Alla Dacia Arena scendono in campo due squadre con stati d’animo diversi. L’Udinese, dopo la vittoria a domicilio in casa del Benevento, si è virtualmente assicurata la salvezza e la permanenza in Serie A. La Juventus, dopo l’ufficialità della vittoria del campionato da parte dell’Inter, abdica a distanza di nove anni dalla conquista del primo scudetto di un ciclo irripetibile. Gli uomini di Pirlo si apprestano a concludere una stagione sottotono, con tanti alti e bassi, più ombre che luci. L’obiettivo, prima minimo e ora obbligatorio, è la conquista di un posto in Champions League.

PRIMA FRAZIONE

I friulani partono meglio e al 10′ sorprendono la vecchia signora. Rodrigo De Paul batte a sorpresa una punizione, eludendo un’impreparata difesa bianconera, e serve Molina che con un rasoterra potente trafigge Szczensy. La reazione juventina è inconsistente e gli unici tiri verso la porta difesa per l’occasione da Scuffet sono inoffensivi. La seconda rete della partita, al contrario, è più volte sfiorata dai ragazzi di Gotti. Il calcio, però, è strano.

fonte: sportmediaset

LA RIPRESA

All’80’ una punizione calciata da Ronaldo viene deviata con il braccio dal capitano dell’Udinese, ingenuo nell’allargare il gomito fermando la corsa della sfera. CR7 dagli 11 metri è implacabile e pareggia l’incontro. Sembra finita, ma 9′ più tardi la Juventus ribalta il risultato.

Fonte: tuttosport

Rabiot, dopo una discesa lungo la fascia sinistra, crossa verso il centro dell’area di rigore dove trova pronto all’appuntamento l’attaccante portoghese. Abile nello smarcarsi in mezzo a due difensori, Cristiano impatta il pallone con la testa. La risposta di Scuffet è incerta e la sua deviazione non basta. La palla termina in rete e Pirlo coglie una vittoria sporca, insperata e rocambolesca.

 

fonte: sportmediaset

La Juventus rientra da Udine con tre punti pesantissimi. Una risposta concreta nel giorno dell’Inter, un passo importante in ottica Champions. Tra una settimana c’è il Milan, la partita che, probabilmente, deciderà le sorti delle due squadre, l’appuntamento da non mancare. L’Udinese esce rammaricata per aver sprecato l’occasione di battere una big, ma consapevole di aver mostrato un calcio di ottima fattura e con la salvezza in tasca.

Fonte immagine in evidenza: sportmediaset