Connect with us

Calciomercato

Tutto fatto per Lapadula al Cagliari: le cifre del contratto con i rossoblu

Pubblicato

:

Gianluca Lapadula diventerà un nuovo giocatore del Cagliari. Come riportato pochi minuti fa da Nicolò Schira, l’ormai ex Benevento firmerà un contratto fino al 2025. Il navigato attaccante italiano, naturalizzato peruviano, percepirà uno stipendio di 1,1 milioni annuali oltre ad un bonus pari a 300 mila euro.

 

Lapadula lascia dunque la società campana in cui ha militato nelle ultime due stagioni e dove ha segnato 21 reti e fornito 9 assist.
Ad aspettarlo c’è il Cagliari che sembrerebbe intenzionato a voler tornare il più presto possibile in Serie A. Ad aiutare la società sarda in questa scalata ci sarà anche Gianluca Lapadula.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Muriel ai ferri corti con Gasp: la Fiorentina pensa al clamoroso ritorno

Pubblicato

:

Atalanta

Pazza idea della Fiorentina. Stando a quanto riportato da Calciomercato.com, i viola starebbero pensando al ritorno di Luis Muriel dall’Atalanta. Il colombiano, nella sua precedente avventura a Firenze, ha messo a segno 9 gol in 23 presenze.

L’attaccante della Dea è ormai in fase calante nel progetto nerazzurro, considerando anche i pessimi rapporti con Gasperini e il poco minutaggio. Una piazza come quella viola potrebbe essere decisiva per il suo rilancio. 0 gol e 0 assist nelle 5 apparizioni in questa stagione. Il colombiano è, inoltre, in scadenza nell’estate del 2023.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

In Brasile è nata una nuova stella: chi è Marcos Leonardo del Santos?

Pubblicato

:

Il Brasile è sempre stata una nazione fucina di tante promesse del calcio: oggi andremo a parlare di Marcos Leonardo del Santos. Il giovane attaccante, a soli 19 anni, sta conquistando le attenzioni di tutti grazie ai suoi gol ed alle sue giocate fuori dal normale. Nonostante la stagione non da incorniciare per i bianconeri, attualmente sono noni in campionato, il ragazzo si è fatto valere grazie alle sue reti ed assistenze (9 gol e 3 assist nella Serie A brasiliana).

QUALITA’ TECNICO-TATTICHE

Marcos Leonardo sta facendo bene con il suo Santos grazie alle sue capacità nel rettangolo da gioco. Il suo ruolo preferito è quello della punta centrale che gioca molto tipo “falso nueve ma, all’occorrenza, sa muoversi bene anche a supporto di un attaccante più di peso. Come seconda punta, Marcos, sfrutta la sua velocità, con palla o no tra i piedi, e la sua grande capacità nell’attaccare gli spazi. Per due volte nella sua carriera è stato provato anche come esterno, una volta in attacco e l’altra a centrocampo, sinistro. La pericolosità offensive del ragazzo è data, oltre alla sua bravura nel comunicare con i compagni, anche dalla sua dote nello smarcarsi dall’avversario, tagliando le linee difensive, e facendosi servire libero. Nonostante non sia altissimo (174 cm di altezza) sa essere efficace anche nel gioco aereo grazie ad buona elevazione. Questa sua bravura nei colpi di testa, in questa stagione, si è potuta osservare negli ottavi di Copa Sudamericana, partita poi persa ai rigori dal suo Santos, nella quale Marcos Leonardo ha segnato al Tachira. Il suo piede favorito è quello destro, ma sa segnare anche con il suo mancino. L’unica lacuna di questo ragazzo promettente sono i troppi cartellini gialli: in questa stagione, per esempio, in campionato, ne ha ricevuti nove. Troppi per il delicato ruolo in cui gioca.

