Connect with us
La Lega di A vuole Moratti alla presidenza della Figc

Flash News

La Lega di A vuole Moratti alla presidenza della Figc

Pubblicato

:

Oggi su tutti i giornali è rimbalzato il nome di Massimo Moratti come nuovo presidente della Figc: caos.

Soprattutto sui social sono subito stati scritti pareri contrastanti e osservazioni di tutti i generi, scatenando così una vera e propria guerriglia mediatica.

Che ci sia stato o meno questo pranzo del mistero di cui tutti parlano, smentito da tutti i presunti partecipanti, il nome di Massimo Moratti per la presidenza della Federcalcio in quota della Lega di A è reale.

Ne avrebbero dovuto discutere a tavola il diretto interessato, il presidente della Juventus Andrea Agnelli, che sarebbe in prima fila nella griglia dei sostenitori, e il numero uno della Lega di A Gaetano Micciché, che avrebbe avallato l’operazione e sarebbe pronto a presentarla in assemblea venerdì.

PERCHÈ MORATTI?

Il nome di Moratti, che avrebbe dato la sua disponibilità di massima, conterebbe quegli elementi  necessari a provare a scardinare il fronte Gravina (come autorevolezza, curriculum, esperienza). Sarebbe una candidatura gradita a parte dei Calciatori e, forse, potrebbe convincere anche qualche delegato tra gli Allenatori.

Il gruppo legato al presidente della Lazio, Claudio Lotito, vale a dire Atalanta, Udinese, Genoa e Chievo, non vuole Gabriele Gravina che già adesso può contare sul 63 per cento.

Una parte della Lega di A (tra cui Andrea Agnelli, presidente della Juventus) starebbe cercando di convincere in queste ore Moratti a scendere in campo: ma non si conosce ancora la risposta dell’ex presidente interista che però potrebbe avere l’opposizione del Gruppo Lotito e di altri club in seno alla stessa Lega di A.

I calciatori, poi, lo voterebbero? Una parte sicuramente no. No anche da parte di Ulivieri, Gravina, Sibilia e Nicchi ovviamente. Moratti non avrebbe molti consensi.

Insomma, il nome di Moratti potrebbe rivelarsi vincente su alcuni fronti, ma la spaccatura in Lega è forte e ognuno ha una propria idea di nuovo presidente. L’ex number one dell’Inter porterebbe tanta esperienza, è vero, ma si allontana parecchio da quel progetto di ringiovanimento che avrebbe dovuto compiere il calcio italiano in questi anni.

Ancora poco, in ogni caso, per immaginare di essere una candidatura vincente.

 Il tempo stringe comunque: entro domenica vanno depositate le candidature.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcio Internazionale

Sfuriata Mou, niente PSG in caso di maxi-squalifica

Pubblicato

:

Mourinho

Il futuro di Josè Mourinho è ancora da definire. Le dichiarazioni criptiche dello Special One rilasciate al termine della finale di Budapest hanno infuso nell’ambiente giallorosso forti preoccupazioni. Decisioni che si dice siano state giá comunicate al gruppo, ricostruzioni di discorsi più o meno attendibili e un gelo totale tra allenatore e proprietà: la permanenza dell’uomo di Setubal a Roma é una questione più che mai aperta. A scombinare le carte in tavola, secondo una ricostruzione fatta dal The Sun, potrebbe essere la squalifica che la UEFA infliggerá con ogni probabilità ai danni di Mourinho. Vediamo perché.

NIENTE PSG IN CASO DI MAXI SQUALIFICA

Sebbene il contatto tra le due parti sia stato smentito in diverse occasioni dall’attuale tecnico della Roma, la destinazione parigina è sicuramente tra i pensieri dell’ex Inter e United (tra le altre). Il PSG sembra voler rompere con Galtier e tra i nomi scelti per sostituirlo spicca quello di Mourinho, già cercato anche dalla Federazione Portoghese. I francesi tuttavia non sarebbero disposti a metterlo sotto contratto nel caso in cui questo riceva una maxi squalifica da parte della UEFA.

