Connect with us

Calcio Internazionale

La pazza corsa Champions in Premier League

Pubblicato

:

Premier League

In Premier League, la lotta per la qualificazione alla prossima Champions League si fa sempre più accesa. Il Manchester City e Liverpool lotteranno fino all’ultimo respiro per il titolo di Campione d’Inghilterra.

Alle loro spalle c’è il Chelsea che, nonostante stia faticando non poco nelle ultime settimane, sembrerebbe poter restare saldo al 3° posto. Sotto i Blues la situazione è più incerta che mai. Quattro squadre in cinque punti e un solo posto a disposizione per poter giocare la prossima Champions League.

Il Tottenham di Antonio Conte, il Manchester United di CR7, l’Arsenal dei “ragazzi terribili” e il sorprendente West Ham. Queste le quattro aspiranti che battaglieranno fino all’ultimo per riuscire a conquistare un 4° posto di importanza vitale. A cinque giornate, più qualche recupero, dalla fine dei giochi nulla è ancora deciso.
Andiamo dunque ad analizzare le quattro squadre coinvolte in questa lotta e il loro momento di forma.

LA FAVORITA

Nonostante la sconfitta interna contro il Brighton di sabato scorso, il Tottenham di Antonio Conte è forse la più solida delle quattro per ciò che riguarda la tenuta mentale e la solidità difensiva. La squadra, dopo qualche mese di lavoro, sembra aver assorbito al meglio l’idea di calcio del manager italiano.

La sessione invernale di mercato ha permesso alla società di rinforzare l’organico con gli acquisti di Dejan Kulusevski e di Rodrigo Bentancur. L’apporto dei due ex Juve è stato immediato; in particolare quello del talento svedese classe 2000 che in 12 presenze in Premier ha segnato 3 gol e fornito 6 assist.

 

Kulusevski ha portato qualcosa in più ad un reparto offensivo già di prim’ordine formato da Harry Kane e Heung-min Son su tutti. I due giocatori si sono ambientati alla grande nel sistema di gioco di Conte. Il sud-coreano, oltre ad aver segnato 6 gol nelle ultime 4, è il secondo miglior marcatore del campionato con 17 gol dietro solo ai 21 centri siglati da Momo Salah.

Guardando al numero di gol segnati quest’anno da Kane si potrebbe invece pensare ad una stagione sottotono. In realtà, il capitano degli Spurs sembrerebbe essersi evoluto ulteriormente, capendo che il gol non è l’unico modo di aiutare la propria squadra a vincere. Difatti, oltre ai 12 centri stagionali, il numero 10 del Tottenham ha fornito ben 8 assist ai propri compagni.

Con due partite da recuperare, il Tottenham è al momento 4° in classifica. Riuscirà Antonio Conte ad ottenere la qualificazione alla prossima Champions League?

LA GRANDE DELUSIONE

Il Manchester United rappresenta senza troppi dubbi la grande delusione di questa stagione di Premier League. Il faraonico mercato estivo, caratterizzato dagli arrivi di Raphaël Varane e Jadon Sancho, e dal grande ritorno di Cristiano Ronaldo, aveva posto aspettative da titolo sui Red Devils. Nei fatti lo United non è mai stato in corsa per il primato in classifica e ora rischia addirittura di non qualificarsi alla prossima Champions, e nemmeno alla prossima Europa League.

Il cambio in panchina da Solskjær a Rangnick ha tutt’altro che risolto i problemi e calmato l’ambiente. Lo spogliatoio è imploso e la situazione sembrerebbe essere fuori controllo. La squadra non è unita, aspetto tangibile anche quando la si guarda giocare. Dal centrocampo in giù, i Red Devils sono allo sbaraglio e contro avversari di livello sono arrivate vere e proprie batoste. Basti pensare solamente al 9-0 tra andata e ritorno registrato contro i rivali storici del Liverpool, la seconda peggior sconfitta combinata nella storia del club.

