Connect with us

Flash News

La Juve batte in rimonta l’Atalanta

Pubblicato

:

Torna la Serie A dopo la sosta: ad aprire la tredicesima giornata subito un big match. Al Gewiss Stadium l’Atalanta ospita la Juventus, in una partita che rappresenta un difficile banco di prova per la capolista, chiamata alla vittoria per scongiurare un possibile sorpasso dell’Inter. La Dea, invece, è quinta a due punti dal quarto posto e, nonostante qualche difficoltà nelle ultime gare, conserva il miglior attacco del campionato. Tuttavia, è proprio il settore offensivo quello che oggi è più colpito dalle assenze: MalinovskyiIlicic squalificati, Zapata ancora non in condizione. A tutto ciò si aggiunge anche un Muriel non al 100% e che per questo parte dalla panchina, con Barrow al suo posto, davanti al Papu Gómez Pašalić. A centrocampo torna Gosens dal primo minuto, mentre in difesa Djimsiti vince il ballottaggio con KjaerSarri, invece, deve fare i conti con il problematico lascito della pausa per le nazionali, con Ronaldo Alex Sandro non utilizzabili. Nessun problema, invece, per Pjanić, che ha recuperato dal piccolo problema accusato con la sua Bosnia. In attacco c’è il duo argentino formato da Dybala Higuaín, con Bernardeschi alle loro spalle. In difesa Cuadrado preferito a Danilo, con De Sciglio sulla sinistra.

PRIMO TEMPO

La partita inizia con una Juve che aggredisce l’Atalanta, impedendo agli uomini di Gasperini di palleggiare come sempre fanno. Tuttavia, è proprio la Dea ad avere un’enorme occasione per portarsi in vantaggio, grazie ad un calcio di rigore. Un fallo di mano in area di Khedira consente a Barrow di presentarsi dal dischetto. Tuttavia, il giovane attaccante colpisce la traversa, sulla ribattuta, poi, Pašalić colpisce di testa, ma il pallone vola alto. I nerazzurri non si perdono d’animo e aumentano il ritmo, facendosi di nuovo pericolosi con Pašalić, che, nuovamente di testa, sovrasta De Ligt. Un grande intervento di Szczesny, però, salva i bianconeri. Due minuti dopo è ancora una volta l’Atalanta a farsi pericolosa, questa volta con Hateboer che, dopo un’azione del Papu, conclude in porta da pochi passi. Sulla traiettoria però trova De Sciglio e De Ligt che deviano la sfera e impediscono la rete. Momento difficile, quindi, dopo mezz’ora di gioco, per la Juventus che sta soffrendo molto il gioco atalantino sulle fasce. A questo si unisce anche il cambio forzato di Bernardeschi, con al suo posto Ramsey, per un problema al costato. Il tempo scorre senza altri particolari sussulti e si va all’intervallo con un pareggio a reti bianche. Buon ritmo e buona qualità in campo con l’Atalanta che crea e spreca e con i bianconeri apparsi poco pericolosi in fase offensiva. Tutto sommato Gasperini può ritenersi soddisfatto dell’atteggiamento dei suoi che hanno attaccato con regolarità, senza però riuscire a trovare il gol.

SECONDO TEMPO

Riprende la gara con nessun cambio per i tecnici durante l’intervallo. L’Atalanta parte di nuovo forte e, sempre con il gioco sulle fasce, mette in difficoltà la Juve che prova a gestire la palla per arginare le sfuriate atalantine. Tuttavia, è una scelta di gioco che non porta risultati, con i nerazzurri che pressano alto e rubano palla. Al 56′, infatti, la Dea raccoglie i frutti della propria prestazione: Barrow guadagna il fondo e fa partire un cross sul secondo palo, dove Gosens arriva indisturbato e da pochi passi, di testa, regala il vantaggio ai padroni di casa. Mezz’ora al termine e Juve sotto di un gol a Bergamo. Dopo la rete, i bianconeri decidono di affidarsi di più alla manovra, ma l’Atalanta resta sempre pericolosa quando è libera di agire. Da una Vecchia Signora più manovriera viene fuori Dybala, che con un azione personale si libera di due uomini ed entra in area. La Joya cerca un dribbling di troppo e sciupa una buona opportunità. I bianconeri, però, hanno cambiato ritmo e al 74′ arriva il gol del pareggio. Un rinvio della difesa atalantina colpisce Pjanić, la palla finisce a Higuaín che si gira e calcia verso la porta. Una deviazione di Toloi mette fuori causa Gollini. Rete dell’attaccante argentino e 1-1 per una Juventus che, paradossalmente, dopo il gol subito ha iniziato a giocare meglio. Infatti, all’82’ arriva il gol dell’1-2. Cross basso di Cuadrado su cui si avventa ancora una volta Higuaín. L’argentino conclude in porta col destro e porta in vantaggio i suoi. Da segnalare la polemica scaturita dopo il gol per un tocco di mano proprio di Cuadrado durante l’azione precedente. L’arbitro Rocchi ha ritenuto che i due eventi fossero troppo distanti tra di loro per essere ritenuti parte della stessa situazione di gioco. La Dea si riversa in avanti alla ricerca del pareggio, ma è la Juve a chiudere i conti al 92′, con la rete dell’1-3 di Dybala. Contropiede di Higuaín che allarga per Dybala, l’argentino entra in area dalla destra e con un preciso rasoterra batte Gollini e chiude la partita.

