Connect with us
La partita più delicata

La nostra prima pagina

La partita più delicata

Pubblicato

:

Sabato a Marassi si gioca la partita più delicata dell’intera stagione rossonera.

Il Milan, dopo il lungo periodo di imbattibilità, ha perso rovinosamente nel derby. Ora lo attende un impegno complicato sul piano tecnico e tattico, ma soprattutto a causa delle incognite legate alla reazione di un gruppo che Rino Gattuso deve cercare di rianimare presto, per chiudere in una posizione di classifica che gli consenta di giocare la Champions League la prossima stagione. L’allenatore rossonero sembra tornato in discussione per coloro che sono sempre stati scettici sulle sue qualità, viste le difficoltà evidenziatesi in questi mesi, soprattutto nelle partite chiave della stagioni contro le grandi in campionato e in Europa League. Facile rispondere ai suoi denigratori, dato che probabilmente tutti i tifosi del Milan avrebbero firmato e controfirmato di cominciare la primavera, la stagione della verità, a due punti dal terzo posto e a più quattro dal quinto. Soprattutto dopo gli infortuni che hanno caratterizzato lo scorso mese di novembre.

Rimane comunque il fatto che Gattuso ora deve compiere mosse coraggiose e innovative, avendo a disposizione l’intera rosa, eccetto Bonaventura. Con il ritorno di Biglia molti tifosi ritengono che un centrocampo con l’argentino perno della manovra, affiancato da Kessié e Bakayoko, possa consentire un miglioramento della manovra, rimettendo in discussione la posizione di Paquetà e Calhanoglu. I due, fra i più dotati di fantasia nella rosa, possono aumentare il loro rendimento se magari non più costretti al ruolo faticoso della mezzala, ma piuttosto venga loro consentito di giocare più vicini al troppo isolato Piatek delle ultime partite, aumentando così la qualità del gioco negli ultimi venti metri. Un’altra incognita riguarda la forma di Suso, sempre atteso dal tecnico a un ritorno alla miglior condizione, che lo spagnolo stenta a ritrovare.

Fino a quando durerà la pazienza di Gattuso? Non è sempre facile, è vero, cambiare in corsa uomini e schemi che hanno permesso alla squadra di migliorare il rendimento in difesa e posizionarsi nelle posizioni di vertice del campionato, ma gli ultimi segnali di allarme, vittorie stentate contro Sassuolo e Chievo e la sconfitta nel derby, devono essere recepiti presto dallo staff tecnico per evitare altre battute di arresto.

Siamo alla vigilia di un mese decisivo che potrebbe regalare conferme sul piano della guida tecnica e del gruppo, ma che, in caso di nuovi insuccessi, potrebbero minare nei dirigenti milanisti quelle certezze ben cementate fino a qualche settimana fa.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Europa League

Pellegrini: “Ora riesco a rendere bene. De Rossi? Gli devo il mio 150%”

Pubblicato

:

Pellegrini Roma

Intervenuto ai microfoni di Sky dopo la vittoria contro il Feyenoord, ottenuta ai rigori, valida per il ritorno dei playoff di Europa League, il capitano della Roma, Lorenzo Pellegrini, ha fatto il punto della situazione.

Vari i temi toccati, tra i quali spiccano quello di De Rossi e quello dell’inversione di tendenza del suo rendimento dall’arrivo del nuovo allenatore.

A dimostrazione di quest’ultimo punto, la statistica riportata da OptaPaolo è la più significativa: dall’arrivo in panchina del tecnico romanoPellegrini ha segnato 3 gol (l’ultimo dei quali segnato nella sfida di ieri sera). Nello stesso periodo di tempo, solo 2 centrocampisti hanno fatto meglio di lui: Benjamin Bourigeaud e Ruben Loftus-Cheek, entrambi con 5 gol segnati.

LE PAROLE DI PELLEGRINI

MOMENTO –Sono molto soddisfatto, questa partita poteva essere un crocevia. In questo mese abbiamo fatto vedere ottime cose, da qui dobbiamo ripartire. Ci si può credere. Questo deriva dal percorso fatto in questi anni, con tante partite in Europa. Una cosa bella da donare a questa gente, che ci ha fatto sentire non a casa ma molto di più. Noi lavoriamo per migliorarci sempre“.

RENDIMENTO –Ci tengo a dire che da parte mia c’è sempre stato il massimo impegno. Mi riguardo le partite e le mie statistiche, ho cercato sempre di capire perché non rendevo. Ora sono contento, perché riesco ad esprimermi bene. Ho sempre detto che la mezzala fosse il mio ruolo. Mi piace inserirmi, tirare e fare assist, ma anche partecipare all’impostazione del gioco e in questo il mister mi lascia molta libertà. Essendo più libero, escono meglio le mie qualità“.