 

L’andamento altalenante delle rivali ha permesso al Manchester United di arrivare a cinque giornate dal termine con ancora parecchie chance di riuscire ad arrivare 4°. L’impressione rimane però quella di un gruppo mentalmente incapace di mostrare quella reazione necessaria per poter arrivare a dama.

In questi giorni è stato annunciato Erik ten Hag come allenatore per la prossima stagione. In casa United, prima di pensare al futuro è necessario pensare, oggi più che mai, al complesso e decisivo finale di stagione.

LA MINA VAGANTE

L’Arsenal di Mikel Arteta rappresenta la scheggia impazzita di questa stagione di Premier League. Dopo un avvio di stagione da incubo, i Gunners hanno saputo reagire e oggi sono lì a lottare ad armi pari per il 4° posto.

Il tecnico spagnolo ha lavorato molto su un organico talentuoso che nel corso della stagione in più occasioni ha fornito prestazioni esaltanti. Difatti la squadra ha dimostrato di riuscire a dare spettacolo in campo quando riesce a carburare.

Il problema principale riguarda però la discontinuità di rendimento. Dopo tre pesanti sconfitte consecutive è arrivata una grande risposta in casa del Chelsea. I “ragazzi terribili” si sono imposti 4-2 a Stamford Bridge. Oltre alla doppietta di Eddie Nketiah, a decidere il match ci hanno pensato i due scintillanti talenti home made, Bukayo Saka e Emile Smith Rowe.

 

La vittoria nel derby contro i Blues potrebbe aver portato la carica giusta in casa Arsenal. Di certo, i Gunners lotteranno fino all’ultimo per un posto in Champions League.

LA SORPRESA

Il West Ham di David Moyes sta vivendo una stagione da sogno. Gli Hammers da qualche stagione hanno intrapreso un lento ma costante percorso di crescita. La dimostrazione più lampante di ciò è senza dubbio il fantastico cammino in Europa League della squadra londinese, la quale si giocherà l’accesso alla finale della competizione contro l’Eintracht di Francoforte.

La squadra è ben assortita e molto organizzata in campo. Non manca la presenza di calciatori di spessore come capitan Declan Rice, sul quale sono pronte a piombare tutte le big di Premier e non solo.

 

Oltre ad Antonio, terminale offensivo imprescindibile per il gioco degli Hammers, spiccano Bowen e Souček. Il primo è un giocatore molto tecnico e abile negli inserimenti mentre il secondo, maestro nello smistare palloni alti per i propri compagni, rappresenta il perno del centrocampo del West Ham.

Nonostante sia la meno attrezzata delle quattro, la squadra allenata da David Moyes potrebbe comunque sorprendere tutti come fatto in Europa League. Di certo, il finale di stagione degli Hammers regalerà tante emozioni.

QUESTIONI DI CALENDARIO

Tottenham: Brentford, Leicester, Liverpool, Burnley, Norwich

Arsenal: Man United, West Ham, Leeds, Newcastle, Everton

Man United: Arsenal, Brentford, Brighton, Chelsea, Crystal Palace

West Ham: Chelsea, Arsenal, Norwich, Man City, Brighton

Gare da recuperare: Tottenham-Arsenal

Scontri diretti: Arsenal-Man United ,Tottenham-Arsenal, West Ham-Arsenal

Guardando ai calendari delle quattro squadre, viene difficile poter dire chi ha il percorso più semplice. Gli scontri diretti sono diversi. Si parte questo weekend da una grande classica in Premier League: Arsenal contro Manchester United. Ad Emirates, dopo il delicato momento in famiglia, tornerà in campo Cristiano Ronaldo.

Il West Ham sarà invece ospite del Chelsea a Stamford Bridge in uno dei tanti derby londinesi, mentre il Tottenham di Antonio Conte va in casa del Brentford. La corsa Champions entra nel vivo, accomodatevi e godetevi lo spettacolo.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Google con un errore riporta la finale di Qatar 2022!

Pubblicato

:

Flick

Manca sempre meno all’inizio dei Mondiali, l’evento calcistico più importante ed affascinate del mondo che si disputa ogni 4 anni.