Le pesanti parole dello Special One nei confronti dell’arbitro Taylor avranno sicuramente ripercussioni e se il massimo organo calcistico europeo dovesse squalificare il mister per più di 5 partite il club di proprietà qatariota girerebbe altrove lo sguardo. Il PSG vuole la Champions e, anche se apparentemente “piccolo” come fattore, un’eventuale assenza del tecnico per tutta la fase a gironi peserebbe molto, forse troppo. 

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Alvarez, parole che sanno di addio: “Conserverò dei bei ricordi dell’Ajax”

Pubblicato

:

Schreuder

Edson Alvarez, mediano (ma all’occorrenza anche difensore centrale) dell’Ajax accostato nelle ultime settimane a Borussia Dortmund, che sembra vicinissimo a prelevarlo, e Bayern Monaco, non smentisce l’interesse di grandi squadre nei suoi confronti in un’intervista a Vi.nl. Delle parole che sanno di addio per il calciatore messicano che dal 2019 veste maglia biancorossa. Di seguito, le sue dichiarazioni:

SUL POSSIBILE TRASFERIMENTO –C’è una possibilità che parta, ma tutto può succedere nel corso dell’estate anche se finché non ci sono le firme non possiamo sbilanciarci. Quando c’è un interesse concreto i miei procuratori me lo comunicano e poi io inizio a pensarci, ho letto e sentito delle voci che mi riguardano e non mentirò, fa piacere essere accostati a grandi club, ma anche l’Ajax lo è“.

SULL’AJAX –Sono arrivato qui che ero sconosciuto quattro anni fa e ho dovuto convincere molte persone delle mie qualità, penso di esserci riuscito come calciatore e come persona. Qui sono cresciuto tanto, sono felice di aver dato tanto alla società e ai tifosi e di aver contribuito a vincere dei titoli. Ovunque giocherò la prossima stagione conserverò dei bei ricordi dell’Ajax”.

Continua a leggere

Calciomercato

Rinnovo Leao, fumata bianca! Clausola monstre nel contratto

Pubblicato

:

Leao

Leao ha rinnovato il contratto che lo lega al Milan. A riportare la notizia é su Twitter Fabrizio Romano, il quale si dice certo che l’accordo totale sia stato raggiunto giá tre settimane fa. La lunga telenovela inerente alla permanenza in rossonero del fenomeno portoghese, quindi, sembra prossima al termine.

DURATA E CLAUSOLA

Il Milan si sarebbe assicurato le prestazioni dell’attaccante fino a Giugno 2028. Un lasso di tempo molto lungo che, oltre a riportare serenitá nella situazione contrattuale del giocatore, consentirá alla società milanese di monetizzare a pieno un’eventuale cessione. All’interno del contratto una clausola mostruosa: 175 milioni di euro. La fumata bianca tanto attesa dai tifosi dei Diavoli é arrivata, nei prossimi giorni (probabilmente già domani) seguirá l’ufficialità. 

 

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Laporta: “Jordi Alba ha rinunciato ad una parte di stipendio per aiutarci”

Pubblicato

:

Il presidente del Barcellona Joan Laporta in occasione del commovente addio di Sergio Busquets e Jordi Alba ha rilasciato delle dichiarazioni inerenti a quest’ultimo, sottolineando come abbia aiutato il club catalano rinunciando ad una parte del proprio stipendio.

LE PAROLE DI LAPORTA

La cerimonia con cui le due leggende blaugrana hanno salutato la squadra e tifosi è stata delle più commoventi. I due calciatori nel corso degli anni hanno scritto le pagine più belle della storia del Barcellona e anche negli ultimi passi del loro percorso all’interno del club si sono distinti. In particolar modo Alba, nei confronti del quale il presidente Laporta ha riservato parole di ringraziamento:

Voglio dire una cosa riguardo a questo uomo. Oltre a tutti i complimenti che gli sono giustamente stati fatti, va detto che ha sempre mostrato grande legame con questa società, anche aiutandola economicamente. Ha rinunciato ad una parte importante del proprio stipendio nonostante se la sia completamente meritata”. 

 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969