Connect with us

La nostra prima pagina

Largo ai giovani, inizia il Mondiale Under 20

Pubblicato

:

Sarà un inizio d’estate all’insegna del calcio giovanile. A Giugno inizieranno gli Europei Under 21; tra una settimana però si parte subito con i Mondiali Under 20. La competizione si svolgerà in Corea del Sud nell’arco di tempo che va dal 20 maggio all’11 giugno.

La Serbia, campione in carica dopo il successo di due anni fa in Nuova Zelanda, non potrà difendere il titolo, non essendosi qualificata alle fasi finali del torneo. L’Italia invece parteciperà, e proverà a raggiungere un trofeo mai conquistato nella sua storia. La Nazionale che ha conquistato più titoli è l’Argentina (6), seguita dal Brasile (5) e dal Portogallo (2). Questa sarà la 21° edizione del Mondiale Under 20.

IL TORNEO

La formula del torneo è quella classica dei gironi + eliminazione diretta. I gruppi sorteggiati sono però sei: accederanno agli ottavi le prime due di ogni raggruppamento e le quattro migliori terze. La gara inaugurale non vedrà protagonisti i padroni di casa, bensì due squadre del girone B: Venezuela e Germania (alle 14.00 ora locale, alle 7.00 ora italiana). Due ore più tardi subito una sfida tra grandi potenze: Germania e Inghilterra. I padroni di casa della Corea del Sud esordiranno invece in serata, contro la Guinea.

Per vedere l’Italia sarà necessario invece aspettare un giorno, il 21 Maggio. I ragazzi allenati da Evani esordiranno alle 20.00 ora locale (13.00 ora italiana) contro l’Uruguay. Mercoledì 24 maggio ci sarà la seconda partita, contro il Sudafrica. Il girone per i nostri atleti si concluderà sabato 27 maggio, contro il Giappone.

Di seguito l’elenco dei raggruppamenti:
GRUPPO A: Corea del Sud, Guinea, Argentina, Inghilterra.
GRUPPO B: Venezuela, Germania, Vanuatu, Messico.
GRUPPO C: Zambia, Portogallo, Iran, Costa Rica.
GRUPPO D: Sudafrica, Giappone, Italia, Uruguay.
GRUPPO E: Francia, Honduras, Vietnam, Nuova Zelanda.
GRUPPO F: Ecuador, Usa, Arabia Saudita, Senegal.

I NOSTRI RAGAZZI

Alberico Evani ha reso noti ieri i nomi dei convocati per la spedizione coreana. Gli azzurri si raduneranno a Roma questa domenica, e partiranno per la Corea del Sud martedì.

Le assenze più importanti sono quelle di Locatelli (Milan) e Chiesa (Fiorentina), entrambi arruolabili per l’Under 20, ma che verosimilmente saranno convocati da Di Biagio per l’Europeo Under 21. Non mancano comunque rappresentanti della Serie A: le stelle sono a centrocampo, con Barella del Cagliari e Mandragora della Juventus. Marchizza della Roma, Dimarco dell’Empoli, Pezzella del Palermo sono gli altri rappresentanti della massima serie in squadra.

Nicolò Barella, centrocampista del Cagliari e della Nazionale Under 20.

In porta c’è Plizzari, giovane portiere di cui si parla molto bene in forza al Milan. L’attacco è invece tutto proveniente dalla Serie B: i due talenti dell’Ascoli, Orsolini (già acquistato dalla Juventus) e Favilli, che molto bene hanno fatto in questa stagione, saranno accompagnati da Panico del Cesena e Vido del Cittadella.

La nostra Nazionale torna a partecipare a questo torneo dopo ben otto anni, grazie alla qualificazione ottenuta in virtù del secondo posto all’Europeo Under 19, disputatosi nel 2016 in Germania. I ragazzi di Evani si troveranno ad affrontare un girone non impossibile, ma sicuramente da non sottovalutare. Primo pericolo sicuramente Rodrigo Bentancur, classe ’97 acquistato da poco dalla Juventus, che i nostri ragazzi dovranno affrontare nella partita d’esordio contro l’Uruguay.

CHI C’E’ E CHI MANCA

Ma Bentancur, Orsolini, Mandragora e Barella non sono gli unici talenti presenti al Mondiale.

Rodrigo Bentancur, centrocampista del Boca Juniors, acquistato dalla Juventus per la prossima stagione.