MARCOS LEONARDO, UNA VITA CON IL SANTOS

Marcos Leonardo Santos Almeida nasce a Itapetinga, comune nel centro-sud del Brasile, il 3 maggio 2003. Come tutti i ragazzini, Marcos, si divertiva giocando a pallone e, all’età di undici anni, entra nelle giovanili del Santos. Con i Meninos da Vila si fa tutta la trafila delle giovanili. Il 23 ottobre 2019 ha firmato il suo primo contratto professionistico con il club bianconero. Da notare che nel suo contratto il club e lui hanno inserito una clausola rescissoria dal valore di 100 milioni di euro. Nel luglio 2020 è stato promosso in prima squadra all’età di 16 anni. In questa stagione, la prima da titolare indiscusso, in 47 partite disputate, ha segnato 17 volte e fornito 5 assist. In complessivo, invece, ha segnato 30 gol e fornito 6 assist, in 11o partite, con la maglia dei Leão do Mar.

 

Continua a leggere

Calciomercato

Chi è Andrey Santos, il “Busquets brasiliano” paragonato a Juninho

Pubblicato

:

Chi è Andrey Santos, il "Busquets" brasiliano

CHI È ANDREY SANTOS, IL 18ENNE BRASILIANO SEGUITO DA MEZZA EUROPA – Fisico, muscoli, dinamismo e grinta, Andrey Santos è l’ultimo talento brasiliano con un futuro in Europa. Centrocampista difensivo con propensione alla rottura del gioco avversario, è un classe 2004 tenuto d’occhio da molti club del Vecchio Continente. Tra questi ci sarebbe anche l’Inter, che ha già fatto un sondaggio informale per il calciatore. Ma l’asta si allarga anche a squadre spagnole, inglesi e al PSG.

E proprio di “asta” si tratta, visto che il suo cartellino sfiora già i 40 milioni di euro a soli 18 anni.

IL PRIMO ANNO IN BRASILE

Andrey Santos sale alla ribalta solo lo scorso aprile, quando il Vasco Da Gama decide di promuoverlo tra i “grandi”. L’esordio arriva già a novembre 2021, quando accumula 45 minuti contro il Londrina Esporte Clube, nella sconfitta per 3-0 valevole per l’ultima giornata del campionato.

Il 28 aprile 2022, quarta giornata dell’attuale stagione sportiva, Andrey Santos totalizza i suoi primi 90′ nella partita contro il Ponte Preta, vinta per 1-0. Minutaggio che si ripete per intero nel match successivo, contro il Tombense e dà inizio ad una stagione da protagonista. In questo momento, somma 25 presenze in 31 partite complessive con il suo club, condite da 6 reti.

Il suo primo anno da titolare in Brasile lo elegge, senza alcun dubbio, come uno dei profili verdeoro più talentuosi in prospettiva. Il suo ruolo principale è quello di vertice basso in un centrocampo a tre. Una posizione in cui può dare sfogo alla sua grinta che, però, spesso sfocia anche in falli e in ammonizioni: 8 in 25 partite. Un dato da tenere in considerazione, se si pensa che già in due occasioni rimane fuori per somma di ammonizioni (in Brasile la squalifica arriva alla terza ammonizione accumulata).

Tuttavia, sarebbe sbagliato pensare ad Andrey Santos solo come un giocatore di rottura. In campo, infatti, mostra tanta tranquillità e una maturità di gioco che non ti aspetti da un ragazzo di 18 anni all’esordio assoluto. Più che un giocatore di sola interdizione, Andrey Santos è un equilibratore affidabile. Un equilibratore capace di alternarsi tra il ruolo di “spazzino” che pulisce i palloni sporchi e di creatore di gioco, nel primo passaggio.

LE ATTENZIONI EUROPEE

Un profilo come quello di Andrey Santos passa difficilmente inosservato, tra i più grandi club europei. Non solo è molto ricercato, ma spesso è anche blindato a doppia mandata da chi lo possiede. Basti pensare a tutte le offerte per Kanté rifiutate dal Chelsea, o al ruolo che ha Busquets nell’universo Barcellona.

Sul giocatore del Vasco Da Gama c’è l’attenzione di tantissimi club del Vecchio Continente. Tra questi, proprio il Barcellona avrebbe messo nel mirino il brasiliano, per investirlo del ruolo di erede di Busquets. Le grandi abilità difensive del verdeoro, collegate ad una discreta abilità in fase di finalizzazione, sono apprezzate in Catalunya. E i blaugrana sono indubbiamente la squadra più forte sul giocatore.

