Connect with us
La tempesta "Filomena" in Liga

Calcio Internazionale

La tempesta “Filomena” in Liga

Pubblicato

:

Il calcio spagnolo ha senza dubbio affrontato uno dei weekend più strani e difficili della sua storia. Tra campi innevati, allenamenti impossibili e paesaggi pressoché anomali, la tempesta “Filomena” ha coperto di neve e ghiaccio gran parte dell’entroterra iberico, mettendone a rischio lo svolgimento della 18° giornata. Da Pamplona a Huesca, passando per Madrid, molte squadre hanno dovuto superare grandi difficoltà per riuscire a portare a termine la giornata in cui solo il match tra Atlético Madrid e Athletic Bilbao è stato rinviato. Difficoltà ripetutesi anche fuori dal campo, tra spostamenti e logistica varia.

IL CALVARIO DEL REAL MADRID

Uno scatto da Osasuna-Real Madrid. Fonte: profilo IG @caosasuna

In una serata gelida che preannunciava l’arrivo di una forte tempesta di neve, il Venerdì del Real Madrid è stato un incubo: i blancos erano impegnati contro l’Osasuna, a Pamplona, il giorno successivo. Oltre all’allenamento prepartenza, sospeso dopo pochi minuti a causa dell’impraticabilità del campo (che è costato a Luka Jovic un infortunio), i calciatori e lo staff hanno vissuto un’altra brutta esperienza. Rimanendo per più di tre ore nel velivolo che dall’aeroporto di Madrid-Barajas li avrebbe condotti in Navarra, aspettando di poter partire. Con un match il cui  0-0, giunto durante un’abbondante nevicata a El Sadar (struttura comunque in perfette condizioni), è sembrato il risultato più giusto viste le condizioni meteo.

IL VIAGGIO DEL GETAFE

Anche la trasferta del Getafe, impegnato contro l’Elche nella Comunitat Valenciana, è stato complicato. I giocatori di Pepe Bordalas, con la partita in calendario per la Domenica, hanno dovuto rinviare di un giorno il proprio impegno. Il motivo? La chiusura dell’aeroporto di Madrid durante la giornata di Sabato. Sono tra il comico e l’incredibile alcune immagini girate su Twitter nella serata di Domenica: un video in cui erano gli stessi calciatori del Getafe a spalare la neve per rimettere in marcia la macchina incaricata di accompagnarli nei pressi dell’aeroporto. Il volo del Getafe è poi partito la Domenica mattina, con il match che si è poi disputato ieri alle ore 19:00. La temperatura ben più mite della città delle palme ha portato bene, perché gli Azulones si sono poi imposti 1-3 togliendosi di fatto dalla zona retrocessione (ve ne abbiamo parlato qui).

GHIACCIO A VALLADOLID E HUESCA

Lo stato dello stadio El Alcoraz nel prepartita di Huesca-Real Betis. Fonte: profilo IG @realbetisbalompie

Anche i confronti tra Real Valladolid-Valencia e Huesca-Real Betis si sono rivelati complessi: entrambi i match si sono giocati a temperature bassissime, con i terreni di gioco ghiacciati. A Valladolid il campo era leggermente meno complicato rispetto alla temperatura percepita: con un Valencia che è stato capace di vincere 0-1 e salvare una situazione complicata. Sui generis invece il match dell’Alcoraz di Huesca: nell’impianto, conosciuto per la posizione strategica e storica (quella dell’omonima battaglia di Alcoraz in cui gli aragonesi riconquistarono la città dopo l’egemonia araba) il posticipo di ieri sera tra Huesca e Betis si è giocato a -7°. Gioco complicato e spezzettato, in cui ogni fallo ed ogni contrasto portava con sé dinamiche particolari e residui di ghiaccio che si alzavano pericolosamente. Lo 0-2 del Betis ha portato con sé non solo la gioia degli andalusi ma di tutti gli addetti ai lavori, visto che non c’è stato alcun infortunio grave, un vero presagio viste le condizioni.

La nevicata più forte degli ultimi 50 anni in Spagna ha portato con sé partite dure, forse d’altri tempi, immagini suggestive e disguidi dovuti ad uno scherzo del meteo che ha colto tutti impreparati. In fin dei conti però è stato un weekend diverso, in cui sicuramente lo spettacolo sul campo è venuto meno in favore della stoicità e dell’impegno di tutti gli addetti ai lavori. Nel bene o nel male, un qualcosa di indimenticabile per tutta la Liga!

