Connect with us
La differenza la fanno i grandi calciatori

Generico

La differenza la fanno i grandi calciatori

Pubblicato

:

E’ l’eterno dibattito che da più di un paio d’anni caratterizza Juventus-Napoli, la sfida scudetto infinita. Da una parte il partito della qualità dei giocatori, dall’altra quello del gioco e degli schemi. Fino al maggio scorso il campionato ha raccontato di questa lotta ideologica che alla fine ha visto prevalere la prima fazione.

In estate, poi, gli scenari sono mutati e proprio le due grandi rivali dell’ultimo scudetto hanno ridato appeal alla Serie A. La Vecchia Signora mettendo dalla sua parte l’attuale miglior giocatore al mondo, Cristiano Ronaldo, i partenopei, invece, scegliendo il ricco palmares di Ancelotti per realizzare il sogno a tinte tricolori.

Il calendario ha programmato il big match già per la settima giornata e l’inizio di stagione ne ha fatto subito uno scontro diretto per il primo posto. La partita, però, destava grande interesse più che altro per avere le prime indicazioni sulle due squadre. In particolar modo, per capire se avrebbe fatto la differenza la forza aliena di CR7 o la gestione e la visione di Carlo Ancelotti, che dovunque si è seduto ha portato trofei.

HA VINTO IL GRANDE CALCIATORE

Un episodio del finale della scorsa stagione che ha portato a numerose riflessioni è stato il dibattito del post Inter-Juventus avvenuto tra Allegri e l’opinionista di Sky Sport Daniele Adani. Quest’ultimo criticava al primo il gioco della squadra bianconera, messa sotto sul piano prestazionale da un’Inter in inferiorità numerica e di risultato. Il tecnico livornese rispondeva così che la differenza nel calcio non la fanno gli schemi, bensì i grandi calciatori.

Forse, quando esprimeva la sua opinione, neanche lui si sarebbe immaginato che la società da lì a poco gli avrebbe regalato il migliore in assoluto. Fatto sta che ieri, proprio in uno Juventus-Napoli, nella sfida ideologica, si è avuta la dimostrazione del pensiero allegriano. La squadra azzurra nei primi dieci minuti aveva messo in grande difficoltà i padroni di casa sul piano tattico capitalizzando con la rete di Mertens. Tutto questo prima che Cristiano Ronaldo, capito l’andazzo della partita, prendesse il pallino del gioco e facesse saltare gli schemi.

Certo, non figura nel tabellino dei marcatori ma in tutti e tre i gol bianconeri c’è lo zampino del portoghese, mica casualmente. Si sta parlando, infatti, di un giocatore che nell’uno contro uno è incontenibile perchè sa spostarsi la palla da una parte all’altra nella frazione di un decimo di secondo.

Rapidità di pensiero e d’esecuzione entrano, invece, in gioco nel secondo gol che il palo non ha voluto assegnare al 7 preferendo il 17.

Visione di gioco e presenza fisica determinano in seguito il 3 a 1 finale trascinato in rete da Bonucci, che si fa così perdonare l’errore dello svantaggio iniziale.

Non solo questo, ovviamente. In più ci sono dribbling e doppi passi a disorientare i difensori avversari, la ricerca del gol e il supporto fondamentale alla squadra, anche a smentire chi lo definisce troppo individualista. Quanto basta per trascinare la Juventus a sei lunghezze dai partenopei e per definirla la miglior prestazione finora del CR7 bianconero.

https://youtu.be/ODycdtdHQYs

Dite pure Cristiano Ronaldo 3-1 Ancelotti

STORIA DIVERSA CON LO YOUNG BOYS

Chissà che la partita della Juventus non fosse già tutta preparata a tavolino. Palla a Ronaldo che la decide lui da solo così gli altri si riposano per lo Young Boys. Forse l’avranno preparata così i bianconeri. Battute a parte, la prestazione juventina martedì prossimo non potrà essere la stessa. Non tanto per il fatto che si tratta di una partita diversa quanto per l’assenza proprio del determinatore, Cristiano Ronaldo.

Il cinque volte vincitore del Pallone d’Oro sarà probabilmente sostituito sulla carta da Paulo Dybala, che farà così il suo esordio stagionale in Champions League. L’ultima volta che si è seduto in panchina è stata proprio a Valencia, poi sempre titolare in tre partite e sostituito solo ieri dopo 64 minuti. Questo cambio di tendenza rispetto alle prime uscite si spiega con l’incremento della condizione fisica e soprattutto con la trovata collocazione tattica.

La posizione dell’argentino era forse il nodo più problematico conseguente all’arrivo di CR7. Dalla partita con il Sassuolo è stato lanciato da trequartista dietro la coppia Ronaldo-Mandzukic e da lì non è stato più rimosso. Sta, infatti, pian piano crescendo riuscendo a complicare i piani avversari tra le linee e intercambiandosi di posizione con uno degli attaccanti per non dare punti di riferimento.

