del Messico e la vittoria della Polonia contro l’Arabia Saudita, la speranza di passare il girone è tornata in vita. Bisognerà lanciare il cuore oltre l’ostacolo nel match che chiuderà la fase a gironi, contro una Polonia forte della prima posizione in classifica ma che non è ancora certa della qualificazione.

L’ARGENTINA PASSA AGLI OTTAVI DI QATAR 2022 SE…

Allo stato attuale, tutte le componenti del girone C possono qualificarsi alla fase ad eliminazione diretta. La classifica attuale vede la Polonia al primo posto a quota 4 punti, seguita proprio dall’Argentina con 3 punti. Terzo posto ricoperto dall’Arabia Saudita, a pari punti con l’Argentina ma attualmente dietro per differenza reti; ultima posizione per il Messico, con un solo punto. Le possibilità di vedere l’Albiceleste agli ottavi di finale dunque rimangono piuttosto alte.

Se l’Argentina dovesse vincere, arriverebbe la qualificazione a prescindere dal risultato finale di Arabia Saudita-Messico. Unico nodo da sciogliere sarebbe il posizionamento finale: la nazionale sudamericana passerebbe il turno da seconda solo nel caso in cui l’Arabia Saudita, forte dello scontro diretto, dovesse vincere con un margine di gol tale da pareggiare la differenza reti dell’Argentina, attualmente sopra di due gol.

Se l’Argentina dovesse pareggiare, sfumerebbe la possibilità di vittoria del girone. La Polonia rimarrebbe infatti avanti e passerebbe da prima, mentre per qualificarsi Messi & Co. dovrebbero confidare nel fatto che l’Arabia Saudita non vinca contro il Messico. Un pareggio o una sconfitta della nazionale saudita permetterebbe ai sudamericani di mantenere la seconda posizione del gruppo e assicurerebbe dunque la qualificazione.

Se l’Argentina dovesse perdere, le possibilità di qualificazione rasenterebbero lo zero. Infatti se l’Arabia Saudita dovesse vincere o pareggiare staccherebbe il biglietto per gli ottavi. In caso di sconfitta dell’Arabia Saudita, l’Albiceleste (con differenza reti attuale pari a +1) riuscirebbe a superare il girone soltanto se il passivo inflitto dalla Polonia non dovesse essere tale da consentire al Messico (con differenza reti attuale pari a -2) il sorpasso per differenza reti.

Continua a leggere

Calciomercato

Pavlovic conquista diversi club europei, anche Juve e Roma sul difensore serbo

Pubblicato

:

Pavlovic

Il Mondiale è la più grande vetrina internazionale che permette ai calciatori di mettersi in mostra. Uno dei calciatori che ha stupito e attirato gli occhi di Juventus, Roma e vari club di Premier League è il difensore serbo Strahinja Pavlovic. Il difensore classe 2001 ha stupito per solidità e sicurezza difensiva, ma anche per le ottime doti da saltatore in fase offensiva.

PAVLOVIC INCANTA I CLUB EUROPEI, JUVENTUS E ROMA SU DI LUI

Il difensore serbo in forza al Salisburgo è uno dei gioielli che si sta mettendo in mostra in questo Mondiale. Come riportato da Calciomercato.com, già prima dell’inizio della competizione c’erano diversi club sul calciatore, ma dopo le prime due uscite con la Serbia, l’appeal verso di lui è aumentato vertiginosamente. Pavlovic è cresciuto seguendo Vidic, storico centrale della Serbia e del Manchester United, e sembra avere la stoffa giusta per emularlo. Diverse società sicuramente lavoreranno a stretto contatto con il suo agente ed il Salisburgo per provare a strapparlo alla concorrenza.

Dalla Serie A arriva già un rimpianto, poiché nel 2019 era praticamente fatto il passaggio di Pavlovic alla Lazio, ma non superò le visite mediche. Vedendo le prestazioni del colosso serbo, i biancocelesti hanno iniziato a mangiarsi le mani per questo talento lasciatosi sfuggire tre stagioni fa.

Continua a leggere

Flash News

La FIFA assegna il gol a Bruno Fernandes, nessun tocco di Cristiano Ronaldo: il comunicato

Pubblicato

:

Pronostico Portogallo-Spagna

Il Portogallo ieri si è imposto con il punteggio di 2-0 sull’Uruguay, con la prima rete che è diventata un caso per il presunto tocco di Cristiano Ronaldo sul cross di Bruno Fernandes, quest’ultimo che poi ha siglato su rigore la seconda rete. I lusitani avevano fatto richiesta alla FIFA per il possibile tocco di CR7, per far si che il gol venisse assegnato al fuoriclasse portoghese. La risposta della FIFA è stata immediata ed ha spento ogni dubbio.

IL COMUNICATO DELLA FIFA SUL PRESUNTO TOCCO DI CR7

La FIFA ha chiuso definitivamente il caso riguardante l’assegnazione della prima rete del Portogallo contro l’Uruguay. È stato rilasciato un comunicato per eliminare ogni dubbio su questa vicenda da parte della FIFA:

“Nel corso della partita Portogallo-Uruguay, usando il Connected Ball Technology nel pallone ufficiale Adidas, Al Rihla, siamo in grado di mostrare che non c’è stato alcun contatto col pallone da parte di Cristiano Ronaldo in occasione della prima rete”.

Nulla da fare per Cristiano Ronaldo, che ha provato a rubare la rete a Bruno Fernandes per ritoccare il suo score, ma purtroppo senza riuscirci. Ad ogni modo, poco male, perché il Portogallo è già qualificato matematicamente agli ottavi di finale. Questo risultato permette a Cristiano Ronaldo di inseguire la via della rete almeno per due partite ancora in questo Mondiale.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969