C’è ancora qualche settimana prima dell’inizio della rassegna iridata, ma gli appassionati del mondo del pallone si stanno già domandando quali potrebbero essere le eventuali pretendenti alla vittoria finale. Non se lo è chiesto invece Google, che aveva già la risposta.

Secondo quanto riportato dal quotidiano sportivo spagnolo As, attraverso una chiave di ricerca specifica era possibile capire che il 18 dicembre la finale della Coppa del Mondo sarebbe stata Francia-Brasile. Digitando nella barra di ricerca “Estadio Lusail eventos”, tra i risultati usciva infatti che il giorno della finale di Qatar 2022, nel teatro di gioco che ospiterà l’atto conclusivo del torneo, si sarebbe giocato un match tra la squadra di Deschamps e i verdeoro.

Trattasi ovviamente di un errore, che è stato già corretto. Ma è sicuramente un’ipotesi tutto fuorchè che impossibile, dal momento che Francia e Brasile sono tra le favorite alla vittoria finale. Si tratterebbe inoltre della rivincita della finale dei Mondiali del 1998.

Ora non resta che mettersi comodi ed aspettare con ansia l’inizio di Qatar 2022. Google, con il suo errore, alla fine non è che ci ha visto lungo?

Continua a leggere

Calcio Internazionale

C’è una prima volta stagionale per Haaland: la statistica

Pubblicato

:

Haaland

Nonostante non sembri, visto il rendimento avuto in questo inizio stagione, anche Erling Haaland è umano. Lo ha dimostrato questa sera con la nazionale norvegese, sconfitta dalla Serbia di Dusan Vlahovic. Per la prima volta dall’inizio della Premier League, infatti, l’attaccante del Manchester City non ha realizzato gol o assist durante una partita. L’ultima volta era successo proprio all’esordio con la maglia dei Citizens, nella finale di Community Shield contro il Liverpool. Serata storta, nonostante abbia tirato 3 volte in porta, per Haaland, pronto a ricaricare le energie e a rifarsi già questo weekend nel derby di Manchester.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il Brasile domina la Tunisia in amichevole

Pubblicato

:

Il Brasile di Tite vince, convince e fa divertire l’intero Parco dei Principi di Parigi nell’amichevole terminata 5-1 contro la Tunisia. La partita viene già chiusa nel primo tempo con la doppietta di Raphinha ed i gol di Neymar e Richarlison. A rovinare una bellissima serata di calcio, è stato proprio un gesto accaduto in seguito alla rete segnata dall’attaccante del Tottenham. Durante l’esultanza, infatti, un tifoso dagli spalti ha lanciato in campo una banana, ignorata dai giocatori della Seleçao.

Per la Tunisia, invece, piccola gioia personale per Montassar Talbi, difensore del Lorient e autore del classico gol della bandiera. Nel secondo tempo, Pedro, ex attaccante della Fiorentina, chiude la partita con il quinto gol. Da segnalare anche gli “italiani” in campo, con Danilo, che ha giocato come terzino destro per 90 minuti, e Roger Ibanez, entrato al 78′.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Europeo U21, definite le 16 partecipanti: ad ottobre il sorteggio

Pubblicato

:

Dove vedere Italia U21 - Inghilterra U21 in tv e in streaming

Si sono concluse quest’oggi le qualificazioni all’Europeo Under 21, in programma nei mesi di giugno e luglio 2023. Oltre a Georgia e Romania, che ospiteranno il torneo, avevano già ottenuto la qualificazione Inghilterra, Belgio, Francia, Italia, Germania, Olanda, Norvegia, Portogallo, Spagna e Svizzera.

Gli ultimi 4 pass disponibili sono stati conquistati, invece, da Ucraina, Croazia, Israele e Repubblica Ceca. Il sorteggio dei quattro gironi, composti ognuno da 4 squadre, si svolgerà il prossimo 18 ottobre a Budapest. Le prime due squadre di ogni girone passeranno alla fase di eliminazione diretta, fino a raggiungere la finale dell’8 luglio.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969