Del dominio contro il Bologna è stato un grande protagonista e anche ieri ci ha messo lo zampino in alcune azioni importanti. Il gol decisivo nel completamento della rimonta, il 2-1, nasce da una sua interessante progressione palla al piede. Poi fa espellere Mario Rui, mettendo di fatto in discesa gli ultimi 32 minuti più recupero per i compagni. Episodi determinanti che rendono molto buono il suo match.

Rispetto a lui, però, ha fatto molto meglio, oltre a Ronaldo, Mario Mandzukic. Il croato, che ha iniziato la stagione in ritardo causa finale mondiale, è già in una forma smagliante. Inoltre, al solito sacrificio e lavoro sporco per la squadra, ha aggiunto una vena realizzativa formidabile. Con la doppietta di ieri il numero 17 è arrivato in campionato a 4 gol in 6 partite. L’anno scorso si era fermato a cinque, una rete in più di ora, mentre il suo miglior bottino in bianconero risale a quattro stagioni fa, quando si fermò a dieci gol. È un numero che è destinato a superare con questo cammino: è diventato ormai una certezza a tutto tondo.

Dopo il gol del pareggio, prima del quale la squadra bianconera è sembrata troppo frettolosa e imprecisa, Pjanic ha ridato ordine e brillantezza alla manovra della squadra. Da registrare solo l’uscita della palla sotto il pressing avversario. È da una situazione di questo tipo che è nato l’errore di Bonucci, che poteva appoggiarsi al più vicino Cancelo, il quale ha portato all’uno a zero del Napoli.

L’ostacolo più grande in vista della seconda euro-partita riguarda l’aspetto mentale: bisognerà non sottovalutare lo Young Boys.

FASE CALANTE

La partita del Napoli all’Allianz Stadium è stata in fase calante. La squadra di Ancelotti è stata molto abile nel dare fin dall’inizio del filo da torcere ai padroni di casa con un pressing alto. La strategia è stata premiata con la rete del vantaggio nella cui azione è stato bravo Callejon a servire Mertens con una giocata di qualità.

In seguito, gli azzurri hanno abbassato il baricentro soffrendo la forza di reazione della Juventus e di Ronaldo. I tanti errori tecnici nell’impostazione della manovra non hanno contribuito a placarla.

Hamsik & C. non hanno saputo gestire la partita nell’arco dei 90 minuti, sul piano tecnico e soprattutto psicologico. Una volta che i bianconeri hanno preso il controllo del match i partenopei hanno palesato nervosismo accumulando anche tante ammonizioni. Quella più pesante è stata la seconda per Mario Rui che ha lasciato la squadra in dieci.

L’episodio, contestato dal Napoli, ha sembrato dar nuova forza ai giocatori che per i successivi dieci minuti all’espulsione hanno messo sotto la Juventus. È sembrato, però, più un momento di gestione dei bianconeri, che hanno rischiato di subire il 2-2.

La squadra di Ancelotti ha avuto il coraggio di presentarsi a Torino per vincere con una buona strategia di gioco. Ha faticato, tuttavia, a reggere l’urto dei giocatori di maggiore qualità della Juventus. Uno in particolare: Cristiano Ronaldo. La dimostrazione di come a fare la differenza siano i grandi calciatori.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Lotta Napoli-Juventus per il Mondiale per Club: ADL presenterà ricorso alla FIFA per estromettere i bianconeri

Pubblicato

:

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, Serie A, Coppa Italia, Champions League

Siamo già in tema Napoli-Juventus. Questo weekend, precisamente domenica sera alle ore 20:45, la sfida di Serie A. Fuori dal campo, però. la partita è concentrata sulla partecipazione delle due squadre al prossimo Mondiale per Club. I bianconeri formalmente possono solo sperare che i partenopei vengano sconfitti al ritorno di Champions dal Barcellona. Il Napoli, invece, se vincesse almeno altre due partite in Europa, accederebbe alla nuova competizione che prenderà il via nel 2025.

Secondo quanto riportato da Radio Kiss Kiss, però, il patron del Napoli Aurelio De Laurentiis sarebbe al lavoro per presentare un ricorso alla FIFA per l’estromissione della stessa Juventus dal prossimo Mondiale per Club. Ciò garantirebbe al Napoli una grandissima possibilità per l’accesso alla competizione, visto che come pretendente rimarrebbe la Lazio, ma che è ben più indietro nel ranking.

Continua a leggere

Flash News

I convocati dell’Olanda per le partite di marzo: prima volta per Zirkzee, ci sono anche due interisti

Pubblicato

:

Bigica

L’Olanda si prepara a scendere in campo contro la Scozia (in casa) e contro la Germania (in trasferta). Si tratta di due amichevoli, utili a CT e giocatori per rodare i meccanismi verso Euro2024. In vista di questi due impegni, Ronald Koeman, tecnico della Nazionale olandese, ha diramato l’elenco dei convocati. Tra questi, figurano ben sei giocatori presenti in Serie A, tra cui la prima – meritatissima – volta di Joshua Zirkzee. L’attaccante in forza al Bologna, tra l’altro, incrocerà dall’altra parte del campo uno che di solito gli fornisce gli assist come Lewis Ferguson.

