Connect with us

Calcio Internazionale

La (possibile) rinascita di Lingard al West Ham

Pubblicato

:

Jesse Lingard, promettente giocatore inglese ormai ex Manchester United, è passato nella ultima sessione di mercato al West Ham in prestio sino alla fine della stagione. Il trequartista non più giovanissimo – 28 anni – nell’ultima stagione è andato a segno una sola volta, per lo più nell’ultima partita della Premier League contro il Leicester firmando il 2-0 e mettendo la qualificazione della Champions League in cassaforte. Curiosità particolare che ha fatto il giro dell’Inghilterra, un tifoso inglese ha puntato proprio su Lingard scommettendo che il numero 14 avrebbe chiuso con zero gol e zero assist nel campionato inglese. Purtroppo non andò così…

FUORI DAL CAMPO

Spesso si scherza e si prova a fare dell’ironia nel calcio. Uno dei giocatori presi di mira nel Regno Unito era sicuramente Lingard, che per via delle sue prestazioni ed il gol che sembrava a non arrivare mai è stato soprannominato Lingardinho. Ma quello che non tutti sanno è che avvolte anche gli atleti di questo calibro possono avere altro nella testa, altri problemi che non permettono ad un giocatore di essere sempre al 100%. Lingard ha passato due anni tormentatissimi: la malattia che ha colpito la madre, la positività al covid-19 ed una pressione mediatica che non lo hanno mai lasciato tranquillo.

“Questa è una situazione difficile, soprattutto se si tratta di problemi familiari. Mi sentivo intorpidito come se non fossi sul campo. Le partite mi passavano davanti perché c’erano cose molto diverse nella mia mente. La gente pensa “hai i soldi, vivi in una bella casa”. Ma la felicità per i soldi non si compra. La famiglia è molto importante, non voglio mai essere ferito. È stato un periodo difficile, ho pensato molto durante questo periodo.”

Jesse Lingard

In casa Manchester United l’allenatore norvegese ha sempre provato a stare vicino, un po’ come tutti i tifosi dei Red Devils che hanno sempre aspettato l’esplosione di questo giocatore, cresciuto nel vivaio dello United. Nel 2017-2018 sembrava essere arrivata con una stagione splendida che lo stava portando al Mondiale, con 8 gol e 6 assist in 33 partite, che ha portato il suo valore fino a 40 milioni. Poi il declino.

IL PASSAGGIO AL WEST HAM

Jesse decide di lasciare la sua “casa” per accettare una nuova sfida: il West Ham. David Moyes che lo ha visto durante la sua esperienza al Manchester United vuole provare a darli una chance. Arrivato fra i tanti scettici, Lingard viene lanciato subito come titolare ed alla prima partita non sbaglia e colpisce non una ma due volte.

“Ho iniziato stasera, ho segnato due gol e ottenuto tre punti. Stavo sorridendo prima della partita e durante, adoro il calcio e mi diverto a giocare a calcio.

Jesse Lingard

Nei tanti derby di Londra, West Ham contro il Tottenham, il trequartista decide la partita segnando il 2-0. Sembra di nuovo di vedere il vecchio Lingard. 3 gol in 4 partite e tanta fantasia in campo.

Dopo i tanti periodi di difficoltà, tornare al gol è sempre qualcosa di bello. Avere la fiducia piena del tuo allenatore e rendere i tifosi entusiasti lo è ancora di più. David Moyes cerca sempre di schierarlo nella zona della trequarti ma per lo più come esterno sinistro per rientare col suo piede forte.

Lingard tornerà ai livelli di qualche anno fa? Riuscià a mantenere questo livello di condizione fisica e mentale? Ma soprattutto, gli Hammers sono la giusta squadra per lui? Oppure tornerà di nuovo a casa, all’Old Trafford. Solo il tempo ce lo dirà. Ma al West Ham ci sono tutti i buoni presupposti per una nuova (possibile) rinascita.

 

Fonte immagine in evidenza: profilo Instagram @jesselingard

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Denayer va negli Emirati, niente Italia per l’obiettivo del Torino

Pubblicato

:

Torino

Uno dei calciatori inseguiti dalla dirigenza del Torino per tutta l’estate, Jason Denayer, sfuma definitivamente.

Come riportato su Twitter da Fabrizio Romano, il difensore belga, attualmente svincolato, firmerà nelle prossime ore con lo Shabab Al-Ahli, club degli Emirati.
Il centrale, che in estate è stato accostato anche all’Inter e alla Roma, è reduce da quattro stagioni al Lione, club del quale è stato anche capitano dal 2019.
Denayer conta 35 presenze e 1 rete con la maglia del Belgio.
Nelle prossime ore è previsto l’incontro decisivo, quello utile per limare gli ultimi dettagli e firmare il contratto.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

400.000 euro come premio Mondiale in Germania: l’indiscrezione

Pubblicato

:

Come riportato da Alfredo Pedullà, l’agenzia Reuters ha reso noto la cifra che ogni calciatore della Germania riceverà in caso di vittoria del Mondiale.
Secondo Reuters, infatti, la Federazione tedesca ricompenserà ogni calciatore con la cifra di 400.000€, ben 50.000 in più rispetto a quanto fu stanziato nel corso di Russia 2018. 