L’Argentina ad esempio porta il talento dell’Estudiantes Santiago Ascacibar, centrocampista classe ’97 seguito da mezza Europa. Sempre a centrocampo una conoscenza del calcio italiano: Santiago Colombatto (di proprietà del Cagliari, quest’anno in prestito al Trapani).

Germania e Francia poi possono contare su un vivaio in continua crescita, che ha permesso alle due Nazionali di inserire gradualmente i giovani nelle Nazionali maggiori (vedi Coman e Brandt). Il Brasile invece, da sempre protagonista nei tornei giovanili, è la grande esclusa del torneo.

Il Mondiale Under 20 sarà come sempre una grande vetrina internazionale per tutti i club del mondo, e servirà al calcio italiano come misura del livello raggiunto sin qui riguardo ai settori giovanili. Questa competizione e l’Europeo Under 21 rappresenteranno un momento di riflessione sui traguardi raggiunti e su quelli ancora da raggiungere. Due tornei che ci permetteranno di fare il punto della situazione sul futuro del nostro calcio e della nostra Nazionale.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Francia-Polonia 3-1, le pagelle: Mbappe Mvp, Giroud da record!

Pubblicato

:

Mbappé

La Francia di Deschamps ha giocato contro la Polonia per gli ottavi di finale di questo Mondiale. I Transalpini vincono per 3-1 e di diritto accedono ai quarti, Giroud apre le danze a fine primo tempo al 44′ e fa 1-0. Nel secondo tempo arriva il 2-0 con una rete di Mbappe al 74′, non può fermarsi l’attaccante francese e fa anche doppietta al 91′, la squadra polacca accorcia le distanze al 99′ su rigore firmato da Lewandoski. Ora i francesi sono in attesa di sapere quale sarà la prossima avversaria, lo scoprirà questa sera, la vincente tra Inghilterra e Senegal affronterà i Campioni del Mondo nel prossimo turno.

 

LE PAGELLE DELLA FRANCIA

Lloris 6: Il portiere transalpino è attento, ha avuto qualche incertezza su un rilancio e su un pallone recuperato nella sua area di rigore, ma tutto sommato se la cava bene nonostante il gol subito su rigore.

Kounde 5: Fa una buona prestazione, calcia anche in porta e mette un bel cross per Giroud in area, ma non può presentarsi in campo con due catenine d’oro al collo mancando di rispetto i suoi compagni e gli avversari. Come ben sappiamo è vietato giocare con anelli, bracciali e collane. Questi oggetti possono creare delle ferite non indifferenti in caso di scontri. (93′ Diasi sv).

Varane 6,5: Il numero 4 si rende pericoloso con un colpo di testa verso la porta, salva anche un pallone sulla linea. Il giocatore del Manchester United è una garanzia.

Upamecano 5,5: Tocca il pallone con il braccio e regala il calcio di rigore alla Polonia nel finale, nel resto della partita non è stato eccezionale.

Theo Hernandez 6: Non ha brillato moltissimo il terzino sinistro del Milan, mura un tiro pericoloso di Zielinski che poteva portare in vantaggio la Polonia. Nel secondo tempo calcia in porta ma spara alto.

Tchouameni 6: Arriva al tiro nel primo tempo, nel resto della partita non si è reso molto pericoloso ma porta comunque a casa la sufficienza. (66′ Fofana 6: Sostituisce bene il centrocampista del Real Madrid).

Rabiot 5,5: Il centrocampista della Juventus non ha creato pericoli, in mezzo al campo ha toccato pochi palloni. Ci stava facendo abituare a grandi prestazioni, ci può stare una gara meno lucida.

Dembele 6,5: Grande lavoro del numero 11, serve l’assist per il gol di Mbappe che ha portato la Francia sul 2-0. La sua rapidità sulla fascia destra è fondamentale per la squadra di Deschamps. (76′ Coman 6: Aiuta la squadra a consolidare il risultato).

Mbappe 8,5: Qualità e velocità, i suoi scatti sono micidiali. Serve l’assist a Giroud per il gol del 1-0 e poi fa una doppietta che chiude la partita.

Giroud 7: Poche le occasioni per segnare, ma nel primo tempo porta in vantaggio la sua squadra portando a quota 52 le sue reti con la nazionale francese. (76′ Thuram 6,5: Serve l’assist a Mbappe per il gol del momentaneo 3-0).

