Si sa, su Ciro Immobile ci sono sempre tante aspettative. Nonostante sia molto criticato in nazionale, con la Lazio, il bomber di Torre Annunziata, in 5 stagioni è andato in doppia cifra quattro volte. Inoltre, l’anno scorso, Immobile ,con una stagione irripetibile, è riuscito ad eguagliare il record di Higuain mettendo a segno 36 gol e riuscendo così a vincere la Scarpa d’oro contro un certo Robert Lewandoski. Ad ogni modo, proviamo a ripercorrere la stagione corrente di Ciro Immobile.

IN CAMPIONATO

Fino ad adesso, l’attaccante partenopeo ha messo a segno 20 gol in 35 partite. Per quanto sia stato prolifico però, sono ben 16 i gol in meno rispetto alla scorsa stagione. Cerchiamo di capire il perché di questo. Ciro Immobile, quest’anno, ha avuto periodi in cui ha segnato tanto e ha avuto momenti in cui il gol tardava ad arrivare. Soprattutto nel periodo che va dal 14 febbraio al 11 aprile,  fase in cui il bomber laziale non è riuscito a mettere a referto neanche un gol. In questo frangente di tempo, i biancocelesti hanno vinto 5 partite, tre volte per 1-0, e ne hanno perse 3.  Se vogliamo fare un paragone con l’anno scorso, il momento più indigesto per la punta biancoazzurra è durato solo 3 partite, dopo che è ricominciato il campionato, quando la Lazio stava vivendo un momento di grandissima difficoltà. Infatti, sono state due le partite perse, contro Lecce e Sassuolo, e un pareggio con l’Udinese. Ciò ci conferma che quando la squadra non c’è, Ciro Immobile ne soffre molto. La Lazio, infatti, sta per chiudere il campionato al settimo posto. Diciotto i gol in meno segnati e 11 in più quelli subiti rispetto all’anno scorso.

IN CHAMPIONS LEAGUE

Nonostante un campionato leggermente sottotono, l’uomo della Champions è proprio lui: Ciro Immobile. In tutta la sua carriera, in 15 partite disputate nella coppa dei campioni sono 11 i gol segnati con 2 assist. La Lazio, tornata in Champions League dopo 13 anni, riesce addirittura ad arrivare agli ottavi di finale. In 5 partite, Immobile mette a segno 5 gol e serve un assist. Questo giocatore, non solo si dimostra grande anche in Europa ma trascina la sua squadra da vero leader qual è. Sebbene non abbia disputato due partite a causa dello scandalo tamponi , proprio di quel periodo, nelle altre gare prende la fascia da capitano al posto di Senad Lulic ai box. Purtroppo però, i biancocelesti usciranno proprio agli ottavi contro i campioni in carica del Bayern Monaco.

Fonte: lazionews.eu

COSA NON E’ ANDATO E ALCUNI EPISODI PARTICOLARI

La Lazio è costruita per il suo bomber, soprattutto con Luis Alberto e Milinkovic che gli servono da supporto. Il primo particolarmente, se l’anno scorso in campionato ha offerto ben 16 assist, quest’anno ha pensato a far più gol e meno a servire i suoi compagni. Per lo spagnolo 9 i gol fatti e solo 2 gli assist serviti. D’altro canto invece, il serbo ha migliorato le sue statistiche con un gol e ben 4 assist in più rispetto allo scorso anno. Tuttavia, come se non bastasse , ci si è messo anche il coronavirus a fermare la punta biancoceleste tra il periodo di ottobre e novembre. Partiamo da Bruges, quando la Lazio andò a giocare in Belgio la seconda gara del girone di Champions con 13 titolari a causa del virus. Poi,  riuscì a tornare per la gara di campionato contro il Torino, segnando un gol e scatenando moltissime polemiche. Proprio per questo, la Lazio andrà sotto indagine e per le due partite seguenti, Immobile resterà a casa e non giocherà contro Zenit e Juventus. Detto ciò, i rapporti tra la Lazio e  Torino , mai come quest’anno, sono diventati pessimi: dal caso tamponi alle accuse pesanti mediatiche del presidente Urbano Cairo. L’unico evento che ha legato le due società, è stato purtroppo la morte del giovane Daniel Guerini, scomparso lo scorso 24 marzo. Ciò, però, non è bastato, l’ultima partita tra i biancoazzurri e i granata, giocata proprio questo martedì, recuperata dopo mesi con altrettante polemiche, ha scaturito molti nervosismi. Protagonista Ciro Immobile che, dopo aver sbagliato il rigore, il quarto di quest’anno, afferma come il presidente avversario l’abbia insultato e accusato di troppa foga durante il match negli spogliatoi.

CONCLUSIONI FINALI

Insomma, per l’attaccante di Torre Annunziata non è stata una delle migliori stagioni. Tante, forse troppe, le polemiche create su e vicino a lui. Quest’anno, però, è l’anno degli Europei e l’Italia conta su di lui. Molte volte ci si aspetta tanto da questo giocatore, come è giusto che sia e noi siamo pronti a sostenerlo, sicuri che Ciro Immobile saprà dare un gran contributo riuscendo a segnare molti gol, ossia la sua specialità.

(fonte immagine in evidenza: profilo Instagram Ciro Immobile)