 

Immagine di copertina: profilo IG @caosasuna

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcio Internazionale

FLASH – Lewandowski gela il Maradona: 0-1 Barcellona al 60′

Pubblicato

:

Juan Jesus e Lewandowski, giocatori di Napoli e Barcellona, Serie A, La Liga, Coppa Italia, Champions League, EURO2024

Ecco il gol del vantaggio del Barcellona al Maradona. 0-1 più che meritato per gli uomini di Xavi e a segnare è il solito Robert Lewandowski. Difesa del Napoli non perfetta nelle letture difensive, con Pedri che serve tra le linee al limite dell’area il bomber polacco, poi abilissimo a girarsi, ad aspettare l’intervento di Di Lorenzo e a tirare con estrema precisione all’angolino basso alla destra di Meret, incolpevole.

Ora necessari dei cambi per Calzona, per provare ad abbozzare una reazione e non rendere totalmente arrendevole la prestazione del suo Napoli questa sera.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

La DFL fa un passo indietro: annullato l’accordo per il passaggio dei diritti televisivi dopo le proteste

Pubblicato

:

Colonia

È un bel giorno per i tifosi tedeschi” ha detto Thomas Kessen, portavoce dell’Unser Kurve,

Mentre il Bayer Leverkusen allunga e consolida il primo posto con 8 punti di vantaggio e il Bayern Monaco sprofonda in una crisi, in Germania tiene banco anche la questione extra-campo che riguarda i diritti televisivi. Come riporta Eurosport, nelle ultime settimane si era raggiunto un accordo tra la Bundesliga e i fondi di private equity per i diritti televisivi del massimo campionato tedesco.

A maggio si è svolta una prima votazione, fallita, in merito alla questione, ma, in quella di dicembre, 24 dei 36 club di Bundesliga e Bundesliga 2 hanno votato a favore per il passaggio dei diritti televisivi a CVC, che avrebbe portato un indotto di circa un miliardo di dollari. La manovra prevedeva la cessione del 6-8% delle azioni, esternalizzando i diritti televisivi. Questo ha però scatenato l’ira dei tifosi, che hanno protestato a lungo, e, probabilmente, la DFL li ha ascoltati.

Oggi, infatti, la Lega Calcio Tedesca ha dichiarato l’annullamento dell’accordo con CVC per l’assegnazione dei diritti televisivi a partire dalla stagione 2025/2026. Hans-Joachim Watzke, portavoce della DFL, ha parlato e ha detto: “Considerando gli sviluppi attuali non è più possibile portare avanti con successo il processo”. 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Formazioni ufficiali Napoli-Barcellona: riecco Osimhen dal 1′, titolare anche Cajuste

Pubblicato

:

Osimhen, Rrahmani e Natan, giocatori del Napoli, Serie A, Coppa Italia, Champions League

La prima del Napoli di Calzona è subito una sfida delicatissima di Champions. Al Maradona arriva il Barcellona di Xavi per l’andata degli ottavi di finale. Gli azzurri sperano di avere una scossa con il terzo cambio in panchina in stagione e quale occasione migliore per dimostrarlo contro una delle migliori squadre in Europa. Dall’altra parte, infatti, ci sarà un Barcellona determinatissimo a sfruttare il momento di disorientamento degli italiani.

Vediamo insieme le formazioni ufficiali di Napoli-Barcellona:

FORMAZIONI UFFICIALI NAPOLI-BARCELLONA

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Juan Jesús, Rrahmani, Olivera; Anguissa, Lobotka, Cajuste; Politano, Osimhen, Kvaratskhelia. All. Calzona

BARCELLONA (4-3-3): Ter Stegen; Koundé, Araujo, Iñigo Martínez, Cancelo; Frenkie De Jong, Christensen, Gündogan; Lamine Yamal, Lewandowski, Pedri. All. Xavi

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Pioli in conferenza pre Rennes: “Qualificazione non ancora raggiunta, anche domani turnover”

Pubblicato

:

Milan

Le parole di Stefano Pioli, tecnico del Milan, in conferenza stampa alla vigilia del ritorno dei playoff di Europa League contro il Rennes. I rossoneri voleranno in Francia forti del 3-0 maturato a San Siro settimana scorsa.

DISCORSO AI RAGAZZI – “La partita l’abbiamo analizzato lunedì. Alla squadra ho detto che ci siamo presi un vantaggio, ma che la qualificazione non è ancora raggiunta. Il Rennes è una buona squadra“.

TURNOVER – “Non mi piace il termine turnover, è sola gestione della squadra. Dovremo giocare cinque partite in quindici giorni. Le scelte di domenica erano dovute alle condizioni dei giocatori e così farò anche domani e contro l’Atalanta”.

CONDIZIONE DEI GIOCATORI – “Stanno tutti bene, rispetto a domenica abbiamo avuto un giorno di riposo. Sono tutti in condizione di poter giocare“.

DIFFICOLTÀ MAGGIORE – “Il Rennes proverà a fare qualcosa di diverso rispetto a mercoledì, almeno nell’atteggiamento. Ci proverà a mettere in difficoltà e quindi dobbiamo prepararla bene“.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969