LE PAGELLE DELLA POLONIA

Szczesny 6: Attento e concentrato, sui gol subiti forse si può discutere sul terzo anche se non era semplice fare molto di più sul gran tiro di Mbappe.

Cash 6: Ha dovuto affrontare Mbappe, un avversario non semplice da fermare. C’è da dire che il terzino dell’Aston Villa ha cercato di mantenerlo e in alcune occasioni ci è anche riuscito.

Glik 6: Per questa nazionale il difensore del Benevento è fondamentale, con grande esperienza nel primo tempo svolge un buon lavoro.

Kiwior 6: Anche lui è un difensore che da della sicurezze alla squadra, l’avversario di oggi è di un altro livello ma la sua prestazione non è negativa. (87′ Bednarek sv).

Bereszynski 6: Un buon lavoro sulla fascia sinistra, il giocatore della Sampdoria si è trovato in alcuni casi a salire verso la metà campo avversaria.

Krychowiak 5,5: Non fa male in regia, ma si perde Giroud in occasione del gol che ha portato in vantaggio la Francia. D’altronde ha fatto anche un buon intervento su un tiro pericoloso nel secondo tempo. (71′ Bielik 5,5: La sua entrata in campo non ha dato un forte contributo alla squadra).

Kaminski 6: Sale per provare a dare qualche pensiero alla difesa francese, va vicino al gol nel primo tempo ma il pallone viene salvato sulla linea di porta. (71′ Zalewski 5,5: Il giocatore della Roma non è stato migliore degli altri calciatori polacchi che erano in campo).

Zielinski 6: Si divora due gol incredibili nella stessa azione, ma quando gioca dove sa fare male crea dei problemi, infatti sono le sue le occasioni più clamorose per la Polonia.

Szymanski 5,5: Il numero 19 non ha dato molto alla causa, complice anche il modo di giocare molto difensivo ma poteva fare qualcosina in più. (64′ Milik 5,5: Ha avuto una sola occasione per segnare ma c’era fuorigioco, per il resto non ha mai creato qualcosa).

Frantowski 5,5: Anche lui maluccio, quasi mai pericoloso anche se non ha tante colpe. La Francia è molto più forte e non era semplice dare tanto fastidio. (87′ Grosicki sv).

Lewandoski 6: Una sola occasione per lui nel primo tempo, ma una bella chanche, tiro pericoloso. Nel finale di partita segna su rigore e lascia il Mondiale con una rete.

 

 

 

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Sterling salta il Senegal per motivi familiari

Pubblicato

:

Inghilterra

Raheem Sterling sarà assente questa sera durante l’ottavo di finale del Mondiale fra Inghilterra e Senegal. Lo annuncia con un comunicato la Football Association; l’esterno britannico sarà assente per motivi familiari.

Continua a leggere

Calciomercato

Milito svela un retroscena: “Potevo andare al Real Madrid”

Pubblicato

:

Milito

Diego Milito, lo storico attaccante argentino che ha condotto la compagine interista alla conquista del Triplete ha svelato, a distanza di più di un decennio, alcuni retroscena riguardo il suo rapporto con lo Special One Jose Mourinho e alla concreta possibilità di seguirlo nella sua avventura madrilena.

“Nel 2009 Mourinho mi accolse all’Inter, mi disse cosa voleva da me. È stato molto gentile e affettuoso, mi ha chiesto se volessi giocare con la maglia numero 22. Poi gli sarebbe piaciuto avermi con lui a Madrid, ma sapeva che l’Inter non mi avrebbe lasciato andare, infatti sono rimasto in neroazzurro”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Record anche per Lloris: il più presente nei Blues al pari di Thuram

Pubblicato

:

Lloris

Con la presenza nella fondamentale sfida di oggi con la Polonia, valida per l’accesso ai quarti di finale di Qatar 2022, il capitano della Francia Hugo Lloris eguaglia le presenze in nazionale dello storico difensore Lilian Thuram, ben 142.

Nel caso in cui la Francia battesse la Polonia e giocasse i quarti di finale del Mondiale, il portiere del Totthenam diventerebbe il giocatore con più presenze nella storia dei Blues.

Inoltre, Lloris gioca la gara numero 17 ai mondiali, raggiungendo in questo caso lo stesso Thuram e Fabien Barthez.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969