La Juve, dunque, batte un’Atalanta che per 60 minuti ha giocato bene e schiacciato i bianconeri nella propria area di rigore. Proprio dopo il gol del vantaggio, gli uomini di Gasperini sono calati e non sono più riusciti ad arginare la manovra della Vecchia Signora. Higuaín e Dybala rispondono a Gosens, Sarri vince ancora e la Juve resta prima.

Fonte immagine di copertina: profilo Twitter ufficiale della Juventus

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

La Lazio punta a rinforzarsi: tre piste per la fascia sinistra

Pubblicato

:

Lotito

L’arrivo della sessione invernale di calciomercato è imminente, con le squadre di Serie A pronte a rinforzare i reparti più bisognosi. La Lazio di Maurizio Sarri, ad esempio, potrebbe intervenire sulla corsia difensiva di sinistra e portare nella capitale un nuovo giocatore. Come riportato da Calciomercato.com, infatti, il club biancoceleste starebbe monitorando attentamente tre profili.

Il primo porta il nome di Fabiano Parisi, ma considerato il forte pressing della Juventus sul giocatore e i 15 milioni di euro chiesti dall’Empoli, la Lazio potrebbe presto mollare la presa. Il secondo invece sarebbe Nico Schulz, terzino sinistro attualmente al Borussia Dortmund ma allontanato dalla rosa per alcuni problemi con la giustizia tedesca. Motivo per cui Igli Tare potrebbe lasciar correre e puntare su Luca Pellegrini, ex giocatore della Roma ora in prestito all’Eintracht dalla Juventus. Quest’ultimo è stato proposto alla Lazio dall’agente del calciatore stesso.

Continua a leggere

Calciomercato

Quagliarella può lasciare: per Stankovic non è indispensabile

Pubblicato

:

Fabio Quagliarella potrebbe salutare la Sampdoria dopo cinque stagioni e mezzo. Il club blucerchiato, infatti, dopo un avvio di stagione deludente, avrebbe preso in considerazione l’idea di cambiare alcuni intrepreti. La sessione invernale di calciomercato potrà dunque essere decisiva per le sorti dei liguri, i quali rischiano la retrocessione nel campionato cadetto.

Come riportato da Il Secolo XIX, infatti, uno dei possibili partenti per far spazio ai nuovi innesti potrebbe essere Fabio Quagliarella. Dejan Stankovic avrebbe infatti inserito l’attaccante italiano nella lista dei giocatori cedibili. L’ex Juventus partirà comunque con la squadra per il ritiro in Turchia.

Continua a leggere

Flash News

Croazia, Vlasic sul mondiale: “Vogliamo arrivare in fondo, il Brasile resta favorito”

Pubblicato

:

Durante un’intervista per La Gazzetta dello Sport, Nikola Vlasic ha parlato del percorso fatto fino ad ora dalla sua Croazia e della volontà di arrivare fino in fondo. Con i quarti di finale ormai conquistati, adesso arriva il Brasile di Neymar che tanto ha fatto bene in questo mondiale. “Vogliamo arrivare il più lontano possibile. Il Brasile è una formazione fantastica, molto complicata da affrontare. L’ha vista la loro rosa? Hanno due squadre. Ed entrambe sarebbero in grado di vincere questo Mondiale. Tra titolari e chi sta in panchina non saprei davvero dire chi è più forte con esattezza. Io non so a che punto saremo, alla fine di questo Mondiale. Ma di una cosa sono certo: siamo in grado di giocarcela con chiunque, anche con il Brasile”.

Continua a leggere

Flash News

Sassuolo, Traorè: “Recupero procede bene, ci toglieremo soddisfazioni”

Pubblicato

:

Traore

Dopo l’infortunio che lo ha tenuto lontano dai campi in questo inizio di stagione, Hamed Junior Traorè è pronto a tornare al 100% alla ripresa del campionato. Il classe 2000 è stato intervistato da Sky Sport, prima della partenza del Sassuolo per il ritiro di Marbella. “Quasi tutti gli allenatori che ho avuto mi hanno sempre detto che posso giocare un po’ ovunque, ringrazio Dionisi perché mi ha fatto giocare esterno alto e aveva ragione…”. Poi sul recupero dall’infortunio ha proseguito: “Finalmente sto bene, ho recuperato bene, mi sto allenando al 100% e sto cercando di ritrovare la condizione. Ora ci alleneremo e le scelte le farà il mister, ma ci toglieremo soddisfazioni perché abbiamo tanti giocatori forti. Il gol? E’ bello segnare ma conta la squadra. La Nazionale? Ci penso, ma so che passa tutto dal Sassuolo. Facendo bene qua, mi potrà richiamare anche la Nazionale”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969