Nell’occasione, i tedeschi furono eliminati già nel girone. Un risultato inaccettabile che portò ad un cambio di guida tecnica. Con Hans Flick, ex Bayern Monaco, si aspetta già un deciso cambio di rotta.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

Chi è Alejandro Baldé, il nuovo astro nascente della Masia

Pubblicato

:

Baldé

Barcellona ci sanno fanno con i giovani e, dopo l’arrivo di Xavi, stiamo assistendo alla nascita di tante nuove stelle dal settore giovanile. Nell’ultimo ventennio abbiamo apprezzato tanti nomi usciti dalla cantera blaugrana, con i vari Messi (arrivato dall’Argentina ma passato per le giovanili), Iniesta, Xavi Hernandez, Piqué, Pedro, Busquets. Tutti questi nomi hanno fatto la storia recente degli azulgrana, con i primi tre in particolare che hanno stupito agli ordini di Pep Guardiola, quando il Barcellona dominava incontrastata in Europa. Uno di quei giocatori è oggi il tecnico di quella squadra e, oltre agli esperti provenienti dalla cantera, sta cercando di tirare fuori altri grandi nomi proveniente dalla Masia. Uno di questi talenti, il cui nome ancora non è altisonante come dovrebbe, è quello di Alejandro Baldé, terzino sinistro titolare di Xavi.

ALEJANDRO BALDE, CARRIERA E CARATTERISTICHE

Parlare di carriera per un 2003 è forse un azzardo ma, come alcuni tra i migliori del Barcellona, Baldè è da sempre in maglia azulgrana.

Come scritto nella descrizione: “Alejandro Baldè che segna su calcio di punizione nel 2015 con il Barcellona. Aveva solo 12 anni”.

Il giovane terzino sinistro, cercato anche dall’Inter in estate, è in grado di agire su tutta la fascia mancina ed è considerato da tutti il nuovo Jordi Alba. Questo ragazzino, in questo inizio di stagione, ha proprio scalzato l’esperto connazionale dal ruolo di terzino titolare e sta ripagando la fiducia di XaviDopo i primi 6 match di Liga è il miglior assistman della competizione, con 3 assist in 5 presenze. Baldè, oltre ad un ottimo piede per servire assist e mettere dentro i cross, vanta una velocità fuori dal comune che gli permette di interdire l’azione avversaria dietro per poi arrivare subito dopo a crossare sul fondo.

A BARCELLONA HA CONQUISTATO TUTTI

In questa pausa nazionali il giovane terzino sinistro ha fatto il suo debutto con la nazionale spagnola under 21 ed ha giocato insieme a Nico Gonzalez, altro canterano scuola blaugrana. Nell’ultimo match di Liga prima della pausa, il giovane classe 2003 ha servito 2 assist in un solo tempo contro l’Elche e si è guadagnato l’amore di tutti i tifosi blaugrana.

BARCELLONA, GENERAZIONE D’ORO

Con Xavi alla guida, oltre ad Alejandro Baldépotremmo assistere alla nascita di diversi nuovi astri dalla cantera. Tutti conosciamo, ed abbiamo già potuto ammirare diverse volte, Pedri Gavi. Questi due giovani centrocampisti, insieme al terzino 2003, sono già in pianta stabile e spesso titolari con il Barcellona nonostante la giovane età. Oltre a loro c’è il ‘nuovo Messi’ Ansu Fati, che sta ritrovando man mano la forma migliore. Nell’ultimo periodo abbiamo sentito parlare di Yamal, giovane 2007 che si è già allenato in prima squadra, mentre nel finale della scorsa stagione abbiamo letto di Ilias Akhomach, ala classe 2004.

Continua a leggere

Bundesliga

Gravenberch-Bayern, è già addio? Le parole dell’olandese

Pubblicato

:

Bayern Monaco

L’Ajax è da sempre una fucina di talenti assoluti. Tra gli ultimi gioiellini usciti dai Lancieri troviamo Ryan Gravenberchcentrocampista olandese approdato al Bayern Monaco in estate. Il suo nome è ormai da diverso tempo nelle liste inerenti ai migliori giocatori al mondo, ma nonostante ciò fatica a trovare spazio in Baviera. Fino ad ora, il talento originiario del Suriname ha trovato solo piccoli scampoli di match in Bundesliga e Champions League, con l’unica presenza da titolare in DFB Pokal in cui ha trovato un gol e un assist in 80 minuti. I pochi minuti giocati fino ad ora, in totale 218′ spalmati in 8 match (media di 27′ a partita), potrebbero far partire Gravenberch già a gennaio.

IL MALUMORE DI GRAVENBERCH

Come riportato da Mirko Nicolino su Twitter, il centrocampista olandese ha espresso tutto il suo dissenso per il minutaggio: “Arrabbiato? Ad essere onesto sì. Voglio sempre giocare, ma il tecnico ha sempre scelto altri giocatori. Devo accettarlo nonostante sia difficile. Speravo di avere maggior minutaggio”.

Nelle prossime settimane la situazione si delineerà maggiormente, con il Bayern Monaco atteso da 10 match in un mese e ben 14 partite complessive in 6 settimane fino alla pausa per il Mondiale. Un altro dato importante che riguarderà il suo minutaggio, quindi le sue prestazioni in campo, lo vedrà Van Gaal, tecnico dell’Olanda. Gravenberch, campione europeo under 17 con la propria nazionale, vuole assicurarsi un posto in nazionale per il Mondiale in Qatar. Per assicurarsi un posto in rosa, e magari anche un minutaggio discreto al Mondiale, Gravenberch dovrà fare qualcosa in più con il Bayern Monaco. Tanto per capire, nell’ultimo match di Nations League contro il Belgio, Gravenberch è entrato al 92′, mentre Taylor, suo sostituto nel centrocampo dell’Ajaxè subentrato al 46′.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969