GOL –Riguardandolo, faccio un sacco di cose. Son cose che cercandole, ti vengono automatiche. Quando davanti a te non c’è spazio, guardarti intorno fa la differenza. Se dietro di me ci fosse stato un avversario e me ne fossi reso conto, non avrei stoppato quella palla“.

DE ROSSI –Penso di dovergli il mio 150% in allenamento e in partita. Il nostro rapporto nasce da un rispetto che va oltre e sarà sempre così. Penso che sarà allenatore della Roma per molto tempo, per quello che sta facendo vedere. Forse c’era bisogno di ripartire da qualcosa e lui è molto di più di qualcosa. Lui fa le scelte e io le rispetto: quello che è certo è che io darò sempre tutto per la Roma“.

Continua a leggere

Calciomercato

Giroud tentato dall’MLS: i club americani spingono per averlo a giugno

Pubblicato

:

Giroud

Olivier Giroud sembra essere come il vino: più invecchia, più diventa buono. Già, perché all’età di 37 anni è ancora uno dei migliori attaccanti del nostro campionato. In 30 presenze stagionali ha, fino ad oggi, messo a segno 13 gol e fornito 9 assist per i compagni. Oltre a ciò, è anche uno dei leader di questo Milan.

Dopo il passaggio del turno in Europa League, nelle prime ore della mattina è arrivata una notizia da Nicolò Schira che, sul suo profilo X, ha riportato l’interesse di numerose squadre americane per il numero 9 rossonero. Esse, infatti, starebbero spingendo per cercare di convincere Giroud ad andare in scadenza di contratto a giugno, in modo tale da prenderlo a zero.

GIROUD: LA SITUAZIONE

L’attaccante francese, che deciderà il suo destino verso la fine del mese di aprile, ha anche la proposta del Milan sul tavolo: se deciderà di restare nel club rossonero, la proposta sarebbe quella di un rinnovo annuale (fino a giugno 2025).

Sono già almeno due le offerte allettanti ricevute da Giroud: una proveniente dall’Arabia Saudita, l’altra dagli Stati Uniti. Per il momento non vi sono risposte concrete da parte dell’entourage del giocatore, il quale è attualmente concentrato solo sul campo.

Continua a leggere

Europa League

Le possibili avversarie dell’Atalanta in Europa League

Pubblicato

:

in foto Zappacosta, Djimsiti, Pasalic, Ruggeri, Kolasinac - Serie A - UEFA Europa League - Coppa Italia

LE POSSIBILI AVVERSARIE DELL’ATALANTA IN EUROPA LEAGUE – Alle ore 12 verranno sorteggiati gli ottavi di Europa League. Per l’Atalanta, dopo un girone passato al primo posto senza troppi problemi, è l’ora di ritornare in campo. I play-off della competizione sono infatti terminati, con i bergamaschi che hanno saltato quest’ultimi grazie al primato nel proprio girone. In particolare, sono state 4 le vittorie e 2 i pareggi nell’Europa League 2023/24 dei nerazzurri, di fatto ancora imbattuti in questa competizione, con, inoltre, 12 gol fatti e solo 4 subiti in 6 partite. Cammino di tutto rispetto, che adesso entra nel vivo. I bergamaschi saranno sorteggiati nell’urna assieme alle altre vincitrice dei rispettivi gironi, e coloro che hanno superato i play-off. Di seguito, vi riportiamo le possibili avversarie dell’Atalanta in Europa League.

LE POSSIBILI AVVERSARIE

Dopo i gironi, in cui l’Atalanta ha affrontato Sporting Lisbona, Sturm Graz e Rakow, tra le possibili avversarie vi è una recente conoscenza. Tra le papabili potrebbe infatti tornare lo Sporting Lisbona, affrontati durante il girone. Di seguito vi riportiamo tutte le possibili avversarie dei bergamaschi:

  • Qarabag (Aze)
  • Friburgo (Ger)
  • Benfica (Por)
  • Marsiglia (Fra)
  • Sporting Lisbona (Por)
  • Sparta Praga (Cec)

Continua a leggere

Calcio Internazionale

“Milan serve di più” – La Rassegna del Diez

Pubblicato

:

La rassegna stampa è senza alcun dubbio il miglior modo per iniziare la giornata. Ecco quindi le prime pagine dei principali quotidiani sportivi internazionali per la giornata di oggi.

LA GAZZETTA DELLO SPORT

CORRIERE DELLO SPORT

TUTTOSPORT

L’EQUIPE

SUN

MIRROR SPORT

DAILY EXPRESS SPORT

MARCA

SUPERDEPORTE

SPORT

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969