Segue a ruota anche il PSG, che potrebbe far valere la sua onnipotenza economica per alzare il prezzo e scoraggiare le contendenti. I parigini, attualmente, sono privi di un giocatore con le caratteristiche di Andrey Santos. Ma attenzione anche alle squadre di Premier League. Il Newcastle ha mostrato di volersi gettare nella mischia, così come l’Everton. Il Manchester City è alla finestra.

C’è anche una squadra italiana: si tratta dell’Inter. I nerazzurri mancano di un giocatore che sappia garantire fase di interdizione ed essere valido in entrambe le fasi. Andrey Santos sarebbe, inizialmente, un colpo da valutare in prospettiva. Potrebbe iniziare come vice Barella, per poi ritagliarsi il suo spazio con maggiore frequenza già dalla prossima stagione.

Sicuramente il prezzo di base dalla quale il Vasco Da Gama intende far partire l’asta sul suo talento non è una cifra da poco. I brasiliani chiedono almeno 35 milioni di euro, con la consapevolezza che molto facilmente si arriverà oltre i 40 milioni.

PARLANDO DI LUI

Il nome di Andrey Santos è già argomento di discussioni all’interno del suo stesso club, che non disdegna paragoni importanti. Il suo profilo sembra già migliore di tanti altri, venuti fuori dal vivaio del club carioca, come Allan, Coutinho e Douglas Luiz. Addirittura è stato scomodato anche un termine di paragone molto pesante, da quelle parti: Juninho Pernambucano.

Tatticamente, sono due giocatori molto diversi. Uno è un trequartista con doti da fantasista e da regista offensivo, che disegnava magie con il suo piede destro. Andrey Santos è un giocatore molto più fisico e concreto. Eppure, lo stesso Juninho ha speso parole di elogio per lui.

Dal punto di vista fisico è un mostro. Senza palla la sua partecipazione al gioco è totale. Vorrei controllare il suo GPS, perché non si ferma mai. Dal punto di vista tecnico, poi, è eccezionale. Non sarà più più forte di me, sarà molto più forte di me. E’ un giocatore molto più completo rispetto al sottoscritto. A diciotto anni non giocavo certamente come gioca lui e non mi vergogno a dirlo“.

A Juninho si unisce anche la voce di Nenê, uno dei veterani della rosa: “Non ci credi che sia così giovane. Ha una maturità incredibile e sembra che sia con noi da molto tempo. Ha visione di gioco, grande qualità e gli piace rompere le trame avversarie. E’ già nell’U20 brasiliana e chissà che presto non possa arrivare in Nazionale maggiore. Diventerà un grande giocatore”.

Le prospettive future, dunque, parlano di un giocatore che ha tutte le carte in regola per diventare un giocatore di livello mondiale. Capace di garantirsi un ruolo di rilievo sia in Europa, con vista sulla Champions League, sia nella Seleçao.

Continua a leggere

Calciomercato

Juventus, si allontanano Bensebaini e Grimaldo: i motivi

Pubblicato

:

Antony

Negli ultimi giorni, in assenza del calcio giocato, sono stati accostati alla Juventus diversi nomi per le fasce. Uno di questi è Ramy Bensebaini, terzino sinistro del Borussia M’gladbach. L’algerino, in scadenza di contratto con il club tedesco, può andare via anche a gennaio. Secondo quanto riportato da Nicolò Schira, però, la Juventus non può acquistarlo, dal momento che, per questa stagione, ha già occupato tutti gli slot per gli extracomunitari. Il giocatore, quindi, può essere un’idea solo a partire dalla prossima stagione.

Un altro nome accostato ai bianconeri è quello di Alejandro Grimaldo del Benfica, anche lui con il contratto in scadenza. Il club portoghese, ciononostante, non vorrebbe perderlo a zero e nelle prossime settimane lavorerà per il rinnovo. In ogni caso, la concorrenza per la Juventus è molta ampia: alla porta, infatti, ci sono diversi club inglesi e spagnoli.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969