Oltre all’ex Bayern, ci sono Denzel Dumfries, Stefan De Vrij, Teun Koopmeiners e Tijjani Reijnders. Presenti anche tre conoscenze del nostro campionato come Matthijs De Ligt, Jerdy Schouten e Gini Wijnaldum. Scopriamo, dunque, la lista completa dei giocatori che vestiranno la maglia Orange nei due impegni che attendono l’Olanda.

LA LISTA DEI CONVOCATI DELL’OLANDA

Questo, dunque, l’elenco completo dei convocati di Ronald Koeman:

  • PORTIERI: Bizot, Flekken, Olij, Verbruggen;
  • DIFENSORI: Ake, Blind, Van Dijk, Dumfries, Frimpong, Geertruida, Hartman, De Ligt, Timber, De Vrij, Van De Ven;
  • CENTROCAMPISTI: Frenkie De Jong, Koopmeiners, Reijnders, De Roon, Schouten, Verman, Wijnaldum, Wieffer;
  • ATTACCANTI: Brobbey, Depay, Gakpo, Malen, Xavi Simons, Zirkzee, Weghorst.

Continua a leggere

Flash News

Ranieri presenta la sfida di Empoli in conferenza: “Determinerà il nostro futuro”

Pubblicato

:

Ranieri conferenza Milan-Cagliari

Claudio Ranieri è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match contro l’Empoli, decisivo in ottica salvezza. I rossoblù arrivano alla partita chiaramente galvanizzati dopo il pareggio acciuffato all’ultimo istante contro il Napoli e ora vogliono i tre punti. Scopriamo le parole di Ranieri in conferenza.

LA CONFERENZA STAMPA DI RANIERI

Queste, dunque, le dichiarazioni di Ranieri:

INFORTUNI PAVOLETTI E PETAGNA – “Perdiamo in fisicità. Mi avrebbe fatto piacere poter scegliere“.

IMPORTANZA GARA DI EMPOLI – “Determinerà il nostro futuro. Ci vorrà tanta umiltà. Loro si sono tirati fuori dai guai. Bisogna fare i complimenti a Nicola per il lavoro“.

MANCANZE DIFENSIVE EMPOLI – “Non sono d’accordo. Chiudono bene gli spazi e si aiutano l’uno con l’altro“.

GERARCHIE – “Scelgo gli elementi in base alla gara. Chi mi garantisce determinazione e concentrazione va in campo“.

GOL DI LUVUMBO – “Lottando fino alla fine si ottengono i risultati. Abbiamo giocato una gara di grande sacrificio e sarebbe stato brutto perdere. Il Napoli ha confermato contro il Sassuolo di essere una squadra che sa fare molto male all’avversario“.

DEIOLAHa qualità ed anche difetti. Nei social so che viene crocifisso e non so il perchè. Quando lo mando in campo so che può fare tanto, e lui mi fa capire che vuole mettere il cuore e che vuole rimanere in Serie A. Poi che mi sbagli la palla a me non interessa. Se qualcuno vuole Messi o Dybala ha sbagliato squadra“.

LAPADULA – Non si dà mai per vinto, ce la mette sempre tutta. Ha bisogno di ritrovare il goal, ma in allenamento da sempre il massimo. Farà un grande finale di stagione“.

MODULO – No, io vario in base all’avversario. Non ho un modulo fisso“.

NANDEZ Mi dà un grandissimo equilibrio ed è un leader in campo, è insostituibile”.

JANKTOSi sta riportando ai livelli di un tempo. Mi auguro che in questo finale di campionato ci possa dare una mano perchè conto molto su di lui“.

Continua a leggere

Generico

Il Genoa recupera un titolarissimo per l’Inter: può già essere titolare a San Siro

Pubblicato

:

Johan Vasquez, calciatore del Genoa e della nazionale messicana - Serie A

Arrivano ottime notizie in casa Genoa, che ritrova Johan Vasquez dopo l’infortunio. Il difensore centrale si è messo alle spalle il guaio all’adduttore ed è pronto a riprendere il suo posto nel terzetto difensivo di Gilardino. Le altre due maglie dal 1′, secondo il Secolo XIX, sono destinate, a meno di sorprese, a Mattia Bani e Kony De Winter. L’unico dubbio reale per Gilardino è tra Messias e Malinovskyi, in lizza per un posto a centrocampo.

I rossoblù sono attesi da un impegno sicuramente non agevole contro l’Inter schiacciasassi dell’ultimo periodo, ma Gilardino ci ha già abituato a colpi importanti quest’anno. Inoltre, i nerazzurri sono imbattuti nelle ultime nove sfide contro il Genoa in Serie A (7V, 2N) e hanno incassato un solo gol nel periodo. L’ultimo successo del Grifone contro i nerazzurri in campionato risale al 17 febbraio 2018 (2-0 al Ferraris). Difficile immaginare che sia il momento buono per tornare a vincere, ma di sicuro il Genoa ci metterà il cuore e l’anima. Stavolta, con un Johan Vasquez in più al centro della difesa.

Appuntamento, dunque, a San Siro, lunedì alle ore 20:45, ora di inizio del match, altro crocevia importante per gli obiettivi di entrambe le formazioni.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969